Il vademecum

Sanzioni per fattura elettronica in ritardo, stop alla moratoria (ottobre 2019): tutti i codici errori e i casi da sapere

Errori e sanzioni intimoriscono i contribuenti soggetti all’obbligo di fattura elettronica. Di seguito tutte le sanzioni che attendono, dal primo luglio, chi tarda nell’emettere la fattura, ma anche l’elenco dei codici errore che lo SDI comunica in caso di sbagli involontari nella compilazione

07 Ott 2019
Daniele Tumietto

Dottore commercialista

fatturazione-170212231036

Sanzioni fattura elettronica, stop alla moratoria: dal primo ottobre non si può più sbagliare. Sono tanti gli errori che si può commettere facendo la fattura elettronica (con i relativi codice errore), con la possibile tagliola delle sanzioni per chi non rispetta i termini corretti di emissione del documento.

È finita a luglio la moratoria per le sanzioni, che quindi già erano piene ed effettive eccetto per chi fa la liquidazione periodica IVA con cadenza mensile, per i quali le sanzioni scattano dal primo ottobre 2019.

Con l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica, il legislatore aveva infatti previsto un naturale periodo di rodaggio della nuova tecnologia, stabilendo dunque un semestre esente da sanzioni, proprio per la probabilità che si possa tardare nell’emettere la fattura. Normale oltretutto che in questi primi mesi si facciano errori nell’inviare il documento, sbagli che vengono rilevati e indicati con codici diversi a seconda del dettaglio errato.

Ma il periodo di rodaggio è concluso. Dei seguito, per far chiarezza, tutte le scadenze, le sanzioni e i codici errore legati alla fatturazione elettronica.

Sanzioni per emissione tardiva della fattura elettronica dal primo ottobre

Chi emette in ritardo la fattura elettronica, è soggetto a sanzioni dal primo luglio o, per chi effettua la liquidazione periodica IVA con cadenza mensile, dal primo ottobre. Dal primo luglio inoltre i tempi per la fattura differita scendono a dieci giorni dalla data dell’operazione, mentre prima si poteva aspettare la scadenza della liquidazione Iva periodica.
Infatti, con il DL 119/2018 era stata prevista una moratoria delle sanzioni fino al 30 giugno 2019: le multe non si applicano se la fattura elettronica è emessa entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica dell’imposta, ovvero si applicano con riduzione dell’80% a condizione che la fattura elettronica sia emessa entro il termine di effettuazione della liquidazione dell’imposta del periodo successivo.
In sede di conversione in legge del predetto decreto, è stata poi aggiunta una norma che estende l’efficacia di tali disposizioni fino al 30 settembre 2019 per i contribuenti che effettuano la liquidazione periodica IVA con cadenza mensile (art.10 del DL 119/2018 convertito). Diverso il discorso per chi invece non emette la fattura elettronica e dunque evade il fisco.

Mancata emissione o ricezione della fattura elettronica 

Se la fattura elettronica non è stata emessa si applica la sanzione prevista dall’articolo del D.Lgs. n. 471/1997 che prevede una sanzione dal 90% al 180% dell’IVA relativa all’imponibile.
Tuttavia, problemi sorgono anche per chi non riceve la fattura elettronica e non fa nulla in proposito. Infatti, se la fattura elettronica tra privati non viene ricevuta dal cessionario/committente, quest’ultimo deve attivarsi direttamente procedendo all’emissione di una autofattura da inviare tramite il Sistema di interscambio con indicazione del tipo documento TD20. Questo sistema evita al cessionario o al committente di incorrere nelle sanzioni previste dall’articolo 6, comma 8 del D.Lgs. 417/97 che prevede una sanzione pari al 100% dell’imposta, con un minimo di 250 euro e fino a 2mila euro.
I comportamenti errati nella gestione della fatturazione elettronica tuttavia possono anche non essere dolosi ma colposi, è il caso per esempio degli errori involontari. A situazioni di questo genere si può – e si deve – porre rimedio.

Errori involontari nella fattura elettronica, come rimediare

Come si può evitare una sanzione, se ci si rende conto di aver sbagliato involontariamente nel fare fattura elettronica? La soluzione è semplice. Basta infatti procedere all’emissione di una nota di credito a storno della fattura elettronica e alla riammissione della stessa, con nuova numerazione, correggendo l’errore inserito nella precedente fattura. Sbagliare è concesso, ma la correzione va eseguita tracciando tutto il percorso che si compie nel sistemare il problema, per non lasciare zone d’ombra.
Se l’errore è involontario, può sorgere il dubbio che quindi non ci si renda conto di aver sbagliato, con il timore di incorrere in sanzioni. Questa situazione si può evitare in due modi:
  • codice errore da parte del Sistema di interscambio, diverso a seconda dell’errore che si è commesso
  • procedendo al controllo di gestione che fa emergere un errore che non ha portato allo scarto della fattura elettronica in sede di trasmissione allo SDI ma che è emerso nell’ambito di un normale controllo contabile/amministrativo (ad esempio in sede di liquidazione dell’IVA periodica dovuta).

Codice di errore della fattura elettronica

Dunque se si sbaglia nel fare fattura elettronica, un’eventualità è che il Sistema di interscambio segnali un codice errore. I codici sono diversi e indicano differenti errori rilevati.

Problemi nel file della fattura elettronica (codice errore 00200 e altri)

Quattro codici identificano problemi nel nome del file, nelle sue dimensioni o integrità.

  • Codice 00001, nome file non valido: il file da inviare al Sistema di interscambio deve rispettare la regola per cui il nome file deve essere formato da IT, identificativo fiscale soggetto emittente, simbolo ( _ ) underscore, progressivo alfanumerico da 5 caratteri, formato xml.
  • Codice 00002, nome file duplicato: il nome file è stato già inviato in precedenza
  • Codice 00003, le dimensioni del file superano quelle ammesse : il file trasmesso allo SdI è più grande di 5Mb
  • Codice 00102, file non integro: il file è stato manomesso o aperto prima dell’invio al SdI e risulta pertanto compromesso.
  • Codice errore 00200, il file non è conforme al formato. Succede quando il file documento da inviare non rispetta la conformità al formato FatturaPa. SdI controlla la corrispondenza con lo schema XML e se ci sono i dati che sono obbligatori.

Errori nella natura, nella data di emissione e nel codice fiscale / partita IVA (codice errore 00400 e altri)

I codici errore che segnalano errori nelle aliquote o negli identificativi fiscali sono:

  • Codice 00400, natura non presente a fronte di aliquota IVA pari a zero: il file contiene aliquota a zero quindi in esenzione, ma non è stata specificata la Natura dell’esenzione;
  • Codice 00401, natura presente a fronte di aliquota IVA diversa da zero: il file contiene un’aliquota diversa da zero ma è stata inserita una natura non soggetta o esente;
  • Codice 00403, data successiva alla data di ricezione: il file contiene una data successiva a quella dell’invio;
  • Codice 00411, 00413, 00414, 00415, il file contiene valori di aliquote IVA, ritenute o natura non coerenti;
  • Codice 00417, identificativo Fiscale IVA e Codice Fiscale non valorizzati: il file non contiene Partita Iva e/o Codice Fiscale del Mittente della fattura;
  • Codice 00418, data antecedente a data: il file contiene una data antecedente ad un documento già inviato ad esso collegato

Errori nel valore o nel numero della fattura elettronica (codice errore 00422 e altri)

Vengono individuati anche errori nel calcolo dell’imposta della fattura elettronica o se manca il numero progressivo, ma anche nell’indicazione dei decimali del valore:

  • Codice 00421, imposta non calcolata secondo le specifiche tecniche: il valore dell’imposta con i decimali deve essere separata dall’intero con il simbolo del  punto;
  • Codice 00422, codice 00423, codice 00424: il valore dell’importo con i decimali, delle quantità con decimali, percentuale imposta con decimali, devono essere separatati dall’intero con il simbolo del punto;
  • Codice 00425, numero non contenente caratteri numerici: il file è privo di numero progressivo
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3