l'analisi

L’AI Act entra nel vivo: il report Benifei-Tudorache e le questioni ancora aperte

Il rapporto rilasciato dagli europarlamentari Brando Benifei e Dragos Tudorache pone alcune questioni essenziali per migliorare la proposta legislativa della Commissione europea. Ecco gli argomenti toccati e altri nodi importanti

30 Mag 2022
Ivana Bartoletti

Autrice di An Artificial Revolution, Esperta di privacy e etica del digitale, Co-Founder, Women Leading in AI Network

Lucia Lucchini

esperta di privacy e etica del digitale

intelligenza artificiale -

Il dibattito sull’ AI Act è finalmente entrato nel vivo, ed è un dibattito necessario da intrattenere.

Non viene messa certamente in dubbio la funzione editoriale e allocativa che, sempre più, gli algoritmi stanno assumendo nella nostra società. Pur osservando i grandi benefici del progresso tecnologico abilitato dall’IA, siamo anche ormai in grado di percepire, e meglio analizzare, i rischi che lo accompagnano.

Artificial Intelligence Act: l’UE regola l’AI ma dimentica di proteggere la mente

Il rapporto appena rilasciato dagli europarlamentari Brando Benifei e Dragos Tudorache è molto importante perché pone alcune questioni essenziali per migliorare la proposta legislativa della Commissione europea.[1]

La softwarizzazione della discriminazione

Dal concedere un credito maggiore all’uomo rispetto che alla donna della coppia, alla predizione di risultati scolastici migliori se da scuole private rispetto a studenti di scuole pubbliche statali, la softwarizzazione della discriminazione avviene in maniera oscura e schiva, portandosi con sé un rischio rappresentazionale.

WHITEPAPER
Sanità: quali le applicazioni di AI in radiologia, oncologia e cardiologia?
Intelligenza Artificiale
Sanità

I dati utilizzati per il training degli algoritmi – ben lungi dall’ essere neutri – rappresentano la realtà e la solidificazione delle disuguaglianze. Un algoritmo – senza un’adeguata riflessione sulla fairness e le appropriate azioni correttive – non può che essere automaticamente biased.

Il report Benifei-Tudorache

La legge europea sull’IA riconosce tutto questo, anche se con alcuni limiti.  In primo luogo, il rapporto Benifei-Tudorache riconosce che non solo i diritti individuali ma anche i valori fondanti dell’ Unione Europea devono essere presi in considerazione quando si discute del rischio di un sistema di IA. Questo è fondamentale perché l’IA è altamente trasformativa non solo per le persone, ma anche per le comunità e per l’ambiente che ci circonda.

Il rapporto introduce un emendamento, in linea con la riflessione di cui sopra, per segnalare come l’IA nel campo predittivo sia un rischio per la società. La predizione usata nella lotta al crimine comporta, secondo Benifei e Tudorache, un rischio inaccettabile, ed è quello di contravvenire uno dei principi cardine della nostra società, quello della presunzione di innocenza. In effetti, la tecnologia predittiva è inestricabilmente legata al rischio di trasformare il disagio sociale in una profezia che si auto avvera per il puro fatto che è basata sui trend del passato. Automatizzare questi trend significa cristallizzare la società in dinamiche che magari, politicamente, vorremmo superare.

Nel rapporto presentato dalle due Commissioni si introduce anche la possibilità di modificare la lista di IA ad alto rischio in maniera più semplice di quella proposta inizialmente. Questo è importante perché l’innovazione tecnologica procede rapidamente e la normativa deve rimanere al passo. I prodotti di alto rischio sono quelli soggetti a due process, cioè ad una aderenza ad una serie di obblighi, come ad esempio la trasparenza ed il controllo umano, e l’aderenza a standard che sono in corso di sviluppo. L’ azienda che segue due process nel creare o utilizzare IA può auto-certificarsi come conforme.

Le strategie aziendali di ottimizzazione di due process

Abbiamo a lungo investigato le strategie aziendali di ottimizzazione di due process, specialmente nell’ambito della fairness, con un five-point process che può accompagnare questi requisiti. Nello specifico, abbiamo proposto una riconcettualizzazione dell’artefatto IA, non come modello, ma bensì come sistema. Questo perché, nel momento in cui vediamo l’IA come sistema, siamo in grado di armonizzare la parte tecnica e la parte sociale e di conseguenza, siamo in grado di attuare un processo tangibile per le organizzazioni su 5 punti:[2]

  • Definire l’obiettivo della tecnologia
  • Proteggere la collezione dei dati necessari per la tecnologia
  • Sviluppare il modello
  • Testare il modello
  • Monitorare il modello

Positivi gli emendamenti sulla trasparenza che potenziano il ruolo del database europeo dei sistemi IA di alto rischio, che deve essere usato sia dai produttori di IA, che delle agenzie pubbliche che comprano e adottano questi sistemi. Purtroppo, però, gli emendamenti non arrivano fino a coprire le aziende private che rimangono ancora escluse da questi obblighi.

Un altro elemento importante riguarda un ruolo più attivo della società civile nel determinare l’ impatto dell’IA e il rischio concreto che può avere. Questo ruolo è importante e, qualora incorporato nella versione finale, sarà interessante monitorare quali strumenti verranno utilizzati per garantire un approccio partecipativo allo sviluppo e l’utilizzo dell’ IA.

Il nodo dei risarcimenti

In ultimo, vorremmo focalizzarci su forse l’elemento di cui più si sente l’assenza nella proposta legislativa ed introdotto dal rapporto dei due europarlamentari e che è quello del redress, ovvero il risarcimento che un cittadino può avere qualora i suoi diritti vengano violati da un sistema di IA. Si tratta di un elemento importante che va accompagnato da maggiore consapevolezza degli utenti (e una educazione che per ora non abbiamo) così come da una maggiore trasparenza verso i cittadini stessi che devono sempre sapere qualora si stiano interfacciando con un algoritmo.

Non c’è dubbio che il rapporto appena pubblicato fornisca elementi importanti, su cui spesso ci siamo interrogate e che vanno presi in considerazione nel momento in cui l’Unione Europea, così come ha fatto con il GDPR, introduce un’azione regolamentativa destinata ad avere un impatto globale. In tempi recenti il pacchetto legislativo dell’Unione Europea è notevole, dal DMA, DSA, DGA, NIST II. E non c’è dubbio che la privacy vada vista come filo conduttore di tante di queste proposte legislative che con la GDPR si interfacciano, talvolta in maniera più complessa come nel Data Act. L’AI Act in un certo qual modo può anche essere visto come un privacy PLUS perché arriva a coprire quei sistemi che magari non utilizzano dati personali ma che comunque hanno un impatto sull’individuo. Proprio per questo motivo è necessario che l’AI Act oltre ad essere prescrittivo per le imprese, fornisca un quadro di tutela anche per l’utente.

L’impatto dell’IA sul Pianeta

Infine, manca fino a oggi il riferimento all’ambiente, il mondo che abitiamo e che soffre della nostra mancanza di azione. Dobbiamo riflettere sul fatto che nel pieno della pandemia, nonostante gli spostamenti inesistenti, il consumo energetico non si sia ridotto più di tanto – come ci fa presente Benedetta Brevini dell’Università di Sydney, la quale pone l’allarme sollevando il rischio di mitizzare l’ IA omettendo l’ambiente. L’IA è anche infrastruttura e potere computazionale, e data mining – in altre parole, è energia, e quindi inquinamento.[3]

Forse, l’ IA Act che vuole certamente supportare l’ IA per la sostenibilità e per la creazione di tecnologie in grado di aiutarci nella lotta contro il cambiamento climatico, potrebbe anche focalizzarsi sull’ IA sostenibile, cioè un IA che non contribuisce all’inquinamento ma che, per esempio, è costruita con uno uso smart dei dati, e altri parametri che tengano conto dell’impatto ambientale.

È arrivato il momento di coniugare IA for sustainability con un ragionamento sulla sostenibilità dell’ IA se vogliamo tutelare sia l’ambiente digitale che quello fisico, dal momento che li abitiamo entrambi ed in maniera sempre più ubiqua.

*Ivana Bartoletti e Lucia Lucchini sono autrici di “Beyond Tools and Procedures: The Role of AI Fairness in Responsible Business Discourse” Applied Ethics in a Digital World

Note

  1. Benifei, B., Dragos Tudorache, I. (22 Aprile 2022), “DRAFT REPORT on the proposal for a regulation of the European Parliament and of the Council on harmonised rules on Artificial Intelligence (Artificial Intelligence Act) and amending certain Union Legislative Acts (COM2021/0206 – C9-0146/2021 – 2021/0106(COD))”, European Parliament, https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/CJ40-PR-731563_EN.pdf
  2. Bartoletti I., Lucchini, L. (2022) “Beyond Tools and Procedures: The Role of AI Fairness in Responsible Business Discourse” Applied Ethics in a Digital World, edited by Ingrid Vasiliu-Feltes and Jane Thomason, IGI Global, pp. 16-23. https://do.org/10.4018/978-1-7998-8467-5.ch002
  3. Brevini, B. (6 Luglio 2020), “Black boces, not green: Mythologizing artificial intelligence and omitting the environment” Sage Journals, https://journals.sagepub.com/doi/full/10.1177/2053951720935141

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4