affitti brevi

AirBnB e nuove regole UE: l’impatto socio-economico



Indirizzo copiato

Per rendere più trasparenti gli alloggi a breve termine, bisogna procedere con l’armonizzazione delle regole su AirBnB, a parte dalla raccolta e dalla condivisione dei dati. Occorre illustrare il loro impatto per offrire agli Stati membri gli strumenti per elaborare e poi passare all’applicazione di misure politiche proporzionate

Pubblicato il 28 set 2023

Mirella Castigli

ScenariDigitali.info



AirBnB: l'impatto della gentrification e le sfide delle nuove regole sugli affitti brevi

Tempi duri si profilano per AirBnB, il sito di sharing economy per gli affitti brevi. Accusato di favorire la gentrification, il fenomeno che descrive la borghesizzazione ovvero la trasformazione socioculturale di un’area urbana, da proletaria a borghese, in seguito all’acquisto di immobili e la rivalutazione sul mercato, magari proprio per affittarli ai turisti che non possono permettersi una vacanza in albergo.

La gentrificazione ha impatti significativi con varie sfaccettature, ma l’Europa sta correndo ai ripari, spingendo sull’adozione di nuove regole, come i portali unici nazionali.

New NYC law about to take a bite out of Airbnb's rentals

Tuttavia “più che di gentrificazione”, commenta Lilia Giugni, docente universitaria presso l’Università di Bristol e Research fellow presso l’Università di Cambridge, autrice anche del saggio “La rete non ci salverà” (Longanesi editore), “nei centri storici di tante città italiane l’impatto di AirBnb ha assunto la forma di una ‘turistificazione’ imperante“.

AirBnB: l’effetto della gentrification e della turistificazione

La piattaforma digitale di intermediazione di affitti brevi turistica nacque quindici anni fa come forma di condivisione di stanze in appartamenti abitati o intere case, da scambiare con sconosciuti iscritti al sito di AirBnB.

Ma, fin dalle origini, il nuovo modello di ospitalità non nascondeva la sua vera natura: era un’impresa finanziaria. Al centro c’era la transazione economica fra l’affittuario e l’affittacamere, perché la condivisione non era uno scambio di case come Couchsurfing e Craiglist.

Per rendere più sicuri e soprattutto impersonali i pagamenti degli alloggi, negli anni AirBnB ha introdotto, prima PayPal e poi, dal 2009, il sistema di pagamenti digitali di Amazon. In qualità di intermediario dei pagamenti, Airbnb trattiene una percentuale sugli affitti.

In pratica, “gli spazi sia abitativi che pubblici diventano sempre più a misura di turista di passaggio, e sempre meno a misura di abitante (che vi risiede, ndr)”, spiega Lilia Giugni: “Perché ad aumentare a seguito dell’esplosione delle locazioni a breve termine non sono soltanto gli affitti. Aumenta anche il costo della vita quotidiana: quello di un caffè nei bar di quartiere (che iniziano a rivolgersi soprattutto alla clientela turistica), o della spesa in salumeria (con i negozi di prima necessità che vengono rapidamente sostituiti da ristoranti e boutique di souvenir). A farne le spese sono studentesse e studenti, privati di alloggi nei pressi delle università, ma anche, in generale, tutte le fasce più vulnerabili: migranti, madri single, giovani lavoratrici”.

Le nuove regole europee in cantiere per gli affitti brevi

Il commissario del Mercato interno e tutela dei consumatori del Parlamento europeo ha dato il primo semaforo verde al pacchetto che mira all’efficienza e alla trasparenza delle procedure. Il pacchetto ha incassato 31 voti a favore, nessun voto contrario e un’astensione. Il mandato negoziale dovrà quindi ircevere l‘approvazione dell’Europarlamento nella sessione plenaria del 2-5 ottobre. A quel punto, potranno prendere il via i negoziati con il Consiglio europeo, che ha già preso posizione.

“Occorre agire su almeno due fronti”, evidenzia Lilia Giugni: “Uno è quello delle politiche sulla casa: ci servono con urgenza seri piani abitativi che includano alloggi popolari in zone accessibili e ben servite. Il secondo fronte su cui bisogna impegnarsi è quello
della regolamentazione delle grandi piattaforme, che negli ultimi anni stanno
profondamente rivoluzionando sia il tessuto urbano che la vita cittadina (penso non solo ad AirBnB, ma anche a Uber, Glovo o Deliveroo). Tra le varie questioni scottanti, c’è la scarsa trasparenza dei meccanismi algoritmici che questi device utilizzano per allocare servizi e lavoro nelle nostre città (si tratti di un appartamento in affitto, o di una consegna o una corsa in auto)”.

Armonizzazione delle regole nella Ue

Per rendere più trasparenti gli alloggi a breve termine, bisogna infatti procedere con l’armonizzazione delle regole, a parte dalla raccolta e dalla condivisione dei dati. L’urgenza è infatti illustrare il loro impatto per offrire agli Stati membri gli strumenti per elaborare e poi passare all’applicazione di misure politiche proporzionate.

Ma la Ue arriva seconda, dal momento che New York già ad agosto ha varato una legge per regolamentare AirBnB e porre un argine alla gentrification, consentendo di affittare al massimo a due turisti e solo la casa in cui si vive. Quindi, bloccando il fenomeno – che spopolain città turistiche come Firenze – dell’acquisto di più case per vivere da rentier, affittandole ai turisti per brevi soggiorni, come albergatori.

Anche le nuove regole europee puntano ad imporre alle piattaforme un equilibrio fra le opportunità di crescita e la tutela di obiettivi politici. Frenare la gentrification significa permettere ai residenti e agli studenti fuori sede di trovare alloggi a prezzi accessibili, ma anche proteggere i centri urbani e le aree rurali, al fine di promuovere un turismo più sostenibile e sicuro.

Il portale unico digitale europeo

In base alle regole in via di definizione, gli Stati membri dovranno aprire un portale unico digitale per ottenere dalle piattaforma, su basi mensili, dati sull’attività degli host: per esempio url, indirizzo, numero di registrazione corrispondente.

Da parte sua, la Commissione dovrà agevolare le procedure per la semplificazione della condivisione dei dati e assicurare l’interoperabilità dei sistemi, in modo tale che i dati aggregati possano aiutare la compilazione di statistiche e il rispetto delle politiche.

In 18 mesi, gli Stati membri dovranno adeguare i sistemi di registrazione e realizzare l’infrastruttura informatica. Le proprietà destinate agli affitti brevi dovranno inoltre predisporre una procedura di registrazione online negli Stati membri dov’è prevista.

Gli effetti perversi legati ad AirBnB e gentrification

Gli affitti brevi, che aiutano magari giovani famiglie con più figli o a studenti low-budget, a fare la vacanza dei sogni in una capitale europea dove non potrebbero sostenere la spesa di una settimana in albergo per tutti, presentano dunque il risvolto della medaglia. Infatti rendono la vita complicata e costosa a quelle stesse famiglie e a quegli studenti nelle città dove risiedono o dove studiano. Città, sempre più turistificate, in stile Disneyland, dove scompaiono progressivamente le case date in affitto a famiglie o studenti. Ma anche i negozi per sopravvivere, anche per gli anziani soli. A queste persone si preferiscono invece i turisti a caccia di affitti a breve termine. Ed è un serpente che si morde la coda.

Infatti, secondo Lilia Gigni, oltre alle regole, occorre agire sul fronte delle politiche sulla casa: “Ci servono con urgenza seri piani abitativi che includano alloggi popolari in zone accessibili e ben servite.
Piani come quelli richiesti a gran voce in città quali Bologna e Napoli dai movimenti
studenteschi e per il diritto alla casa
, che negli ultimi anni hanno portato avanti esperienze originali di occupazioni abitative poi trasformatesi in progetti di rigenerazione urbana per il bene comune. Credo che proprio questi esperimenti dal basso possano fungere da perno di nuove politiche di sviluppo territoriale”.

Effetto domino a vari livelli

In Italia sono sufficienti 150 giorni di affitti brevi per guadagnare quanto un canone annuale di locazione ordinario. Poiché osserviamo quotidianamente l’effetto dannoso delle rendite di posizione fra tassisti e balneari, analogo discorso vale per i rentier di AirBnB. I proprietari di case, pur mettendo in affitto gli appartamenti per “difendersi” dalle tasse altissime sul lavoro, hanno un impatto. Non solo su gentrification e turustificazione.

“C’è sicuramente un effetto domino che si dispiega a vari livelli nella società”, sottolinea Lilia Giugni: “Da un lato l’economia turistica favorita da AirBnb è principalmente un’economia di rendita, che non crea sviluppo uniforme nei territori e rischia di aumentare tanto il lavoro sottopagato o addirittura in nero quanto le disuguaglianze sociali. Dall’altro, abbiamo città sempre più care, meno accessibili e meno ‘abitabili’. Per le giovani generazioni, questo può tradursi in scelte forzate: non studiare da fuori sede, non aspirare a professioni che richiedono lunghi percorsi di formazione, limitare la propria socialità“. E già l’Italia, che non è un Paese per giovani, potrebbe così provocare un’altra “generazione perduta”: hanno superato la soglia dei 5 milioni e 800 mila, secondo i registri Aire, i giovani connazionali che vivono all’estero.

Conclusioni

“La crescita espansiva degli alloggi in affitto a breve termine”, ha dichiarato Kim Van Sparrentak, il relatore dei Verdi/Ale, Nl , “ha portato a una minore disponibilità di alloggi sul mercato per gli abitanti, ha fatto salire gli affitti e i prezzi delle case e ha anche un impatto sul vivibilità dei quartieri. Le regole che abbiamo adottato oggi garantiscono che le città abbiano accesso ai dati necessari per far rispettare le regole locali. Le piattaforme stanno assumendo maggiori responsabilità nel sostenere la rimozione di elenchi illegali, in linea con il Digital Services Act (Dsa). Sono fiducioso che potremo chiudere i negoziati con il Consiglio già quest’anno”.

Infine, “per orientarsi nel dibattito su AirBnB”, conclude Lilia Giugni, “penso sia fondamentale demistificare slogan manichei e semplicistici come ‘il turismo crea lavoro o ‘AirBnB crea ricchezza sul territorio’. Quel che rende la ‘turistificazione’ un fenomeno così complesso è proprio il suo generare vincitori e vinti, categorie favorite e categorie schiacciate dalla nuova economia degli affitti brevi.
Qualunque intervento di regolamentazione territoriale dovrebbe quindi mettere al centro i bisogni delle fasce più fragili e marginalizzate”.

Lasciare un terzo degli affitti brevi ai turisti nelle città italiane (succede a Firenze, Palermo, Bologna, invece a Roma il 17%), è comunque rischioso, perché il turismo, da opportunità, può trasformarsi in freno allo sviluppo urbano. Servono regole, perché una risorsa non diventi mai un limite.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 2