Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

La denuncia

Ma per la fatturazione elettronica gli enti sono impreparati

Dopo cinque anni, è stato pubblicato il regolamento sulla fatturazione elettronica nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni. Ma né gli Enti né gli operatori economici sono ancora pronti per partire. Inoltre la data entro cui devono adeguarsi gli Enti locali non è ancora stata fissata e c’è fondato motivo di temere ulteriori slittamenti

17 Giu 2013

Ernesto Belisario


Fatturazione.gov.it è l’indirizzo del sito sul quale trovare le specifiche operative per la fatturazione elettronica nei confronti delle pubbliche amministrazioni, istituito dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 55/2013 pubblicato sulla GU del 23 maggio scorso. Eppure, se provate a digitare questo indirizzo sul vostro browser – almeno fino al 21 giugno – non visualizzerete ancora nessun sito.

Si tratta di una situazione emblematica delle vicende che hanno caratterizzato l’istituto della fatturazione elettronica nei confronti della PA e, più in generale, di tutta la digitalizzazione del settore pubblico nel nostro Paese..

Ma partiamo dall’inizio. Con l’espressione “fatturazione elettronica” si intende l’utilizzo delle tecnologie info-telematiche nelle attività di fatturazione senza la necessità di dover ricorrere alla stampa su carta.

La possibilità di emettere e conservare fatture solo in formato digitale è stata introdotta nell’ordinamento italiano dal D. Lgs n. 52/2004 che ha recepito la Direttiva Comunitaria n. 200/115/CE. La digitalizzazione del processo di fatturazione consentirebbe di conseguire notevoli benefici: riduzione di costi e aumento di competitività per le imprese, maggiore velocità nei pagamenti, semplificazione e maggiore trasparenza nei procedimenti amministrativi.

Articolo 1 di 2