La guida

Agenzia delle entrate, addio alle credenziali ma non per tutti: ecco i casi particolari

Dal primo ottobre 2021 le credenziali personali per l’accesso ai servizi online della pubblica amministrazione sono state dismesse in favore di SPID, CIE e CNS, tuttavia in alcuni casi per i servizi dell’Agenzia delle entrate sono ancora utilizzabili

15 Ott 2021
Barbara Maria Barreca

Dottore commercialista e Valutatore di impatto Sociale

Luca Benotto

Dottore Commercialista

regime forfettario

Con la scadenza del 30 settembre 2021 sono state definitivamente pensionate le credenziali emesse dai singoli enti pubblici a favore dei cittadini, in base a quanto previsto dall’art. 4 c.4 del DL 76/2020, e sostituite dall’autenticazione effettuata tramite SPID, CIE (Carta d’identità elettronica) o CNS (le classiche smart card o chiavetta USB per la firma digitale). Si tratta di una disposizione finalizzata a limitare la proliferazione di singole credenziali emesse e gestite dalle singole amministrazioni pubbliche, che vengono sostituite da un sistema centralizzato di autenticazione dalla gestione sicuramente più semplice ed economica per le pubbliche amministrazioni interessate.

Esistono però alcuni casi, in particolare per i servizi di Agenzia delle Entrate, in cui le credenziali sono ancora utilizzabili e per cui possono anche, a determinate condizioni, esserne rilasciate di nuove.

Modalità di accesso per i privati cittadini

Come previsto dal già citato Decreto Semplificazioni (DL. 76/2020), dal primo ottobre hanno smesso di funzionare le credenziali rilasciate a suo tempo ai privati cittadini; coloro che vogliono accedere a Fisconline per utilizzare il proprio cassetto fiscale, compilare la propria dichiarazione dei redditi o registrare un contratto di locazione devono necessariamente autenticarsi con uno dei metodi previsti dal Codice dell’Amministrazione Digitale (il terzetto SPID, CIE e CNS). È ancora possibile ottenere l’emissione del solo PIN (sezione Profilo utente – Preleva PIN) che in alcuni casi può ancora essere richiesto da determinati applicativi sviluppati dall’Agenzia o per talune funzionalità dispositive.

WHITEPAPER
Tutto quello che c'è da sapere oggi per la collaboration nella PA

Le credenziali per lavoratori autonomi, imprese e loro incaricati

Le esistenti credenziali Fisconline dei titolari di partita IVA e degli incaricati di enti e società restano tutt’ora funzionanti; per questi soggetti l’accesso ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate appare invariato. Il privato cittadino che divenisse incaricato di una società o aprisse partita IVA come imprenditore o lavoratore autonomo potrà richiedere le credenziali accedendo alla procedura di registrazione ai servizi telematici (un po’ nascosta ma ancora accessibile) oppure, se dotato di SPID, CNS e CIE, può generarle senza passare dalla registrazione ma accedendo direttamente alla propria area riservata dove, nella sezione “Profilo Utente”, esiste una funzionalità apposita per il prelievo delle credenziali; il nome della funzione è leggermente diverso a seconda che si acceda alla nuova area riservata (come in figura) o alla vecchia. Ma le funzionalità paiono le medesime.

Le credenziali d’accesso sono costituite da:

  • codice fiscale del contribuente (utilizzato come una username);
  • PIN (che non può essere cambiato e che in caso di smarrimento viene reinviato in due tranche distinte utilizzando la mail indicata nei contatti (è fondamentale che email e telefono cellulare siano correttamente valorizzati e sempre funzionanti);
  • Password che può essere modificata a piacere e soprattutto deve essere cambiata in sede di primo accesso.

Generando le credenziali è però fondamentale conservare memoria sicura della password iniziale che servirà in caso di smarrimento della password corrente per il ripristino delle credenziali

Attenzione: nelle prove effettuate nei primi giorni di ottobre abbiamo rilevato che dopo la nomina ad incaricato di società di un soggetto originariamente privo di credenziali Fisconline, per diversi giorni nel profilo utente dell’interessato restava disponibile soltanto la funzione “Preleva PIN” (come per un normale privato cittadino). Però verificando dopo qualche giorno dopo, la scelta è stata sostituita dalla nuova “Prelievo credenziali” che ha fornito effettivamente oltre al PIN la password iniziale prevedendone subito la modifica. A quel punto l’accesso con credenziali è diventato regolarmente attivo anche per l’incaricato di società non titolare di partita IVA.

Le credenziali per intermediari fiscali (Entratel)

Le credenziali Entratel, riservate agli intermediari fiscali (Commercialisti, Consulenti del Lavoro etc.) ed alle società ed enti che presentano dichiarazione per più di 20 soggetti, restano operative in considerazione delle particolari caratteristiche dei soggetti professionali che possono attivarle. La procedura per l’abilitazione, non banale, può essere iniziata online ma richiede l’invio via Pec o la consegna in ufficio di documentazione appositamente firmata. Non è al momento prevista una data certa di dismissione di queste credenziali la cui funzione effettivamente è ben diversa da quella dell’accesso per i cittadini e l’eventuale sostituzione è presumibile possa avvenire soltanto identificando strumenti tecnologici che permettano non solo l’accesso sicuro ai portali dell’Agenzia ma anche comunicazione tra diversi applicativi software e adeguata automazione di processi e scambio di dati.

Conclusioni

Se, da un lato, riteniamo che sia legittimo e ragionevole sostituire con sistemi di autenticazione centralizzati (SPID, CIE e CNS) le diverse credenziali emesse dalle singole amministrazioni, non possiamo che rilevare come questi tre metodi, previsti dal Codice dell’amministrazione digitale, siano pensati per un uso strettamente personale e siano poco adatti per un utilizzo professionale che spesso richiede automazione nell’accesso e comunicazione tra sistemi informatici. Nell’attesa dell’implementazione di sistemi adatti ad un uso professionale ben venga la sopravvivenza delle credenziali che tutto sommato possono assolvere decorosamente a questo ruolo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3