Lotta alle disuguaglianze

Africa, come le nuove piattaforme aiutano a esercitare la giustizia

La piattaforma Sheria Kiganjani in Tanzania incoraggia a chiedere una consulenza legale, il sito web Kenya Law fornisce un database di casi e aggiornamenti sulla legge, la piattaforma Ardhi Sasa è specializzata sulle questioni fondiarie: esempi pratici del binomio legge e tecnologia in Africa

16 Set 2022
Maria Angela Maina

ricercatrice The Thinking Watermill Society

IA e giustizia

“I computer prenderanno il posto di alcune attività legali e la pratica legale si concentrerà sempre di più sulla consulenza”: la previsione del vicepresidente esecutivo e consigliere generale di MetLife, Ricardo Anzaldua, è destinata ad avverarsi?

Rèdaction Africanews ha recentemente realizzato un’intervista a Neema Magimba, avvocato tanzaniano cofondatore della piattaforma Sheria Kiganjani. La sua piattaforma offre alle persone con difficoltà economiche e lontane dai centri abitati l’accesso ai servizi legali, con particolare attenzione a specifici ambiti del diritto che sono comuni in Tanzania.

La storia di Sheria Kiganjani ci fa domandare quali siano i vantaggi che la società può trarre dal rapporto tra legge e tecnologia oggi, specialmente in Africa.

L’Intelligenza Artificiale nei sistemi sanitari africani: stato dell’arte e nodi da sciogliere

Un migliore accesso ai servizi legali

Le piattaforme digitali per i servizi legali forniscono un’interfaccia di facile utilizzo in grado di rafforzare il diritto di accesso alla giustizia. Tale diritto rientra nell’alveo dei diritti umani ed implica la possibilità di esercitare i propri diritti, contestare le violazioni e chiedere informazioni ai soggetti istituzionali che adottano le decisioni. Tali piattaforme offrono ai cittadini l’opportunità di richiedere consulenze legali a distanza da parte degli avvocati e di essere adeguatamente informati ed istruiti sui loro diritti e doveri.

WHITEPAPER
Vantaggi economici, flessibilità e scalabilità: perché scegliere il cloud oggi!
Cloud
Digital Transformation

Piattaforme come Sheria Kiganjani in Tanzania rafforzano il diritto di accesso alla giustizia per i cittadini delle aree più remote. La piattaforma incoraggia i cittadini a chiedere una consulenza legale piuttosto che affidarsi ai metodi tradizionali di risoluzione delle controverse, spesso ingiusti (in alcuni Stati africani), che sono ormai parte degli ordinamenti giuridici nazionali.

L’agenzia Legalese in Sudafrica è un altro esempio di miglioramento dell’accesso ai servizi legali per le imprese creative, per le start-up e le imprese tecnologiche. Questa agenzia sembra abbattere gli aspetti che possono intimidire della professione legale, fornendo una serie di soluzioni legali a settori nuovi e unici, come il gioco, il business della cannabis e il diritto dei social media. Le piattaforme digitali danno ai cittadini la possibilità di scegliere lo studio legale, l’associato o il consulente legale più adatto per ottenere il risultato desiderato.

L’integrazione delle procedure giudiziali

I progressi della medicina legale hanno avuto un impatto sulla pratica del diritto penale grazie alla tecnologia che integra la costruzione di casi solidi da entrambe le parti in un procedimento giudiziario.

La tecnologia forense viene utilizzata per condurre analisi digitali, nonché analisi delle tracce di sangue, dei test del DNA e dei rapporti balistici. Nonostante la complessità dell’uso della scienza nelle aule di tribunale, la scienza forense in Africa ha fatto rilasciare persone accusate ingiustamente e identificare i veri colpevoli. Il sistema giudiziario del Ghana utilizza la scienza forense dal 2011. Nel 2017, la Corte d’appello del Ghana ha annullato la condanna in primo grado di un imputato sulla base di un test del DNA che aveva danneggiato la credibilità della vittima.

Inoltre, ora è anche più semplice e veloce per gli ufficiali giudiziari celebrare i processi attraverso l’e-proceeding o le udienze online, che sono diventate pienamente operative a seguito della pandemia da COVID-19. L’UNDOC ha osservato che un sistema di gestione dei casi efficiente e solido è in grado di contribuire a migliorare l’efficacia e l’integrità del sistema giudiziario e legale nazionale.

Oggi, numerosi Stati africani dispongono di piattaforme online dove si svolgono i processi telematici, si ricevono le osservazioni dei tribunali e si pubblicano le mozioni, superando così il tradizionale metodo di dettatura orale precedentemente esistente. Ad esempio, la Corte di Giustizia dell’Africa orientale ha un proprio sito web centrale che consente l’accesso al ruolo, ai sotto ruoli, ai cataloghi dei casi, realizzando in tal modo un Tribunale elettronico, senza carta.

Inoltre, solo in Kenya esistono: il sito web Kenya Law per la ricerca di casi e aggiornamenti sulla legge; la piattaforma Ardhi Sasa per le questioni fondiarie; il sito web Judiciary E-Filing per l’archiviazione dei casi e il pagamento delle tasse giudiziarie tramite M-Pesa (ovvero il sistema di pagamento attraverso i telefoni mobili), che contribuiscono a migliorare le procedure giudiziarie. Oggi i processi richiedono molto meno tempo, il che migliora la distribuzione della giustizia grazie all’utilizzo di questi sistemi elettronici di gestione dei casi.

Advocacy su diritti e rimedi giurisdizionali

Grazie alle piattaforme di advocacy create da avvocati e attivisti, i cittadini possono accedere a informazioni sui loro diritti in pochi secondi. L’organizzazione no-profit Bare Foot Law (il nome è esplicativo circa le finalità) in Uganda ospita una piattaforma che fornisce alle persone informazioni legali gratuite al fine di ottenere soluzioni legali per le proprie esigenze di giustizia. Il loro sito web indica che grazie a questa piattaforma sono state aiutate un totale di 813.406 persone, con ben 22.791 casi risolti. Tra le testimonianze raccolte, una di queste afferma che si tratta di “una piattaforma molto potente per l’uomo comune”. Bare Foot Law spera di raggiungere 50 milioni di persone entro il 2030.

La piattaforma di advocay e politica Speak Up Africa ha sede in Senegal, ma la sua influenza si estende in tutte l’Africa. Il suo raggio d’azione consente di coinvolgere tutti i livelli della società e tutte le parti interessate al fine di promuovere riforme della salute pubblica e dello sviluppo sostenibile nella regione. A titolo esemplificativo, di recente ha condotto una campagna per colmare le lacune nella gestione dell’igiene mestruale in Senegal.

I vantaggi per gli studi legali

Velocità ed efficienza sono le parole d’ordine della tecnologia. Non sorprende quindi che oggi sia più veloce anche per gli avvocati esercitare la propria professione. La gestione dello studio legale è resa più semplice da software online come Quickbooks per la contabilità e il Cloud Computing per l’archiviazione di documenti di backup scansionati.

Gli avvocati possono anche interagire con altri colleghi a livello internazionale, il che incoraggia notevolmente lo sviluppo del diritto. In alcune giurisdizioni (cioè in alcuni Paesi) le relazioni possono essere valutate online in un formato leggibile. Ciò va a vantaggio soprattutto degli avvocati e, naturalmente, degli altri membri della società che potrebbero essere interessati a valutare i rapporti giudiziari. Ciò contribuisce anche allo sviluppo del diritto.

La sfida del divario digitale

È facile pensare che oggi tutti abbiano accesso a Internet, visto che 5 miliardi di persone nel mondo lo hanno. Purtroppo non è così: le statistiche del 2021 mostrano che in Africa solo il 33% della popolazione ha avuto accesso a internet, il che indica che il resto della popolazione non è stata in grado di beneficiare dei risultati del rapporto tra legge e tecnologia.

Le statistiche sugli utenti di internet nel 2022 presentano ulteriori divari da Stato a Stato. Il Marocco ospita l’84,1% degli utenti di Internet (il più alto), rispetto al 7,1% della Repubblica Centrafricana (RCA).  Evidentemente, sarebbe difficile vedere risultati nel sistema giudiziario della RCA, anche se la Corte Penale Speciale (SCC), un tribunale ibrido sostenuto dalle Nazioni Unite, ha recentemente lanciato il suo primo processo. Sebbene infatti la Corte penale speciale si occupi di condurre campagne di sensibilizzazione sul proprio sito web, è probabile che la maggior parte della popolazione della RCA non sia in grado di accedervi.

Una nota positiva è che la Banca Mondiale intende aiutare l’Africa a raggiungere la connettività Internet universale entro il 2030, il che richiederà investimenti per quasi 100 miliardi di dollari.

Conclusioni

I critici sostengono che la tecnologia potrebbe rendere obsoleti i servizi legali. Ciò non è vero, in quanto la pratica legale si traduce in una rete di intelligenza intellettuale ed emotiva che ad oggi non può essere riprodotta artificialmente.

Il ragionamento legale si evolve di pari passo con il crescere delle dinamiche delle relazioni tra gli esseri umani. La tecnologia continuerà a penetrare nel campo legale e questo è un aspetto che non possiamo controllare. Tuttavia, abbiamo la responsabilità di evitare il suo abuso nel perseguimento della giustizia. Gli operatori del settore legale e tecnologico devono collaborare per esercitare la discrezione sulla necessità della tecnologia in alcuni aspetti, piuttosto che usarla come risposta ad ogni problema.

Abbiamo visto le preoccupazioni che emergono sulla scarsa regolamentazione dei dati, sul diritto alla privacy e sulla sicurezza informatica in Africa. Purtroppo, questa è solo la punta dell’iceberg del continuo progresso tecnologico. Un equilibrio tra tecnologia e spirito umano è necessario per l’applicazione della legge e dell’ordine, ora e per l’avvenire. Per il bene della giustizia, l’una non deve prevalere sull’altro.

WHITEPAPER
Cloud migration: qual è l'approccio vincente?
Cloud
Cloud storage
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4