L'approfondimento

Blockchain e assicurazioni, come cambiano i modelli di business: gli impatti

L’approccio decentralizzato della blockchain può trovare applicazione in modo proficuo nel mondo delle assicurazioni, con grandi benefici per il consumatore finale, portando verso nuovi modelli di business: vediamo la situazione e gli scenari che si delineano

29 Lug 2022
Pierluigi Casolari

founder di Unconventional Road, autore di Startup 3.0, blog su startup, innovazione e web 3.0

blockchain-3448502_19201

In tutti quei contesti in cui una transazione, un contratto, una relazione dipende da un intermediario fiduciario, la blockchain potrebbe entrare in gioco con un deal breaker. Certo il vantaggio è tutto dalla parte del consumatore finale più che dell’azienda intermediaria. Ma è anche vero che nuovi modelli di business possono nascere e portare pluralismo in un mondo che oggi invece è dominato proprio dall’idea della intermediazione e da poche multinazionali.

Un esempio tra tutti: le assicurazioni. Il mercato assicurativo è uno dei settori economici più rilevanti, con un volume d’affari di 5000-6000 miliardi di dollari a livello mondiale. Alla base del modello assicurativo c’è un’asimmetria informativa e comportamentale fondamentale. Le assicurazioni generano incassi da tutti contraenti ma sostengono costi solo per una parte degli assicurati (quelli che hanno sinistri). Il modello è basato su un calcolo statistico. Da un lato si invitano cittadini e aziende ad assicurarsi per eventi a basso rischio, dall’altro si monetizza contando sui pochi/pochissimi sinistri, incidenti ed eventi coperti dalle polizze. Si tratta un perfetto spazio di lavoro per l’approccio decentralizzato della blockchain.

Cripto-attività, ecco cosa cambia col Regolamento MICA: obiettivi, perimetro, prossimi step

Blockchain e assicurazioni, come fare

Etherisc, piattaforma assicurativa basata su Ethereum, una delle blockchain più utilizzata per la creazione di piattaforme non finanziarie, sviluppa polizze con una logica completamente differente rispetto a quella tradizionale.

WHITEPAPER
Sfruttare l’AI per smistare e catalogare le PEC
Dematerializzazione
Intelligenza Artificiale

I contraenti stipulando l’assicurazione sottoscrivono uno smart contract (che definisce le caratteristiche dell’assicurazione e attiva in automatico rimborsi e compensazioni al verificarsi di specifiche condizioni) e un token. Il token trasforma i soggetti assicurati in beneficiari e partecipanti del fondo assicurativo. I soggetti che non hanno incidenti che generano costi per le assicurazioni vengono rimborsati di una parte dei costi sostenuti per l’acquisto della polizza.

Ma il punto è che in questo caso l’assicurazione funziona come una sorta di community di mutuo soccorso finanziaria. Il fondo generato dalle polizze è lo stesso che viene utilizzato per le azioni di risarcimento e copertura dei danni. Ed essendo un fondo decentralizzato (basato sui soldi degli assicurati) riconosce agli stessi assicurati la condivisione degli utili del fondo.

Le applicazioni

È un modello semplice, lineare che utilizza smart contracts per certificare i contratti e i token per distribuire l’utile ai contraenti. Tra i contraenti vi è un incentivo a operare in modo virtuoso, perché in questo modo ottengono un significativo cashback, inoltre sono anche metaforicamente soci del progetto di conseguenza sono ancora meno motivati dal ingannare il sistema.

La blockchain è una tecnologia certificata: smart contracts, trasferimenti di denaro e sistemi di voto si reggono sui protocolli di consenso della rete. Ma gli eventi accidentali, i sinistri, gli incendi e i furti anche quando vengono tracciati a livello digitale fuoriescono dai protocolli della blockchain. I sistemi nel mondo esterno che informano la blockchain dell’accadimento di qualcosa si chiamano Oracoli. Gli Oracoli tuttavia non sono basati su protocolli certificati e consensuali, di conseguenza le startup e i progetti assicurativi blockchain non riescono ad utilizzare le nuove logiche decentralizzate su tutta la filiera assicurativa. Questo “difetto” del settore ha frenato i puristi della decentralizzazione, che si sono concentrati sulla realizzazione di polizze decentralizzate rivolte al mondo blockchain: perdite economiche dovute al mercato cripto, truffe nel settore degli NFT, controversie nella gestione di smart contracts.

Il caso Nexus Mutual

Nexus Mutual è una delle piattaforme più conosciute. Fondata su Ethereum, basata sui principi di decentralizzazione e partecipazione degli individui, Nexus è in grado di coprire tutti i tipi di problemi su smart contracts e truffe sugli exchange (i siti di scambio di criptovalute). Anche Nexus parte da un dato di fatto storico. Il mondo delle assicurazioni non è sempre stato quello di multinazionali che raccolgono grandi quantità di soldi e attraverso accorti calcoli matematici del rischio fissano il prezzo delle polizze. Le assicurazioni sono nate all’interno delle community come assunzioni condivise di rischio.

I cittadini si accordavano per accantonare a beneficio della community una parte delle proprie risorse in caso di incidente a sé stessi o ad altre persone della comunità. Questo modello tribale oggi può essere replicato e reso scalabile grazie alla tecnologia blockchain, che permette alle community stesse, indifferentemente distribuite geograficamente, di creare fondi comuni e regole di rimborso basate su smart contracts.

L’impatto su società e mercato

L’approccio della blockchain è radicale, mette fortemente in discussione l’asimmetria informativa, il disallineamento di incentivi e la scarsa trasparenza delle multinazionali assicurative. È difficile pensare che i due mondi possano avvicinarsi. Sono in gioco due modelli di economia differenti.

Da un lato un modello capitalistico classico: che vede un produttore e un consumatore, che compra un prodotto ritenuto di valore. Dall’altro c’è un modello partecipativo nuovo post-capitalistico che vede gruppi di persone aggregarsi per dare origine ad un fondo assicurativo di mutuo soccorso, che raccoglie denaro per sostenere i beneficiari della comunità. Oggi gran parte delle organizzazioni blockchain nascono come organizzazioni decentralizzate autonome (DAO), con sistemi organizzativi basati sul consenso e sul voto dei membri delle organizzazioni. Si tratta di modelli nuovi e radicali di organizzazione societaria. In un certo modo potremmo persino immaginare un futuro in cui le comunità si organizzano internamente per sviluppare fondi assicurativi di vario tipo, utilizzando DAO, smart contracts e token. Trasformando il mercato assicurativo in una funzionalità ordinaria di comunità che si auto organizzano. E’ un futuro lontano, ma possibile e realizzabile. Chiaramente ci separano anni forse decenni da quel futuro. Ma è evidente che le potenzialità sono straordinarie.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Analisi
PA
Salute digitale
News
Fondi
Formazione
Ecologia
Digital Economy
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4