Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Pubblica amministrazione

In primavera (ri)parte la Carta d’identità elettronica

L’annuncio del ministero della PA. Otto milioni di documenti per un costo di 60 milioni di euro

28 Set 2012

Il governo riprova ancora con la Carta d’identità elettronica (Cie), che servirà a rinnovare il rapporto tra cittadini e Pa. Partirà a distribuirla a primavera, 8 milioni di documenti previsti, con una spesa totale di 60 milioni di euro.

Ricordiamo che secondo le ultime bozze del decreto Digitalia arriverà anche un Documento digitale unificato, che fonde la Cie con la tessera sanitaria e sarà gratuito al cittadino, ma è un dettaglio che potrebbe cambiare visto che si continua a discutere sulla copertura finanziaria.

Articolo 1 di 2