Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Dècina: “Difficile risolvere il digital divide entro il 2013”

22 Gen 2013

Maurizio Dècina


Benvenuta Agenda digitale, le ultime norme sono una svolta rispetto agli ultimi anni. Vedo tante cose innovative, come la parte sulle startup, il documento unificato. Altri aspetti erano già acquisiti, per quanto riguarda la semplificazione burocratica nella posta della fibra, per esempio. Il decreto Crescita 2.0 va nella giusta direzione, ma vedo anche alcune lacune. In particolare per l’assenza dell’ecommerce, del tema della sicurezza, dell’alfabetizzazione.

Adesso comincia l’opera più difficile. Su come e vogliamo realizzare questo grande piano per il digitale. Temo che non sarà facile far collaborare la Pa. Ed è anche un obiettivo complesso risolvere il digital divide banda larga entro il 2013- 4 milioni di persone-, nonostante i fondi siano già disponibili.

Articoli correlati