le proposte

Piano triennale ict, Anci: “Ecco la nostra partita per aiutare i Comuni”

Il Piano triennale ha introdotto un modello ideale per sviluppare la PA Digitale ma non tutti i Comuni sono pronti. ANCI ha provato a formulare delle proposte operative concrete e modelli di aggregazione che possano facilitare i Comuni in questo processo. Le proposte saranno presentate al governo

04 Gen 2018
Luca Della Bitta

presidente Commissione Innovazione Tecnologica ANCI, Sindaco di Chiavenna e presidente Provincia di Sondrio

cittadinanza_633242009

Il modello tracciato dal Piano triennale è la cornice ideale per sviluppare la pubblica amministrazione digitale, ma sappiamo tutti che non sarà semplice da realizzare, soprattutto perché non si parte da zero o da uno stesso livello di informatizzazione. Tutti i Comuni, nella loro eterogeneità, hanno davanti un percorso impegnativo e oneroso, sicuramente non realizzabile in tempi rapidi.

LEGGI COS’E’ IL PIANO TRIENNALE ICT DELLA PA

Di recente è andato in gazzetta ufficiale l’aggiornamento del Codice dell’Amministrazione Digitale che prevede ulteriori obblighi ed impegni a carico delle PPAA e dei gestori di pubblici servizi, con l’intento di semplificare il quadro normativo. Peccato che mantenendo l’ormai consueta clausola di invarianza finanziaria, se ne renda più difficoltosa l’attuazione, soprattutto per il livello locale, più debole dal punto di vista sia organizzativo, sia finanziario, specie in questo periodo di transizione al cosiddetto “digital first” o al tanto agognato “digital only”.

I Comuni credono che questo passaggio sia la base per fare un salto di qualità nella gestione della cosa pubblica, per questo si stanno impegnando nonostante le scarse disponibilità. L’ANCI è al loro fianco, cercando di creare le migliori condizioni di supporto possibili attraverso il dialogo con le istituzioni, per evitare di creare un divario ancor più profondo tra i Comuni più evoluti o con maggiore capacità di investimento e quelli medio-piccoli in precarie condizioni economiche, e poco strutturati sul fronte digitale.

Come Associazione Nazionale dei Comuni abbiamo manifestato la nostra disponibilità, anzi direi piuttosto necessità a collaborare per definire e attuare insieme le migliori azioni possibili per aiutare i Comuni ad adempiere a tutte le prescrizioni normative e, soprattutto, a diventare davvero “digitali”.

Il tempo in questo caso non aiuta: le tecnologie evolvono molto più velocemente dell’iter amministrativo della Pubblica Amministrazione, per cui i Comuni e l’ANCI, credono che sia ormai impellente intervenire, anche alla luce dei ritardi accumulati da alcuni dei progetti prioritari nazionali che, in fase di avvio, hanno sottovalutato gli impatti che avrebbero prodotto a livello locale, causando quindi un prevedibile disallineamento rispetto ai tempi previsti.

Ci sono state delle sottovalutazioni, responsabilità un po’ di tutti: continuare ad insistere su un modello che si è dimostrato inefficace sarebbe antieconomico per il Paese. E’ ora di mettere in campo, tutti insieme, azioni correttive di supporto alla strategia nazionale e di rileggere tutta la programmazione nazionale in modo sinergico, per aiutare gli enti locali e non sprecare l’opportunità di far fare un salto di qualità alla nostra Pubblica Amministrazione, a tutti i livelli.

Un primo passo è stato fatto: l’avviso pubblico a valere sui fondi PON “Governance e Capacità Istituzionale” 2014-2020 emanato dal Dipartimento della Funzione Pubblica con il quale si riconosce un contributo finanziario ai Comuni che comunicheranno di essere formalmente migrati nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente entro il 31/12/2018. Le risorse disponibili non sono molte, per cui le somme variano da 1.000 a 7.000 euro a Comune, a seconda del numero di residenti; poca cosa rispetto ai costi effettivi, ma il segnale è importante: una misura concreta in risposta alle difficoltà del comparto locale per integrarsi nel disegno nazionale digitale.

Nell’ultimo incontro della Commissione Innovazione tecnologica dell’ANCI, che ho l’onore di presiedere, abbiamo deciso di provare a formulare delle proposte operative concrete che possano facilitare i Comuni, anche partendo da modelli di aggregazione territoriale su realtà medie che possano fare da volano per l’attuazione del Piano per porzioni sempre più ampie di territori. Comuni medi, anche non capoluogo di Provincia, che già hanno attuato una politica di supporto ai Comuni della cintura, che l’Associazione vorrebbe proporre al Governo per avviare un percorso sperimentale, coinvolgendo più o meno tutti i territori regionali.

Abbiamo cominciato a confrontarci su temi di grande interesse e imminente scadenza, come l’applicazione del Regolamento 2016/679 sulla protezione dei dati e i requisiti minimi di sicurezza informatica a cui tutte le PPAA dovranno attenersi e ci siamo resi conto di quanto il contesto sia più ampio dei singoli provvedimenti normativi che vanno letti in un’ottica di insieme volta al rinnovamento sistemico dell’ente. Questa visione complessiva rende sempre più urgente intervenire a supporto dei Comuni, che sono pronti ad ogni sforzo perché consapevoli dei vantaggi che ne deriveranno nel medio-lungo termine. Come associazione siamo confidenti che l’intervento legato all’ANPR sia solo l’inizio di un programma sistematico di accompagnamento ai Comuni in questa fase così complessa.

Contestualmente stiamo avviando delle iniziative informative anche in collaborazione con il mercato IT, per favorire il confronto tra domanda e offerta, affinché ci sia la più ampia possibilità, pre-competitiva e pre-commerciale, di confronto fra i Comuni portatori di specifiche necessità e il settore privato produttore di soluzioni.

L’intenzione dell’associazione a brevissimo è quella di presentare al Governo uscente una proposta di azioni concrete da mettere subito in campo per accelerare il processo di adesione al modello italiano di Agenda Digitale, disegnate insieme ai Comuni e quindi corrispondenti ai reali processi organizzativi del livello locale. Vogliamo definire un modello virtuoso, in collaborazione con tutte le Istituzioni, che possa essere ripreso dal successivo Governo in ottica di “continuità operativa” della digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. E vorremmo farlo entro la fine dell’anno.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati