Il settore

Fattura elettronica in agenzie di viaggi, hotel e b&b: regole e obblighi

Nel mondo del turismo non sempre è obbligatorio fare fattura elettronica. Data la mancanza di una disciplina normativa uniforme, gli operatori delle strutture ricettive si trovano alle prese con dubbi e timori di sanzioni, lo stesso succede per le agenzie di viaggi e i tour operator

05 Apr 2019
hotel-65044_1920

L’obbligo di fattura elettronica per agenzie di viaggi e bed&breakfast non sempre si impone. La tecnologia ha avuto un impatto variegato sul settore di hotel e strutture ricettive, perché l’ambito include mondi totalmente diversi dal punto di vista strutturale e fiscale. Negli ultimi anni poi hanno preso piede strutture particolari come guesthouse o appartamenti in affitto per brevissimo tempo, che non sono gestite in modo imprenditoriale pur se in alcuni casi di fatto è così. Vi è poi tra gli operatori anche qualche dubbio su come gestire il rapporto tra fatturazione elettronica e agenzie di viaggio.

Fattura elettronica bed&breakfast

Al di là degli hotel tradizionali, si stanno diffondendo sempre di più per i turisti diverse possibilità, dalle guesthouse a conduzione familiare agli appartamenti affittati temporaneamente tramite vari sistemi, tra cui Airbnb. Un mondo in cui c’è una certa confusione normativa: “Per questo ambito manca una legge precisa che lo disciplini – spiega ad agendadigitale.eu Claudio Pucci, vicepresidente di Unimpresa con delega al Fisco -. Tuttavia sono strumenti che incentivano molto l’attività turistica nel nostro Paese, perciò eventuali normative future dovranno essere ben ponderate. Certo il fatto che il settore non sia disciplinato uniformemente porta alla nascita di problematiche”. Soprattutto di natura fiscale.

WHITEPAPER
Turismo e innovazione: 5 possibili trend per la rinascita del travel
Turismo/Hospitality/Food

Per esempio, tanti sono i dubbi degli operatori riguardo alla fattura elettronica. Il proprietario di un immobile che affitta il suo appartamento ai turisti deve fare fattura elettronica? “I proprietari di strutture ricettive che svolgono la propria attività in forma non imprenditoriale non sono soggetti all’obbligo di emissione della fattura elettronica – racconta il commercialista ed esperto di standard Daniele Tumietto -. Ma attenzione: va fatta al superamento del limite rappresentato dall’importo di 5.000 euro di introiti annui”. Questo perché oltre quella soglia scatta l’obbligo di apertura della partita IVA. In quel caso “eventualmente si può scegliere uno dei regimi di vantaggio che sono esonerati dall’obbligo di emissione della fattura elettronica”, aggiunge l’esperto.

Da sottolineare poi che la fatturazione elettronica riguarda solo “le operazioni effettuate tra soggetti residenti stabiliti ai fini IVA nel territorio dello Stato italiano. Dunque sono escluse le prestazioni di servizi effettuate nei confronti di soggetti che non sono stabiliti ai fini IVA in Italia, nonché le operazioni ricevute da questi soggetti”, sottolinea Tumietto.

Dunque risulta evidente che “una buona fascia di strutture alberghiere resta fuori dall’obbligo, tutte quelle attività ricettive che non sono svolte in forma non imprenditoriale”, precisa Pucci. Resta il fatto che numerosi proprietari arrivano a gestire gli affitti anche di decine di abitazioni, dunque svolgendo attività imprenditoriale pur non essendo così sulla carta. A livello di normativa, spiega Pucci, “si potrebbe fare per esempio che se non sei imprenditore puoi mettere in locazione fino a cinque appartamenti”.

Fattura elettronica hotel

Diverso il caso di un hotel: la fattura elettronica per gli alberghi è contemplata in quanto si tratta di un’attività imprenditoriale.

In generale, per semplificare, le strutture ricettive che già facevano fattura ora devono farla in formato elettronico. Per Pucci, si fa un po’ più fatica nel caso “di clienti che hanno necessità di ricevere la fattura, come i dipendenti mandati dalle aziende che devono rendicontare le spese. In questo caso è un impegno importante per le strutture, le quali si sono attrezzate con piattaforma di categoria che sembrano dare una risposta positiva“. La sostanza è che “è cambiato il metodo di lavorazione della parte amministrativa, ora bisogna raccogliere tutti i dati e il codice univoco, è un po’ più complesso”.

Fatturazione agenzie di viaggio

Le agenzie di viaggio non sono obbligate a fare fattura elettronica, perché “per la particolare tipicità dell’attività esercitata hanno rapporti con soggetti privati che non possono detrarre l’imposta. Ed è per questo motivo che essi possono certificare i corrispettivi mediante il rilascio di uno scontrino fiscale o una ricevuta fiscale“, racconta Tumietto. L’articolo 24 del DPR 633/1972 impone che i commercianti al minuto, e coloro che esercitano attività assimilate (ai sensi dell’art.22 del DPR 633/1972 Commercio al minuto e attività assimilate) “possono istituire e tenere un apposito registro in cui annotare il totale complessivo dei corrispettivi relativi alle operazioni realizzate in ciascun giorno, distinti per aliquote (in luogo del registro delle fatture)”, spiega Daniele Tumietto. Nel registro vanno annotate anche le prestazioni effettuate da agenzie di viaggio e turismo ai sensi dell’articolo 74-ter del DPR 633/1972.

Le agenzie devono però emettere fattura se il cliente la chiede, “non oltre il momento di effettuazione dell’operazione (ai sensi dell’art.6 del DPR 633/1972)” ricorda Tumietto. Se vengono fatte fatture, il contribuente “potrà ricomprendere gli importi delle fatture, al lordo dell’imposta, nell’ammontare complessivo giornaliero, riportando sul registro dei corrispettivi una dicitura del tipo «comprese le fatture dal n….. al n…..» (ai sensi della circolare 3/1973 dell’Agenzia delle entrate), in alternativa all’annotazione nel registro delle vendite”. Il motivo è che questi soggetti possono tenere il registro delle fatture previsto all’articolo 23 del decreto Iva, per cui in tal caso devono annotare le fatture emesse solo su questo registro. Una possibilità che diventa obbligo in caso di fatturazione differita. Inoltre, “anche in caso di ventilazione dei corrispettivi le fatture emesse, annotate separatamente sul registro dei corrispettivi, devono essere distinte per aliquota”, precisa Tumietto.

Cosa deve fare l’agenzia di viaggi organizzatrice

Come precisato dall’esperto Tumietto,  un’agenzia di viaggi organizzatrice deve:

  • compilare la fattura elettronica ordinaria (TD01), indicando che la stessa è emessa per conto dell’agenzia viaggi intermediaria,
  • compilare i blocchi “Terzo Intermediario o Soggetto emittente” e “Soggetto emittente”,
  • inserire il codice natura, al posto dell’aliquota Iva, N6 se la fattura riguarda operazioni imponibili o N3 se la fattura riguarda operazioni non imponibili.
  • Per l’emissione di una fattura per conto terzi, disciplinata dall’art.21 del DPR 633/72 non è prevista alcuna comunicazione o delega da trasmettere all’Agenzia delle entrate.

Per compilare la fattura elettronica, i consigli del commercialista sono i seguenti:

  • nel campo 1.2 Dati relativi al cedente/prestatore (fornitore) vanno inseriti i dati di chi emette la fattura, quindi sarebbe Tour Operator;
  • nel campo 1.4 Dati relativi al cessionario/committente (cliente) vanno inseriti i dati del Tour Operator;
  • nel campo 1.6 Fattura emessa da un soggetto diverso dal cedente/prestatore occorre scegliere “CC” in quanto emessa dal cessionario/committente;
  • il campo «Natura» deve essere compilato con il codice N5 anche per le fatture emesse senza separata indicazione dell’imposta (art. 74-ter del DPR 633/1972) dalle agenzie di viaggio e turismo.
  • Su tali documenti, infatti, deve essere riportata l’annotazione «regime del margine – agenzie di viaggio» (art.21, co.6, let.e) del DPR 633/1972).

Si precisa, inoltre, che “poiché in tali tipologie di fatture il cedente/prestatore non indica separatamente l’imposta (Iva), il campo del tracciato denominato «ImponibileImporto» deve riportare il valore dell’imponibile comprensivo di Iva“, aggiunge Tumietto.

Fattura elettronica tour operator

Lo Sdi consegna la fattura elettronica alla PEC o codice destinatario indicati nella fattura. Tuttavia, “nel caso di fattura emessa dal tour operator per conto dell’agenzia di viaggi intermediaria, qualora nella fattura elettronica sia riportato l’indirizzo telematico dell’agenzia di viaggi intermediaria, lo SDI consegnerà a tale indirizzo la fattura, salvo il caso in cui il tour operator abbia utilizzato il servizio di registrazione presente nel portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle entrate, ovvero abbia inserito il proprio indirizzo telematico come indirizzo del destinatario della fattura”, fa presente Tumietto.

In base al DM 340/1999, il tour operator deve comunicare all’agenzia di viaggi intermediaria di avere emesso la fattura e può trasmettere per mail copia del file XML o PDF.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati