Osservatorio ABI Lab

Digital Banking: tutti i dati del 2022 e cosa aspettarsi per il futuro

Personal Financial Management, app specifiche, collaborazioni con startup fintech, ruolo crescente dell’identità digitale sono alcuni dei trend 2022 nel digital banking secondo l’Osservatorio ABI Lab: i dettagli della multicanalità e le strategie emergenti

11 Ott 2022
Flavio Fintschj

Research Analyst ABI Lab

Giulio Murri

Coordinatore Digital Transformation ABI Lab

digital banking

A portata di click o di touch: i device tecnologici rappresentano per i cittadini il mezzo per accedere e fruire di servizi online facilmente, senza discontinuità, e costituiscono una necessità per la maggior parte della popolazione. In Italia il 97,3% degli utenti Internet tra i 16 e i 64 anni possiede uno smartphone e il 92,5% degli utenti Internet lo utilizza per accedere ai servizi digitali. In generale l’accesso al web è diventato così pervasivo nella vita degli italiani che la media giornaliera di utilizzo di Internet ammonta a oltre sei ore[1].

Servizi bancari online, come garantire un accesso “anti-digital divide”: le tecnologie utili

Dal punto di vista di coloro che offrono servizi tecnologici, la possibilità di entrare in contatto più agevolmente e frequentemente con clienti attuali e prospect è una grande opportunità e uno stimolo continuo alla ricerca di modalità di offerta sempre nuove e in linea con la user experience attuale, per mantenere un vantaggio competitivo rispetto agli altri player.

Le banche sono chiaramente incluse in queste dinamiche, anzi si collocano in un mercato divenuto particolarmente complesso, oltre che per la delicata fase storica, anche per l’ingresso di operatori che hanno fatto leva proprio sulla tecnologia per innovare i propri modelli organizzativi e operativi, e di conseguenza la propria offerta.

Più app specifiche e Personal Financial Management

Secondo uno studio[2] dell’Osservatorio Digital Banking di ABI Lab, tutte le banche del campione offrono servizi tramite app smartphone e Internet Banking da PC, mentre il ricorso al mobile site e all’app per il tablet appare più contenuto (offerti da circa la metà dei rispondenti), e il canale wearable ancor di più (25%).

WHITEPAPER
Scopri le tecnologie avanzate per affrontare il Black Friday nel tuo negozio

Si osserva una crescita nel numero medio di app offerte dalle banche (da 2,6 a 3), dovuta in particolare alla presenza di app dedicate ad ambiti specifici (es. pagamenti, gestione carte) che si affiancano alle app “principali” (figura 1). Nello specifico si osserva che il 63% delle banche ha mantenuto la propria offerta di app inalterata, il 26% l’ha incrementata e l’11% l’ha ridotta.

Figura 1 – Il numero di App[3] offerte da ogni banca / Gruppo. Fonte: Osservatorio Digital Banking: “Il comodo viaggio nella suite dei canali digitali”, ABI Lab, Luglio 2022

Si evidenzia una forte crescita negli strumenti per il Personal Financial Management basati su logiche multibanca (i.e. AISP[4] Retail e Business).

Il 21% delle realtà prevede l’introduzione del servizio di Account Aggregation per il cliente Retail (AISP Retail) su Mobile Banking entro il 2022: il bacino di realtà che lo offrono si amplierebbe fino al 60%. Alcune realtà hanno iniziato a lavorare anche su tematiche connesse al BFM (Business Financial Management), che fino allo scorso anno era presidiato solo in ottica futura.

Le funzionalità legate ai prestiti tramite Mobile e PC sono offerte da un numero uguale di banche (42%). Complessivamente, per le funzionalità legate al credito l’Internet Banking si conferma comunque il canale di riferimento così come per gli ambiti assicurazione e investimenti.

Sempre più banche offrono servizi basati su API (Application Programming Interface): l’utilizzo di queste tecnologie è prevalentemente focalizzato sullo sviluppo di servizi in ambito pagamenti, introdotti già dalla metà delle banche, mentre un ulteriore 22% intende implementarli entro il 2022. Si osserva anche una crescente attenzione rispetto allo sviluppo di servizi basati su logiche di “open finance” (credito, investimenti, assicurazioni).

Relativamente alle funzionalità di pagamento più di frontiera, i servizi di Buy Now Pay Later (BNPL) risultano essere prevalentemente offerti nella fase post-acquisto, facendo leva in particolare sul canale Internet Banking (offerti dal 32% delle banche) sebbene si rilevi l’intenzione – da parte di circa il 25% degli operatori – di introdurli anche su Mobile Banking.

New call-to-action

Digital Onboarding e Internet Banking

Nell’Osservatorio ABI Lab si è condiviso di intendere con Digital Onboarding il processo che consente a un lead/prospect di diventare un cliente, ovvero di sottoscrivere prodotti e/o servizi bancari di varia natura, non esclusivamente conti correnti.

Il processo comprende dalle fasi di riconoscimento e autenticazione fino alla sottoscrizione del contratto, ottemperando alla normativa di riferimento e utilizzando strumenti e canali digitali (Internet e Mobile).

Più del 60% delle banche del campione offre attualmente servizi di Digital Onboarding, la cui diffusione è caratterizzata da aspettative di crescita nel prossimo futuro, fino a raggiungere una quasi totale copertura (96% degli operatori) nei prossimi anni. L’Internet Banking si conferma ampiamente come canale di riferimento, offerto dalla totalità dei player del campione e contrassegnato dal 70% di questi come il touchpoint più utilizzato dalla clientela. La soluzione app da smartphone è presente nel 57% delle realtà. Nella maggior parte dei casi i tempi medi di sottoscrizione di un nuovo prodotto/servizio (la fase di inserimento dati anagrafici fino all’avviso di richiesta di apertura completata con successo) sono tra i 10 e i 30 minuti.

Un numero sempre più ridotto di banche (meno del 30%) prevede necessariamente la sottoscrizione di un conto corrente come primo prodotto nell’apertura di un rapporto con un nuovo cliente. I conti (conto corrente e conto deposito) e le carte (soprattutto carte di debito e prepagate) sono i prodotti per i quali è più diffusa la possibilità di sottoscrizione al primo contatto, in particolare tramite Internet Banking che risulta essere il canale a cui le banche fanno maggiormente ricorso, sebbene vi siano aspettative di crescita per il Mobile Banking entro il 2022.

Il ruolo dell’Identità Digitale

Dopo il primo contatto invece si osserva un maggiore equilibrio tra Mobile e Internet Banking, con un focus rivolto in particolare a prodotti più complessi afferenti al mondo del credito (Prestiti e Mutui), delle assicurazioni e della finanza.

La fase di identificazione del cliente rappresenta sicuramente uno degli step più critici sia a livello di user experience che di implicazioni per la banca in termini di efficienza operativa e sicurezza. Come mostra la figura 2, il riconoscimento basato sull’interazione con l’operatore si conferma come la modalità a cui le banche fanno maggiormente ricorso attualmente (44% tramite Internet Banking, 33% tramite Mobile).

L’Identità Digitale sta acquisendo un peso sempre maggiore come leva tecnologica per l’identificazione a distanza: entro il 2022 sarà introdotta dal 61% delle banche tramite Internet Banking e dal 39% tramite Mobile. Per la verifica dei documenti dei clienti le banche stanno sempre più adottando soluzioni automatizzate che consentono una gestione più snella ed efficiente di tali incombenze, facendo leva in particolare sull’interrogazione automatizzata di provider esterni (il 68% delle banche ne prevede l’adozione da qui ai prossimi anni) e sui controlli antifrode automatici (48%).

Figura 2 – Le modalità di identificazione a distanza del cliente. Da Osservatorio Digital Banking: “Il comodo viaggio nella suite dei canali digitali”, ABI Lab, Luglio 2022

La spinta sul mobile e le partnership con le fintech

Le iniziative di cross/ up-selling continuano a ricoprire un peso rilevante tra le aree su cui le banche intendono lavorare ulteriormente per lo sviluppo di servizi di digital banking entro il 2022 (73% le indica sia per Mobile che Internet Banking). Si rafforza inoltre la priorità sugli ambiti che riguardano il journey complessivo del cliente dall’ingaggio fino alla vendita: Digital Onboarding, Sottoscrizione documenti, Identità Digitale arrivando fino alla Consulenza finanziaria a distanza e al Digital Lending.

Anche per facilitare l’implementazione concreta di tali iniziative, oltre la metà delle banche rispondenti ha già provveduto ad attivare partnership con le Fintech mentre un ulteriore 20% ha intenzione di attivarle nel prossimo futuro, in particolare per beneficiare di una maggiore velocità di sviluppo e di conseguenza un time-to-market più efficace.

Anche quest’anno la quasi totalità del campione dichiara di voler aumentare o mantenere costanti gli investimenti sui diversi canali (figura 3). Sul canale mobile, il 70% delle banche indica investimenti in aumento e un 9% in forte aumento, l’Internet Banking è caratterizzato da una spinta leggermente inferiore (56% in aumento di cui un 4% forte). Si evidenzia una forte attenzione rivolta al contact center, rispetto al quale il 61% degli istituti prevede un incremento negli investimenti.

Figura 3 – Variazioni attese sugli investimenti. Da Osservatorio Digital Banking: “Il comodo viaggio nella suite dei canali digitali”, ABI Lab, Luglio 2022

Il focus principale degli investimenti sui canali digitali si conferma il miglioramento della user experience (il 61% delle banche indica investimenti sul Mobile maggiori rispetto al 2020, il 56% per Internet Banking), seguita dalla vendita di servizi bancari (e non) e dal rafforzamento dei presidi di cybersecurity.

Una delle aree di maggior interesse in ottica di sviluppo futuro è sicuramente la definizione di servizi basati su logiche di multicanalità, rispetto ai quali oltre il 70% delle banche prevede di aumentare gli investimenti, di cui il 33% in modo importante.

Guardando ai vantaggi attesi a seguito delle strategie e degli investimenti perseguiti, i ricavi da fidelizzazione clienti e da operazioni transazionali e la customer experience risultano essere le forme di ritorno maggiormente percepite dalle banche nel breve termine (ritorni entro il 2022 previsti dal 40%-50% delle banche tramite Mobile e Internet Banking), mentre se si guarda anche alle aspettative di medio-lungo periodo, i ricavi da remote selling e cross-up selling acquistano un peso rilevante.

____________________________________________________________________________

Note

  1. Fonte: We are social, “Digital 2022 Italy”.
  2. Il campione di rispondenti è composto da 23 realtà tra banche e Gruppi, rappresentativo del 87,3% del settore in termini di totale attivo e 86,5% in termini di dipendenti, più Poste Italiane. Report Osservatorio Digital Banking: “Il comodo viaggio nella suite dei canali digitali”, luglio 2022
  3. Il numero di app è stato calcolato valutando come elemento discriminante il differente nome dell’app
  4. AISP – Account Information Service Provider

WHITEPAPER
Vuoi lanciare la tua Startup? Ti sveliamo i 4 motivi per cui dovresti utilizzare HubSpot
Startup
Inbound
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4