Fattura PA rifiutata, ecco come fare | Agenda Digitale

Esperto risponde

Fattura PA rifiutata, ecco come fare

Non è necessario emettere una nota di credito in caso di rifiuto di una fattura PA: vediamo per quale motivo

10 Apr 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Una società ha emesso una fattura alla pubblica amministrazione (ospedale) senza il CIG. La stessa è stata rifiutata dall’ospedale. La società ha provveduto a riemetterla correttamente con il CIG. Il problema è che nel sistema dell’Agenzia delle entrate risultano emesse due fatture, perché lo SDI ha accettato entrambe. Si può lasciare la situazione così, visto che il CIG è un dato obbligatorio. oppure deve essere fatta una nota di credito per la fattura sbagliata?

Giuseppe D.

RISPOSTA

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

Può lasciare la situazione com’è perché il Sistema di Interscambio, pur avendo ricevuto due fatture con lo stesso numero e data, ha una notifica di rifiuto da parte dell’Ospedale per la prima delle due, per cui considera valida solo la fattura che abbia o una notifica di accettazione o per cui siano trascorsi infruttuosamente i 15 giorni per il rifiuto (cioè la seconda).

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3