vademecum

Bolletta luce, come risparmiare: guida completa con bonus consigli anti spreco

Come ridurre i consumi energetici, che rischiano di andare alle stelle. Una panoramica su tutti gli incentivi per la casa, dal Governo, un’analisi del decreto bollette 2022 e qualche consiglio per evitare bollette da salasso

21 Apr 2022
Nicoletta Pisanu

Redazione AgendaDigitale.eu

Daniele Tumietto

commercialista

Caro bollette guida risparmio energetico

Le batoste delle ultime bollette della luce potrebbero spingere a scelte drastiche in fatto di stile di vita, ma prima di spegnere il condizionatore – come suggerisce il premier Mario Draghi come contrappeso alla guerra in Ucraina – è importante valutare come l’innovazione e i bonus dello Stato possono aiutare a contenere i costi.

Il momento storico che stiamo vivendo ha un impatto diretto sulle bollette di case e imprese, dovuto sia all’aumento dei costi delle materie prime, sia agli effetti della situazione geopolitica determinata dalla guerra in Ucraina.

Per far luce tra le varie soluzioni disponibili, ecco quindi una guida al risparmio energetico, per destreggiarsi tra i numerosi incentivi e cogliere qualche utile suggerimento sull’impiego della tecnologia per non sperperare risorse.

DEF 2022, la guerra si fa sentire ma non frena la riforma del Fisco

Decreto bollette 2022, le misure

Con il Def approvato a inizio aprile, via libera a 4,5 miliardi di euro per arginare gli alti costi delle utenze di luce e gas. Il Decreto bollette prevede l’impiego di tali risorse: in tutto sono stanziati 8 miliardi di euro, impiegati oltre che per il caro bollette per tutelare gli ambiti produttivi in difficoltà al momento.

WHITEPAPER
Documenti digitali vs cartacei: come diventare un'azienda digitale a tutti gli effetti?
Dematerializzazione
Fatturazione elettronica

Con il decreto vengono cancellati gli oneri di sistema nell’ambito delle utenze casalinghe per il periodo del secondo trimestre dell’anno, oltre a potenziare ulteriormente il bonus luce-gas sociale.

Condizionatori e termosifoni negli uffici pubblici

Un emendamento al decreto bollette prevede che dal primo maggio 2022 al 31 marzo 2023 negli uffici pubblici si regoli l’utilizzo di termosifoni e condizionatori in questo modo:

  • in estate calo della temperatura fino a un massimo di 27 gradi 
  • in inverno rialzo al massimo fino a 19 gradi 

Due soli i gradi di tolleranza. Previste sanzioni dai cinquecento ai tremila euro per chi sgarra. E già si pensa di estendere la misura anche ai privati.

Bonus bollette 2022

Nell’ambito di questi interventi, a marzo è stato modificato anche l’impianto del bonus luce e gas (chiamato anche bonus bollette). Dal primo aprile al 31 dicembre 2022 è stato alzato a dodicimila euro annui il tetto Isee per chiedere gli aiuti: prima era 8.256 euro all’anno. In questo modo, si amplia il numero dei nuclei familiari interessati, coinvolgendo circa 5,2 milioni di cittadini.

Da ricordare che i bonus sociali per luce e gas riguardano anche utenti con condizioni di salute molto gravi tali da richiedere l’utilizzo di strumentazione medica apposita: in questo caso, il tetto Isee è di ventimila euro annui.

In entrambi i casi, il bonus consiste in uno sconto direttamente in bolletta, fino a circa 235 euro, variazioni dipendono anche dalle zone climatiche individuate dall’agenzia Arera.

Bonus elettrodomestici e mobili: come pagare meno

Il bonus elettrodomestici (parte del bonus mobili ed elettrodomestici) prevede una detrazione Irpef del 50% per un importo massimo di diecimila euro di spesa nel 2022. Si può ottenere il beneficio se gli elettrodomestici acquistati rientrano in determinate classi energetiche, per esempio non inferiore alla a A per i forni e non inferiore alla F per i frigoriferi.

Trucchi e bonus per il risparmio energetico in casa

Di seguito, tutti i bonus legati al risparmio energetico in casa.

Super ecobonus 110% edificio unifamiliare e unità immobiliari indipendenti, accesso autonomo

Tipo di bonus
  1. Isolamento termico involucro opaco che interessa più del 25% della superficie lorda disperdente dell’edificio o della unità immobiliare.
  2. Sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale esistente.
Durata detrazione5 anni, 4 anni per gli interventi partiti dal 01/01/2022.
Limite di spesa
  1. 50.000 euro per l’isolamento termico involucro opaco che interessa più del 25% della superficie lorda disperdente dell’edificio o della unità immobiliare.
  2. 30.000 euro per la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale esistente.
BeneficiariSoggetti IRPEF privati su un massimo di 2 edifici.

Non si applica alle categorie A/1 A/8 e A/9.

Cosa riguarda
  1. Solo involucro opaco disperdente e spese accessorie comprensive di progettazione.
  2. Sostituzione impianto, smaltimento, bonifica e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  1. Interventi su superfici opache verticali, orizzontali o inclinate.

L’intervento riguarda l’involucro di edifici unifamiliari o unità immobiliari in edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti e con accesso autonomo dall’esterno.

I materiali isolanti devono rispettare i requisiti dei Criteri Ambientali Minimi.

  1. Sostituzione impianto di climatizzazione invernale con:
  • Caldaia a condensazione (classe A);
  • Pompa di calore (anche geotermica);
  • Impianto Ibrido;
  • Microcogenerazione;
  • Teleriscaldamento (solo per aree non metanizzate e comuni non interessati dalle procedure di infrazione n.2014/2147 del 10/07/2014 o n. 2015/2043 del 28/05/2015 per l’inottemperanza agli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE);
  • Biomassa (5 stelle) (solo per aree non metanizzate e comuni non interessati dalle procedure di infrazione n.2014/2147 del 10/07/2014 o n. 2015/2043 del 28/05/2015 per l’inottemperanza agli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE);
  • Collettori solari.
Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
Scadenza30/06/2022;

31/12/2022 opere al 30% al 30/06/2022;

30/06/2022 per associazioni sportive;

31/12/2025 con detrazione 110% nei comuni colpiti da sisma.

Super ecobonus 110% edificio monoproprietario da 2 a 4 unita immobiliari

Tipo di bonus
  1. Isolamento termico involucro opaco che interessa più del 25% della superficie lorda disperdente dell’edificio.
  2. Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda sanitaria.
Durata detrazione5 anni, 4 anni per gli interventi partiti dal 01/01/2022.
Limite di spesa
  1. 40.000 euro di spesa massima per unità immobiliare più le pertinenze.
  2. 20.000 euro di spesa massima per unità immobiliare più le pertinenze.
BeneficiariSoggetti IRPEF per la totalità delle parti comuni, per parti private max 2 unità immobiliari.

Non si applica alle categorie A/1 A/8 e A/9, con eccezioni (FAQ 39 della guida Superbonus).

Cosa riguarda
  1. Solo involucro opaco disperdente e spese accessorie comprensive di progettazione.
  2. Sostituzione impianto, smaltimento, bonifica e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  1. Interventi su superfici opache verticali, orizzontali o inclinate.

L’intervento riguarda l’involucro di edifici unifamiliari o unità immobiliari in edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti e con accesso autonomo dall’esterno.

I materiali isolanti devono rispettare i requisiti dei Criteri Ambientali Minimi.

  1. Sostituzione impianto di climatizzazione invernale con:
  • Caldaia a condensazione (classe A);
  • Pompa di calore (anche geotermica);
  • Impianto Ibrido;
  • Microcogenerazione;
  • Teleriscaldamento (solo per aree non metanizzate e comuni non interessati dalle procedure di infrazione n.2014/2147 del 10/07/2014 o n. 2015/2043 del 28/05/2015 per l’inottemperanza agli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE);
  • Collettori solari.
Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
Scadenza31/12/2023;

31/12/2024 con detrazione 70%;

31/12/2025 con detrazione 65%;

31/12/2025 con detrazione 110% nei comuni colpiti da sisma.

Super ecobonus 110% edificio condominio fino ad 8 unità immmobiliari

Tipo di bonus
  1. Isolamento termico involucro opaco che interessa più del 25% della superficie lorda disperdente dell’edificio.
  2. Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda sanitaria.
Durata detrazione5 anni, 4 anni per gli interventi partiti dal 01/01/2022.
Limite di spesa
  1. 40.000 euro di spesa massima per unità immobiliare più le pertinenze.
  2. 20.000 euro di spesa massima per unità immobiliare più le pertinenze.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES per la totalità delle parti comuni.

Soggetti IRPEF per parti private, massimo 2 unità immobiliari.

Non si applica alle categorie A/1 A/8 e A/9, con eccezioni (FAQ 39 della guida Superbonus).

Cosa riguarda
  1. Solo involucro opaco disperdente e spese accessorie comprensive di progettazione.
  2. Sostituzione impianto, smaltimento, bonifica e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  1. Interventi su superfici opache verticali, orizzontali o inclinate.

L’intervento riguarda l’involucro di edifici unifamiliari o unità immobiliari in edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti e con accesso autonomo dall’esterno.

I materiali isolanti devono rispettare i requisiti dei Criteri Ambientali Minimi.

  1. Sostituzione impianto di climatizzazione invernale con:
  • Caldaia a condensazione (classe A);
  • Pompa di calore (anche geotermica);
  • Impianto Ibrido;
  • Microcogenerazione;
  • Teleriscaldamento (solo per aree non metanizzate e comuni non interessati dalle procedure di infrazione n.2014/2147 del 10/07/2014 o n. 2015/2043 del 28/05/2015 per l’inottemperanza agli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE);
  • Collettori solari.
Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
Scadenza31/12/2023;

31/12/2024 con detrazione 70%;

31/12/2025 con detrazione 65%;

30/06/2023 per IACP,

31/12/2023 per IACP con opere al 60% al 30/06/2023;

31/12/2025 con detrazione 110% nei comuni colpiti da sisma.

Super ecobonus  110% edificio condominio oltre 8 unità immobiliari

Tipo di bonus
  1. Isolamento termico involucro opaco che interessa più del 25% della superficie lorda disperdente dell’edificio.
  2. Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda sanitaria.
Durata detrazione5 anni, 4 anni per gli interventi partiti dal 01/01/2022.
Limite di spesa
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES per la totalità delle parti comuni.

Soggetti IRPEF per parti private, massimo 2 unità immobiliari.

Non si applica alle categorie A/1 A/8 e A/9, con eccezioni (FAQ 39 della guida Superbonus).

Cosa riguarda
  1. Solo involucro opaco disperdente e spese accessorie comprensive di progettazione.
  2. Sostituzione impianto, smaltimento, bonifica e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  1. Interventi su superfici opache verticali, orizzontali o inclinate.

L’intervento riguarda l’involucro di edifici unifamiliari o unità immobiliari in edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti e con accesso autonomo dall’esterno.

I materiali isolanti devono rispettare i requisiti dei Criteri Ambientali Minimi.

  1. Sostituzione impianto di climatizzazione invernale con:
  • Caldaia a condensazione (classe A);
  • Pompa di calore (anche geotermica);
  • Impianto Ibrido;
  • Microcogenerazione;
  • Teleriscaldamento (solo per aree non metanizzate e comuni non interessati dalle procedure di infrazione n.2014/2147 del 10/07/2014 o n. 2015/2043 del 28/05/2015 per l’inottemperanza agli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE);
  • Collettori solari.
Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
Scadenza31/12/2023;

31/12/2024 con detrazione 70%;

31/12/2025 con detrazione 65%;

30/06/2023 per IACP,

31/12/2023 per IACP con opere al 60% al 30/06/2023;

31/12/2025 con detrazione 110% nei comuni colpiti da sisma.

Sismabonus 110% – Interventi per il miglioramento sismico

Tipo di bonusInterventi locali di miglioramento e adeguamento sismico, con o senza passaggio di classe di rischio sismico, comprese la demolizione e la ricostruzione.
Durata detrazione5 anni, 4 anni per gli interventi partiti dal 01/01/2022.
Limite di spesa96.000 euro per unità immobiliare, su parti comuni per unità immobiliare e per le pertinenze.
BeneficiariPer gli interventi su immobili unifamiliari sono i soggetti IRPEF.

Per gli interventi su immobili plurifamiliari e condomini sono i soggetti IRPEF e IRES.

L’agevolazione non si applica agli immobili con categoria catastale A/1A/8 e A/9, con le eccezioni (FAQ 39 della guida superbonus).

Cosa riguardaInterventi su elementi strutturali, monitoraggio e spese accessorie.

Spese professionali per la classificazione dell’edificio.

Contenuto descrittivoDetrazione per consolidamento statico e miglioramento sismico.

Si applica anche alle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria necessarie al completamento dell’opera.

Gli interventi relativi al bonus casa concorrono al raggiungimento dello stesso massimale di spesa.

Le spese massime sono incrementate del 50% per interventi su edifici danneggiati da sisma.

La cessione del credito d’imposta alle imprese assicuratrici permette la detrazione fiscale del 90% del costo della polizza per rischio eventi calamitosi sottoscritta con l’impresa assicuratrice.

Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
ScadenzaEdificio unifamiliare:

30/06/2022;

31/12/2022 opere al 30% al 30/06/2022;

30/06/2022 per associazioni sportive;

31/12/2025 con detrazione 110% nei comuni colpiti da sisma.

Edificio da 2 a 4 unità:

31/12/2023;

31/12/2024 con detrazione 70%;

31/12/2025 con detrazione 65%;

31/12/2025 con detrazione 110% nei comuni colpiti da sisma.

Condominio:

31/12/2023;

31/12/2024 con detrazione 70%;

31/12/2025 con detrazione 65%;

30/06/2023 per IACP,

31/12/2023 per IACP con opere al 60% al 30/06/2023;

31/12/2025 con detrazione 110% nei comuni colpiti da sisma.

Interventi trainati 

1) Super ecobonus 110% – Ecobonus (art.14 Decreto legge n.63/2013)

Tipo di bonusInterventi di cui all’articolo 14 del Decreto legge n.63/2013 realizzati congiuntamente ad almeno uno degli interventi trainanti della categoria Super Ecobonus 110%.
Durata detrazione5 anni, 4 anni per gli interventi partiti dal 01/01/2022.
Limite di spesaDetrazione massima variabile a seconda dell’intervento
BeneficiariSoggetti IRPEF e soggetti IRES.

L’agevolazione non si applica agli immobili con categoria catastale A/1A/8 e A/9.

Cosa riguardaSpese per gli interventi comprensive di oneri per la progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Serramenti e infissi,
  • Schermature solari,
  • Isolamento involucro,
  • Caldaie a biomassa,
  • Caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A,
  • Generatori aria calda a condensazione,
  • Pompe di calore,
  • Sistemi ibridi,
  • Scaldacqua a pompe di calore,
  • Microcogenerazione,
  • Building automation,
  • Collettori solari.

Nota bene:

Gli interventi realizzati come trainanti godono del solo limite di spesa come trainante, e non anche di quello come trainato.

Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
ScadenzaDalla data di inizio lavori fino alla data di fine lavori degli interventi trainanti.

2) Super ecobonus 110% – Impianto fotovoltaico

Tipo di bonusInstallazione di pannelli fotovoltaici in abbinamento ad almeno uno degli interventi trainanti della categoria Super Ecobonus 110%.
Durata detrazione5 anni, 4 anni per gli interventi partiti dal 01/01/2022.
Limite di spesa48.000 euro di spesa massima distinta per fotovoltaico e accumulo.
BeneficiariSoggetti IRPEF e soggetti IRES.

L’agevolazione non si applica agli immobili con categoria catastale A/1A/8 e A/9.

Cosa riguardaPannelli fotovoltaici, batterie di accumulo e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Installazione di pannelli fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici.

Spesa massima 2.400 euro per kW, in caso di ristrutturazione edilizia 1.600 euro per kW.

  • Installazione anche non contestuale di sistemi di accumulo integrati negli impianti fotovoltaici.

Spesa massima 1.000 euro per kWh.

Nota bene:

La detrazione è subordinata alla cessione in favore del GSE dell’energia non autoconsumata.

L’incentivo non è cumulabile con lo scambio sul posto.

Questi interventi sono trainati anche dagli interventi del Sismabonus 110%.

Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
ScadenzaDalla data di inizio lavori fino alla data di fine lavori degli interventi trainanti.

3) Super ecobonus 110% – Colonnine di ricarica

Tipo di bonusInstallazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici in abbinamento ad almeno uno degli interventi trainanti della categoria Super Ecobonus 110%
Durata detrazione5 anni, 4 anni per gli interventi partiti dal 01/01/2022.
Limite di spesa2.000 euro di spesa per edifici unifamiliari,

1.500 euro di spesa fino a 8 colonne,

1.200 euro di spesa oltre 8 colonne,

BeneficiariSoggetti IRPEF e soggetti IRES.

L’agevolazione non si applica agli immobili con categoria catastale A/1A/8 e A/9.

Cosa riguardaColonnine, infrastrutture di ricarica e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Interventi di installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici
Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
ScadenzaDalla data di inizio lavori fino alla data di fine lavori degli interventi trainanti.

4) SUPER ECOBONUS 110% – BARRIERE ARCHITETTONICHE

Tipo di bonusEliminazione delle barriere architettoniche interne ed esterne ai sensi del Decreto Presidente della Repubblica n.917/1986 articolo 16-bis, comma 1 lettera e).
Durata detrazione5 anni, 4 anni per gli interventi partiti dal 01/01/2022.
Limite di spesa96.000 euro per unità immobiliare più le pertinenze.
BeneficiariSoggetti IRPEF e soggetti IRES sulla totalità delle parti comuni.

L’agevolazione non si applica agli immobili con categoria catastale A/1A/8 e A/9, con le eccezioni (FAQ 39 della guida superbonus).

Cosa riguardaEliminazione delle barriere architettoniche, ascensori, rampe, elevatori e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Interventi di eliminazione delle barriere architettoniche,
  • Realizzazione di strumenti idonei a favorire la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave, ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della Legge n.104 del 1992 – ascensori, montacarichi, elevatori esterni,
  • Sostituzione di gradini con rampe, sia negli edifici che nelle singole unità immobiliari.

Nota bene:

Questi interventi sono trainati anche dagli interventi del Sismabonus 110%.

Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
ScadenzaDalla data di inizio lavori fino alla data di fine lavori degli interventi trainanti.

Altri bonus risparmio energetico per casa, giardini e sisma

1) Bonus Verde 36%

Tipo di bonusSistemazione di verde e giardini.
Durata detrazione10 anni
Limite di spesa5.000 euro di spesa massima per unità immobiliare.
BeneficiariSoggetti IRPEF privati.
Cosa riguardaSpese per gli interventi comprensivi di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione.
Contenuto descrittivo
  • Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi.
  • Realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.
Cessione creditoNo.
Sconto in fatturaNo.
Scadenza31/12/2024

2) Bonus casa 50%

Tipo di bonus Bonus casa per interventi di ristrutturazione edilizia.
Durata detrazione10 anni
Limite di spesa96.000 euro di spesa massima.per unità immobiliare.
BeneficiariSoggetti IRPEF privati.
Cosa riguardaSpese per gli interventi comprensivi di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o utilizzo di fonti rinnovabili di energia ammessi alle detrazioni fiscali del 50% ai sensi dell’articolo 16-bis del Decreto Presidente della Repubblica n.917/86 e successive modifiche.
  • Manutenzione straordinaria.
  • Restauro e risanamento conservativo.
  • Ristrutturazione edilizia.
  • Manutenzione ordinaria su parti comuni.
  • L’utilizzo del bonus casa permette di usufruire della detrazione del 50% su mobili e grandi elettrodomestici per ulteriori 10.000 euro di spesa per il 2022 e di 5.000 euro di spesa per il 2023 e il 2024 (Bonus Mobili),
Cessione creditoSi dal 01/01/2020.
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020.
Scadenza31/12/2024

3) Sismabonus 50%

Tipo di bonusMiglioramento delle prestazioni sismiche per edifici situati in zona 1,2 e 3.
Durata detrazione5 anni
Limite di spesa96.000 euro per unità immobiliare.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES.

Le persone fisiche fuori dall’attività di impresa, arte o professione su edifici residenziali accedono al Superbonus 110%.

Cosa riguardaElementi strutturali e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Interventi sugli elementi strutturali che portano ad un miglioramento della vulnerabilità sismica dell’edificio.
  • La detrazione si applica anche agli interventi di categoria inferiore collegati al completamento dell’opera come la tinteggiatura, l’intonacatura, il rifacimento dei pavimenti ecc. (risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n 147/E del 29/11/2017),

Nota bene:

Anche gli interventi relativi al bonus casa concorrono al raggiungimento del tetto massimo di spesa.

Cessione creditoSi dal 01/01/2020.
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020.
Scadenza31/12/2024

4) Ecobonus 50%

Tipo di bonusSingole unità immobiliari o edifici.
Durata detrazione10 anni
Limite di spesaDetrazione variabile:
  • 30.000 euro,
  • 60.000 euro.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES.
Cosa riguardaInvolucro, impianto e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Serramenti e infissi.
  • Schermature solari.
  • Caldaie a biomassa.
  • Caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A.
Cessione creditoSi.
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020.
Scadenza31/12/2024

5) Bonus facciate 60%

Tipo di bonusRecupero e/o restauro della facciata esterna di immobili esistenti
Durata detrazione10 anni
Limite di spesaSenza limite di spesa.
BeneficiariSoggetti IRPEF privati.
Cosa riguardaSolo strutture verticali opache e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Per le facciate esterne di immobili situati in zona A o B ai sensi del Decreto Ministeriale n.1444 del 2 Aprile 1968, o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale ai regolamenti edilizi comunali.
  • Rifacimento intonaco.
  • Verniciatura.
  • Balconi.
  • Ornamenti e fregi.
  • Pulitura e tinteggiatura esterna.
  • Cappotto esterno limitatamente alle strutture verticali.
Cessione creditoSi dal 01/01/2020.
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020.
Scadenza31/12/2022

6) Ecobonus 65%

Tipo di bonusSingole unità immobiliari, intero edificio e parti comuni.
Durata detrazione10 anni
Limite di spesaDetrazione variabile:
  • 40.000 euro,
  • 60.000 euro,
  • 100.000 euro.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES.
Cosa riguardaInvolucro e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Interventi di isolamento termico dell’involucro.
  • Caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A con sistema di termoregolazione evoluto.
  • Riqualificazione globale dell’edificio.
  • Generatori di aria calda a condensazione.
  • Pompe di calore.
  • Scaldacqua a pompa di calore.
  • Collettori solari.
  • Generatori ibridi.
  • Sistemi di building automation.
  • Microgeneratori.
Cessione creditoSi.
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020.
Scadenza31/12/2024

7) Sismabonus 70%

Tipo di bonusSingole unità immobiliari con miglioramento di due classi di rischio sismico in zona 1,2 e 3.
Durata detrazione5 anni
Limite di spesa96.000 euro per unità immobiliare.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES.

Le persone fisiche fuori dall’attività di impresa, arte o professione su edifici residenziali accedono al Superbonus 110%.

Cosa riguardaElementi strutturali e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • La detrazione prevista per gli interventi antisismici che portano al miglioramento di 1 classe di rischio sismico.
  • La detrazione si applica anche agli interventi di categoria inferiore collegati al completamento dell’opera come la tinteggiatura, l’intonacatura, il rifacimento dei pavimenti ecc. (risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n 147/E del 29/11/2017),

Nota bene:

Anche gli interventi relativi al bonus casa concorrono al raggiungimento del tetto massimo di spesa.

Cessione creditoSi dal 01/01/2020.
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020.
Scadenza31/12/2024

8) Ecobonus condomini 70%

Tipo di bonusIsolamento termico delle parti comuni opache con incidenza superiore al 25%.
Durata detrazione10 anni
Limite di spesa40.000 euro di spesa massima per unità immobiliare.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES.
Cosa riguardaInvolucro e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Interventi su parti comuni dei condomini, coibentazione involucro con superficie interessata maggiore del 25% superficie disperdente.
  • Se eseguiti contestualmente, ed inseriti nella stessa relazione tecnica, anche sostituzione di schermature solari sulla stessa superficie di involucro oggetto di intervento ed interventi sugli impianti comuni.
Cessione creditoSi.
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020.
Scadenza31/12/2024

9) Bonus barriere architettoniche 75%

Tipo di bonusInterventi per ‘eliminazione delle barriere architettoniche.
Durata detrazione5 anni
Limite di spesaSpesa massima variabile:
  • 50.000 euro per gli edifici unifamiliari e le unità funzionalmente indipendenti,
  • 40.000 euro per unità immobiliare negli edifici da 2 a 8 unità immobiliari,
  • 30.000 euro per unità immobiliare negli edifici con più di 8 unità immobiliari.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES: edifici privati, edilizia residenziale pubblica sovvenzionata ed agevolata.
Cosa riguardaRimozione di ostacoli per la mobilità e automazione impianti.
Contenuto descrittivoInterventi per il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche in edifici esistenti che rispettino i requisiti del Decreto Ministeriale n.236/1989.

Sono agevolabili anche gli interventi di automazione degli impianti funzionali ad abbattere le barriere architettoniche e le spese correlate.

Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
Scadenza31/12/2022

10) Sismabonus condomini 75%

Tipo di bonusParti comuni con miglioramento di una classe di rischio sismico in zona 1,2 e 3.
Durata detrazione5 anni
Limite di spesa96.000 euro per unità immobiliare.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES.

Le persone fisiche fuori dall’attività di impresa, arte o professione su edifici residenziali accedono al Superbonus 110%.

Cosa riguardaElementi strutturali e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Interventi su parti comuni dei condomini
  • La detrazione prevista per gli interventi antisismici che portano al miglioramento di 1 classi di rischio sismico.
  • La detrazione si applica anche agli interventi di categoria inferiore collegati al completamento dell’opera come la tinteggiatura, l’intonacatura, il rifacimento dei pavimenti ecc. (risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n 147/E del 29/11/2017),

Nota bene:

Anche gli interventi relativi al bonus casa concorrono al raggiungimento del tetto massimo di spesa.

Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi
Scadenza31/12/2024

11) Ecobonus condomini 75%

Tipo di bonusIsolamento termico delle parti comuni opache con incidenza superiore al 25% e qualità dell’involucro media.
Durata detrazione10 anni
Limite di spesa40.000 euro di spesa massima per unità immobiliare.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES.
Cosa riguardaInvolucro e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Interventi su parti comuni dei condomini, con coibentazione involucro con superficie interessata maggiore del 25% superficie disperdente più qualità media dell’involucro.
  • Se eseguiti contestualmente, ed inseriti nella stessa relazione tecnica, anche sostituzione di schermature solari sulla stessa superficie di involucro oggetto di intervento ed interventi sugli impianti comuni.
Cessione creditoSi.
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020.
Scadenza31/12/2024

12) Risparmio Sismabonus 80%

Tipo di bonusSingole unità immobiliari con miglioramento di due classi di rischio sismico in zona 1,2 e 3.
Durata detrazione5 anni
Limite di spesa96.000 euro per unità immobiliare.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES.

Le persone fisiche fuori dall’attività di impresa, arte o professione su edifici residenziali accedono al Superbonus 110%.

Cosa riguardaElementi strutturali e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • La detrazione prevista per gli interventi antisismici che portano al miglioramento di 2 o più classi di rischio sismico.
  • La detrazione si applica anche agli interventi di categoria inferiore collegati al completamento dell’opera come la tinteggiatura, l’intonacatura, il rifacimento dei pavimenti ecc. (risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n 147/E del 29/11/2017),

Nota bene:

Anche gli interventi relativi al bonus casa concorrono al raggiungimento del tetto massimo di spesa.

Cessione creditoSi dal 01/01/2020.
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020.
Scadenza31/12/2024

13) Sismabonus condomini 80%

Tipo di bonusSingole unità immobiliari con miglioramento di due classi di rischio sismico in zona 1,2 e 3.
Durata detrazione5 anni
Limite di spesa96.000 euro per unità immobiliare.
BeneficiariSoggetti IRPEF e IRES.

Le persone fisiche fuori dall’attività di impresa, arte o professione su edifici residenziali accedono al Superbonus 110%.

Cosa riguardaElementi strutturali e spese accessorie comprensive di progettazione.
Contenuto descrittivo
  • Interventi su parti comuni dei condomini
  • La detrazione prevista per gli interventi antisismici che portano al miglioramento di 2 o più classi di rischio sismico.
  • La detrazione si applica anche agli interventi di categoria inferiore collegati al completamento dell’opera come la tinteggiatura, l’intonacatura, il rifacimento dei pavimenti ecc. (risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n 147/E del 29/11/2017),

Nota bene:

Anche gli interventi relativi al bonus casa concorrono al raggiungimento del tetto massimo di spesa.

Cessione creditoSi
Sconto in fatturaSi dal 01/01/2020
Scadenza31/12/2024

WHITEPAPER
Gli step chiave per realizzare un modello di Internal Audit intuitivo e sicuro
Amministrazione/Finanza/Controllo
CIO
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4