sovranità digitale

Structura-X, il cloud interoperabile europeo: ecco perché è un progetto da seguire

Sono 28 le aziende che aderiscono al progetto Structura-X, che si pone l’obiettivo di raggiungere la sovranità dei dati europei attraverso l’uso di tecnologie basate su open-source. Ancora è presto valutarne l’effettivo impatto, ma le premesse fanno ben sperare

06 Mag 2022
Antonio Cisternino

Università di Pisa

cloud - Strategia Cloud Italia - Gaia-X

Durante il summit del progetto Gaia-X a novembre 2021 sette cloud provider europei (Atos, Aruba.it, DE-CIX, Deutsche Telekom, Engineering, Noovle, e TOP-IX) hanno cominciato un percorso, consorziandosi in Structura-X, per definire cloud interoperabili in accordo a specifiche condivise che consentano ai provider europei di competere con i giganti Americani federando le proprie infrastrutture. Da allora si sono aggiunti altri 21 soggetti alla federazione che attualmente si identifica attorno all’idea di riconquistare la sovranità dei dati europei attraverso l’uso di tecnologie basate su open-source per federare servizi cloud in modo sostenibili, consentendo interoperabilità, prestando attenzione alla sicurezza e abilitando i servizi secondo una logica di privacy by design.

Gaia-X, in crisi il cloud europeo? Le sfide da superare, con l’ingerenza delle big tech

Non si trova molto in rete sul progetto a parte la lista dei 28 aderenti e qualche affermazione di principio, ma il gruppo persegue l’ambizioso obiettivo di rilasciare i primi risultati entro la fine dell’anno.

Gli ingredienti alla base del progetto Structura-X

Negli ultimi mesi il disastro di log4j che ha evidenziato punti deboli dell’approccio open-source in termini di cybersecurity, e più recentemente l’annuncio del Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen relativamente ad un primo accordo trovato con il Presidente USA per lo spostamento dei dati sull’asse transatlantico, pongono interessanti domande sugli ingredienti alla base del progetto Gaia-X e di conseguenza su Structura-X.

WEBINAR
12 Ottobre 2022 - 11:00
5 best practice per un cloud journey di successo!
Cloud
Datacenter

Infine, molti dei principi sulla sovranità digitale che motivano iniziative come Structura-X saranno inevitabilmente condizionate dalla gara del Polo Strategico Nazionale il cui termine per la presentazione delle offerte si è concluso il 21/3 e che a breve porterà all’aggiudicazione e di conseguenza all’avvio dei lavori.

La questione log4j

Si è scritto tanto a fine 2021 sulla vulnerabilità di log4j e non voglio concentrarmi sul problema specifico, ma in molti commentatori hanno acceso l’attenzione sul problema della relazione tra software open-source e aspetti di sicurezza. Il modello di sviluppo open-source è da sempre molto apprezzato da un punto di vista della sicurezza poiché la possibilità di analizzare il codice consente di condividere il processo di analisi con una comunità in linea di principio ampia. Ma bug come quello di log4j riguardano librerie meno critiche e difficilmente analizzate con occhio attento da un punto di vista della sicurezza, potenzialmente disseminando indirettamente numerosi software di vulnerabilità che se individuate tardi possono avere un grande impatto prima che siano individuati e corretti.

Il modello di aggregazione del software basato su package manager che includono centinaia di librerie che non vengono analizzate individualmente e contribuiscono ad introdurre potenziali vulnerabilità in software molto diffusi.

Queste considerazioni non implicano giudizi di merito su open source, tutt’altro, è assolutamente vero che la comunità e l’ispezione dei codici sorgenti renda possibile una migliore qualità del software, ma la storia di log4j ha evidenziato nuove sfide nel come il software possa essere validato nella sua gestione per assicurare adeguati livelli di sicurezza nel software.

La scelta di Structura-X di poggiare il proprio lavoro su open-source implica un lavoro di sviluppo software e verifica dei software utilizzati che non può limitarsi alla semplice compilazione di sorgenti di cui si ha una scarsa comprensione. La federazione sarà messa alla prova sul tema della sicurezza, e le comunità open-source che sapranno supportare saranno cruciali per creare un ecosistema capace di assicurare una sovranità digitale che sia allo stato dell’arte.

Dati transatlantici

La guerra in Ucraina ha contribuito a rivedere assetti ricompattando i paesi occidentali per far fronte comune alle azioni intraprese dalla Russia. Non solo la NATO ma anche le relazioni tra Europa e Stati Uniti si sono un po’ rafforzato creando le condizioni per superare divergenze crescenti che hanno caratterizzato l’ultimo decennio. Con la bocciatura del Privacy Shield da parte della corte di giustizia europea si era creato un clima di diffidenza nel trattamento dei dati personali tra Europa e Stati Uniti che ha contribuito a movimenti volti ad assicurare la sovranità digitale.

Il recente annuncio di Biden e von der Leyen relativamente alla nuova intesa avrà conseguenze tutte da comprendere, e sarà cruciale analizzare l’effettiva implementazione del nuovo accordo e come la corte di giustizia europea la accoglierà. Sicuramente il solo annuncio ha generato ottimismo, inevitabilmente condizionando la percezione di consorzi come Gaia-X e Structura-X con la potenziale piena riabilitazione dei cloud hyperscaler americani.

Se la federazione sarà capace di promuovere API condivise e tecnologie allo stato dell’arte il risultato potrebbe condizionare i grandi cloud americani offrendo una prospettiva più solida ai cloud provider del vecchio continente, situazione assolutamente auspicabile.

Va però sottolineato che l’evoluzione tecnologica può essere frenata da standard e comitati, e come nel caso di Gaia-X dove sono apparse le prime crepe, anche nel caso di Structura-X sarà importante la promozione di tecnologie capaci di evolvere agilmente nel tempo, altrimenti il rischio è che la federazione divenga un freno alla crescita e pertanto gradualmente abbandonata.

La federazione del futuro

I consorzi di aziende hanno storicamente faticato a produrre tecnologia, ma non è detto che questo sia il destino di Structura-X. Sicuramente esiste il problema della portabilità dei servizi cloud, ma sarebbe riduttivo limitarsi a pensarlo solo legato alle API, dimenticandosi che le prestazioni di un particolare servizio possano variare da un ente federato all’altro: una API per gli assistenti vocali non rende Alexa, Siri, e Google assistenti vocali equivalenti.

Ad oggi è presto valutare l’effettivo impatto che la federazione Structura-X avrà nel mondo reale, ma è sicuramente un progetto da seguire e, qualora divenga un repository open-source, a cui contribuire.

WEBINAR
13 Ottobre 2022 - 10:00
Strutturare una comunicazione efficace tra la Forza di Vendita ed il Customer Service: scopri come!
Cloud
CRM
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4