quotazioni

Bitcoin e criptovalute, il quadro si complica: rischi e scenari in attesa delle regole

Al momento, la corsa delle quotazioni sembra essersi fermata, ma non è detto che a breve le criptovalute non rialzino la testa per un nuovo rally. Nazioni Unite e Commissione Ue spingono per la regolazione, ma alla luce di ecosistema per natura globale, le difficoltà non possono essere ignorate. Il punto

16 Set 2022
Mario Dal Co

Economista e manager, già direttore dell’Agenzia per l’innovazione

La pandemia è stata il trionfo delle quotazioni di bitcoin e delle criptovalute, con un ciclo che ha seguito e ampliato quello delle aziende hi-tech rappresentato dal Nasdaq.

Come sempre, però, quando il rally delle quotazioni finisce e improvvisamente e drammaticamente si inverte l’andamento dei corsi, si riapre la discussione se tale crisi sia temporanea o definitiva. Vedremo come la volatilità delle quotazioni di bitcoin è certamente uno dei suoi limiti, ma ciò non toglie che nel lungo andare l’investimento in quella criptovaluta rimanga ad alto rendimento.

What's behind the sharp drop in Bitcoin's value? | Inside Story

Ora ci troviamo in una condizione di piccole oscillazioni, e già si riaffacciano i primi timidi auspici della ripresa.

Forse anche per questo motivo le autorità internazionali, come le Nazioni Unite e la Commissione Europea, spingono per la regolazione.

La corsa del toro si è fermata

La volatilità di Bitcoin è un multiplo di quella del Nasdaq: negli ultimi 30 mesi, ossia dall’inizio della pandemia, Bitcoin è salito da 7.894 euro (gennaio 2020) a 21.595 euro (agosto 2022) con un aumento di oltre il 200% contro il 64% del Nasdaq, passando per tre picchi: a marzo 2021(+616%), a novembre 2021 (+688%) e marzo 2022 (+ 481%). Naturalmente questo significa che tra novembre 2021 e oggi il valore è diminuito del 62%, una perdita difficile da sostenere se non si hanno le spalle finanziarie robuste. La galoppata delle criptovalute durante la pandemia è stata spiegata da vari autori con la crisi della fiducia nel sistema economico-finanziario esposto alle limitazioni della crisi sanitaria globale, e con la parallela fiducia crescente nel digitale: le quotazioni di Bitcoin sono così salite sulla stessa onda su cui facevano il surf le piattaforme internet e i social network. Una recente analisi ha individuato la correlazione tra quotazioni di bitcoin e i commenti dei media di informazione, trovando che tre aree tematiche sono certamente correlate alle quotazioni di Bitcoin:

WHITEPAPER
Le fasi del mining: stabilire un obiettivo e la criptovaluta. Scopri di più
Blockchain
Criptovalute
  • i commenti sui cripto crimini,
  • quelli sulla governance delle criptovalute
  • quelli sull’andamento finanziario delle criptovalute[1].

Il precipizio apertosi nel mese di novembre 2021 ha visto bitcoin anticipare il movimento ribassista che ha coinvolto la borsa e in particolare l’hi-tech.

Tornado Cash bandito negli Usa, perché così le cripto sono a una svolta

Poi, a partire da fine febbraio del 2022, per un momento è sembrato che la guerra scatenata dalla Russia contro l’Ucraina dovesse portare a un forte recupero delle criptovalute[2]. Infatti, le popolazioni coinvolte nella guerra, dove il sistema finanziario si inceppava tra mille difficoltà e impedimenti, stavano usando le criptovalute come soluzione di ripiego, come investimenti protetti dagli abusi del regime di Putin, come depositi in grado di sfuggire le limitazioni imposte dalle sanzioni finanziarie, come salvadanai non raggiungibili dalle violente requisizioni, dai saccheggi dell’esercito invasore, come assegni circolari da portare con sé nelle deportazioni e nelle fughe improvvise imposte dalla guerra.

L’Ucraina ha accolto donazioni in criptovalute [3] e ha legalizzato l’uso delle criptovalute con la legge “sugli asset virtuali”[4], mentre la Russia annuncia di voler fare una scelta analoga. Nella figura 1, tratta da una recente presa di posizione delle Nazioni Unite, Russia e Ucraina risultano i paesi in cui più diffusa è l’adozione delle criptovalute[5].

A parte gli Stati Uniti, dove il ricorso alle criptovalute è animato da una fede di ispirazione anarchica nella “innocenza” della tecnologia versus la corruzione delle lobby finanziarie, e a parte Singapore dove probabilmente si svolgono molte transazioni che riguardano anche non residenti, gli altri paesi in cui la diffusione delle criptovalute è elevata sono caratterizzati dalla sfiducia nel proprio sistema finanziario, considerato sostanzialmente inaffidabile a causa dell’inflazione (come in Venezuela con il 1.200% a gennaio 2022) o a causa dei rischi derivanti dalle imposizioni discrezionali delle autorità.

È arrivato il momento delle regole?

Il punto di svolta si colloca con la pandemia: se nel 2018 vi erano 1.500 criptovalute, esse sono attualmente 19.000, con una “espansione dell’ecosistema delle criptovalute del 2.300% tra settembre 2019 e giugno 2021, in particolare nei paesi in via di sviluppo”[6].

Diverse ragioni vengono addotte per la diffusione esponenziale delle criptovalute nei paesi in via di sviluppo. In primo luogo, la funzione di deposito di valore viene potenziata dalla possibilità di inviare rimesse internazionali in una fase di blocco della mobilità; in secondo luogo, come bene di investimento, l’acquisto di criptovalute consente di cercare di proteggersi dall’inflazione o dalla svalutazione delle monete più deboli.

Ma, mentre i vantaggi e i costi degli investimenti in criptovalute sono individuali, i rischi di sistema aumentano, con la diffusione delle criptovalute, quando si considera il caso di un paese in via di sviluppo. L’uso delle criptovalute può sollevare rischi di instabilità finanziaria, particolarmente gravi nei paesi in via di sviluppo con sistema finanziario fragile, poiché costringono le autorità monetarie a scelte che possono inibire la crescita e causare recessione. In secondo luogo, il ricorso alle criptovalute rende inefficaci i controlli sui movimenti di capitali, che sono importanti strumenti di stabilizzazione monetaria nei paesi in via di sviluppo. In terzo luogo, nel caso delle stablecoins, ossia delle monete digitali ancorate al valore di una moneta fiat come il dollaro, qualora vi sia una richiesta elevata di rimborsi nella valuta di ancoraggio, si possono creare scarsità di quella valuta con effetti macroscopici sul tasso di cambio.

Vi è stata una reazione da parte di diversi paesi, per limitare e controllare le transazioni in criptovalute: una lista è riportata nella figura 2[7].

Le proposte Unctad

Le difficoltà di una regolazione stringente delle criptovalute non possono essere ignorate. Il loro ecosistema è per natura globale. I wallet sono gestiti da società off-shore, mentre il data mining avviene in genere in paesi in via di sviluppo con bassi costi dell’energia, poiché come ricorda la figura 3[8], le criptovalute sono forti consumatrici di energia. Questa preoccupazione è tra quelle più sentite anche a livello europeo, dove in primavera il Parlamento ha posto le basi per una regolazione delle criptovalute, basata sulla protezione del consumatore, sulla correttezza finanziaria e sulla sostenibilità ambientale[9].

Le raccomandazioni Unctad possono essere così riassunte:

a) Provvedere alla regolazione complessiva finanziaria con le azioni:

  • registrazione obbligatoria degli scambi di cryptoasset e di portafogli digitali, rendendo meno attraenti le criptovalute caricando un costo ingresso per gli scambi cripto e per i portafogli digitali e/o imponendo tassazioni sulle transazioni finanziarie di criptovalute;
  • proibire alle istituzioni finanziarie di tenere stablecoins o criptovalute o di offrirle ai propri clienti;
  • regolare la finanza decentrata.

b) Proibire o limitare la pubblicità degli scambi di cryptoasset e di portafogli digitali negli spazi pubblici e nei social media, cosa che richiede un’estensione della regolazione sulla pubblicità ai social media.

c) Creare un sistema pubblico di pagamenti, come una moneta digitale della banca centrale, per offrire un sistema di pagamenti sicuro, affidabile e poco oneroso che sottragga spazio di mercato alle criptovalute.

Conclusioni

Il punto finale, ossia la creazione di una moneta digitale della banca centrale, è quello in discussione e in studio avanzato in diversi paesi. Ci stanno lavorando la Cina, gli Stati Uniti, con un impegno diretto del presidente Biden e della FED, che si sono spinti a definire gli step operativi della sua realizzazione. L’analisi di fattibilità è stata messa in cantiere dalla Banca Centrale europea.

Intanto, la quotazione delle criptovalute oscilla, alle prese con queste incertezze regolatorie che rendono il terreno per gli investitori ancora più sdrucciolevole.

Ma non è detto che Bitcoin e le altre valute digitali, nelle more del varo dei provvedimenti complessi e onerosi delineati, non rialzino la testa per un nuovo rally.

Note

  1. ) Kelly Ann Coulter, The impact of news media on Bitcoin prices: modellinmg data driven discourses in the crypto-econmomy with natural language processing, Royal Society Open Science, 20 Aèpriol 2022.
  2. ) Philip Lagerkranser, Joanna Ossinger, Bitcoin Keeps Pulling Away From Stocks Roiled by Ukraine War, Bloomberg, 2/3/2022.
  3. ) Pascale Davies, How blockchain technology is supporting Ukraine and Russia by betting on virtual Russian stocks, Euronews.next, 6/5/2022.
  4. ) David Walsh, Ukraine officially legalises Bitcoin and other cryptos after Zelensky signs new law, euronews.next, 17/03/2022.
  5. ) Dati tratti da: Unctad spells out actions to curb cryptocurrencies in developing countries, Unctad, 10 August 2022.
  6. ) Unctad, All that glitters is not gold: The high cost of leaving cryptocurrencies unregulated, Unctad Policy Brief n. 100, June 2022
  7. ) Ivi.
  8. ) Grafico elaborato su dati del Cambridge Bitcoin Electicity Consumption Index.
  9. ) Pascale Davies, Europe rejects proposal of limiting PoW crytpos such as bitcoin but sets draft rules for sustainability, Euronews.next, 14/3/2022.
WHITEPAPER
Energy e Blockchain: quali opportunità?
Blockchain
Utility/Energy
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3