Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Registri distribuiti

Blockchain nel settore contabile e auditing: i i vantaggi

I vantaggi dell’utilizzo della blockchain e degli smart contract nella consulenza amministrativo-contabile e uno sguardo sulle iniziative avviate dalla principali aziende del settore: Deloitte, Ernst and Young, KPMG e PriceWaterhouseCooper

28 Gen 2019

Eloisa Marchesoni

ICO advisor


La blockchain presenta delle caratteristiche che si possono rivelare cruciali per le aziende di consulenza amministrativo-contabile. Non a caso, le quattro principali società del settore – Deloitte, Ernst and Young (EY), KPMG e PriceWaterhouseCooper – stanno già implementando la tecnologia nella loro offerta. Un’analisi del loro approccio e dei vantaggi offerti dalla Blockchain all’intera industria contabile.

La contabilità basata sulla blockchain

La motivazione di fondo per cui i contabili odierni dovrebbero preoccuparsi di ampliare le loro conoscenze sulla Blockchain è perché essa presenta due caratteristiche, che si possono rivelare cruciali per la loro professione: trasparenza e immutabilità. È di enorme vantaggio per l’integrità di una società di contabilità che i registri siano facilmente accessibili alle persone autorizzate. Naturalmente, ci devono essere delle regole che regolano anche il modo in cui le entità autorizzate possono accedere ai registri finanziari, e la blockchain utilizza i cosiddetti smart contracts per adeguarsi a tali regole.

Gli esperti ritengono che la contabilità basata sulla Blockchain sia il prossimo passo per l’industria della contabilità, e ciò per una buona ragione, la quale sicuramente non è sfuggita agli attenti occhi delle “Big Four“, ovvero le più grandi società di revisione contabile ad oggi, che già da tempo stanno facendo uno sforzo per implementare la tecnologia Blockchain nei servizi da esse offerti. Di seguito, una breve rassegna di come ciascuna di esse ha deciso di affacciarsi al futuro della revisione contabile, attraverso questa tecnologia.

Deloitte

Nel tentativo di pilotare lo sviluppo della tecnologia Blockchain nel settore, Deloitte ha istituito il Blockchain Center of Expertise e il Blockchain Lab. Di conseguenza, esiste una Blockchain di Deloitte e una serie di altre applicazioni basate su Blockchain atte ad affrontare nel modo più efficace le sfide associate ai servizi di supply chain e di auditing. Oltre a ciò, Deloitte ha anche sviluppato l’ecosistema minimo vitale, che consente agli attori chiave dell’ecosistema così creatosi di interagire e scambiare informazioni importanti: una sorta di fonte centrale, dalla quale i contabili possono recuperare i dati per la valutazione delle aziende clienti.

Ernst and Young

Ernst and Young (EY) è un altro gigante che ha voluto utilizzare la tecnologia Blockchain per trasformare il modo in cui l’azienda si approccia alla contabilità. Per cominciare, EY ha iniziato ad accettare Bitcoin (BTC) come mezzo di pagamento nel suo ufficio svizzero, ma questa non poteva che essere la naturale conseguenza del fatto che essa ha sviluppato una soluzione di risoluzione finanziaria che fa uso di Smart Contracts. Infatti, entrando nel merito della sua diretta applicazione al mondo della pubblicità online, la soluzione si sostanzia nella visualizzazione in tempo reale delle transazioni di vendita online tra i creatori di contenuti multimediali e gli inserzionisti, accordando così anche le controversie sulle royalty, senza interferenze di intermediari. Ma non è finita qui. EY ha persino costruito EY Blockchain Analyzer, che è in grado di prelevare e organizzare le transazioni criptate di una qualunque organizzazione, rendendo possibili semplici controlli di auditing esterno.

KPMG

KPMG, invece, ritiene che la Blockchain possa aumentare l’efficienza del servizio, ridurre le frodi e migliorare l’esperienza del cliente. Inoltre, il gigante dell’auditing sta attualmente perfezionando i servizi di Blockchain, sviluppando una vera e propria suite di servizi personalizzabili basati su tale tecnologia, denominata Digital Ledger Services, i cui maggiori utilizzatori saranno banche e istituzioni finanziarie.

PriceWaterhouseCooper

Ultimo, ma non per importanza, è PriceWaterhouseCooper, meglio noto come PwC, che, tra i servizi offerti alle aziende, assicura la segnalazione dei rischi, il monitoraggio continuo delle transazioni e la garanzia continua. PwC ha di recente reso pubblica la propria intenzione di offrire servizi di revisione contabile che utilizzino la tecnologia Blockchain, concentrandosi su un’implementazione di soluzioni di tipo ground-up e soluzioni di terze parti.

I vantaggi della blockchain per il settore dell’auditing

Sarebbe ora da chiedersi quali vantaggi offre la Blockchain alle aziende di consulenza amministrativo-contabile, e non solo alle “Big Four”. Tali vantaggi sono numerosi:

Aumento di efficienza

Le catene Blockchain ben progettate si configurano come database veloci e potenti. Ottenere dati dentro e fuori dal sistema può essere fatto in modo più efficiente rispetto a quanto può avvenire attraverso l’interazione con applicazioni software di contabilità legacy.

Riduzione degli errori

La minore probabilità di errore nell’uso della Blockchain è data dal sistema innovativo di inserimento dei dati. Infatti, una volta che i dati sono nella catena, gli Smart Contracts eseguiranno automaticamente molte funzioni di contabilità, riducendo l’errore umano.

Risoluzione facilitata delle controversie

Utilizzando i contratti intelligenti, i contabili possono automatizzare molte delle attività associate alla riconciliazione, rendendo questo compito di fine mese meno oneroso.

Riduzione dei costi

Un aumento dell’efficienza e una riduzione degli errori in qualsiasi sistema si traducono in costi ridotti. In seguito ai costi iniziali di adozione, le società di revisione possono aspettarsi di ottenere rapidi risparmi rispetto ai sistemi di contabilità convenzionali.

Riduzione delle frodi

L’immutabilità delle catene Blockchain rende estremamente difficile perpetrare frodi utilizzando tale piattaforma. Al fine di modificare un record, lo stesso cambiamento dovrebbe essere effettuato contemporaneamente su tutte le copie del libro mastro distribuito, il che è altamente irrealizzabile.

Migliore conformità alle normative

La maggiore sicurezza offerta dalla DLT può semplificare notevolmente l’onere di un’agenzia nella soddisfazione delle richieste normative. Dato che sempre più autorità regolatrici adottano la tecnologia Blockchain, l’adozione della DLT potrebbe addirittura diventare obbligatoria in alcuni settori finanziari cruciali.

Riduzione della complessità e frequenza di auditing

Un aspetto della DLT di cui i contabili dovrebbero essere entusiasti è la sua capacità di ridurre i controlli. Grazie alla potenza degli Smart Contracts, molte funzioni di auditing possono essere automatizzate, riducendo il tempo che un revisore contabile deve dedicare a esaminare i record.

Insomma, le “Big Four” hanno dimostrato di essere impegnate, ora più che mai, a guidare il settore della revisione contabile verso l’avanguardia e, con esse, molti sostenitori della tecnologia Blockchain e delle criptovalute sostengono che essa possa essere la nuova frontiera per tutte quelle aziende che necessitano di eliminare i colli di bottiglia legati al business, incluso l’intervento frenante degli intermediari. È fondamentale, dunque, che anche le aziende follower prestino attenzione alla possibilità di adozione della Blockchain nelle proprie attività, in quanto l’acquisizione di un ruolo nel cripto-spazio non è solo un vezzo dei grandi del settore, ma una vera necessità, se nel medio-lungo termine non si vuole rimanere fuori dal mercato. Questo è il futuro verso cui l’economia sta tendendo!

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4