Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

esperto risponde

Fatture passive: come smistarle alle varie sedi operative di una società

05 Dic 2018

Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Un cliente Srl che ha più sedi dislocate sul territorio nazionale, ma tutte facenti riferimento alla stessa Partita Iva, vorrebbe smistare le fatture passive sui responsabili amministrativi delle varie sedi.

Come può organizzarsi per fare in modo che ciò avvenga?

RISPOSTA

Il recapito diretto è possibile sia alla pec che all’indirizzo telematico eventualmente prescelto. Il problema è che Lei non può registrare all’Agenzia delle Entrate più di un canale telematico, per cui l’inoltro alle varie sedi non può essere automatizzato, tranne che Lei non si doti di diversi indirizzi pec (o diversi Codici Destinatario), uno per ciascuna sede, e comunichi preventivamente a ciascun fornitore che dovesse emettere fattura nei vostri confronti, l’indirizzo telematico di ciascuna fattura.

Un modo alternativo potrebbe essere quello di utilizzare uno dei campi liberi  della fattura elettronica e chiedere ai fornitori  di inserire direttamente il codice corrispondente alla sede, affidando lo smistamento ad un software, predisposto da Voi ad hoc, che sia in grado di  interpretare il contenuto del predetto campo.

 

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4