il tutorial

Portale Anac online, tutti i servizi e come registrarsi

Tutti i servizi disponibili sul sito internet istituzionale dell’autorità nazionale anticorruzione Anac online, con la procedura passo per passo per iscriversi e avere accesso a procedure e documenti

10 Dic 2019
Nicoletta Pisanu

Redazione AgendaDigitale.eu


Il portale Anac online è il sito dell’Autorità nazionale anticorruzione. Offre numerosi servizi utili per chi si occupa di procurement, ma anche per i cittadini in cerca di informazioni. Vediamo quali sono e come fare per registrarsi al portale.

Anac online, che cos’è

L’Anac – Autorità nazionale anti corruzione, riformata nel 2014 assorbendo la ex Avcp – Autorità di vigilanza sui contratti pubblici, è l’ente che si occupa di fare in modo di prevenire la corruzione negli enti pubblici e nelle società a partecipazione e controllo pubblico. Per consentire ciò, è ovviamente in vigore una serie di norme sugli appalti pubblici volte a creare un sistema poco appetibile per attuare episodi corruttivi. Attraverso il proprio portale, che si può raggiungere tramite il sito anticorruzione.it, l’autorità nazionale anticorruzione propone servizi, informazioni e notizie per aiutare i professionisti e le aziende nel districarsi nel settore degli appalti, ma anche per garantire al cittadino, attraverso l’accesso libero a tali informazioni, anche la trasparenza necessaria a combattere la corruzione.

Il portale Anac online è semplice e intuitivo, si utilizza facilmente. Il menù principale si trova subito in home page al di sotto del nome e logo dell’autorità nazionale anticorruzione. Presenta sei sezioni:

  • Autorità – vi si trovano informazioni relative all’istituzione dell’autorità, agli incarichi dell’ente e agli obiettivi che ci si è prefissati con la sua istituzione e la successiva riforma nel 2014 per conferire maggiori poteri;
  • Servizi – una sezione molto importante in quanto offre l’accesso a tutti i servizi Anac online disponibili per professionisti e aziende che si occupano di appalti o che devono partecipare a una gara e hanno bisogno di documentazione o informazioni su specifici settori;
  • Provvedimenti e normativa – In questa sezione dedicata agli aspetti legali dell’autorità nazionale anticorruzione è possibile consultare le leggi legate al procurement e i regolamenti, oltre ai provvedimenti emessi direttamente dall’autorità;
  • Attività e documentazione – In questo spazio digitale l’utente potrà trovare documenti e fac simili per produrre a sua volta la documentazione necessaria per partecipare a gare, ma si possono anche consultare i protocolli d’intesa, i documenti relativi a relazioni istituzionali e anche internazionali, oltre all’archivio storico.
  • Comunicazione – Qui si trovano le notizie relative all’attività dell’autorità nazionale anticorruzione, che sono disponibili anche in home page nella colonna centrale, subito sotto al menù. È possibile leggere comunicati stampa e interventi dell’autorità, restare aggiornati sugli eventi organizzati dall’ente pubblico e anche prendere contatti per la stampa.
  • Amministrazione trasparente – Una sezione prevista sui siti pubblici, in cui è disponibile un accurato “identikit” dell’autorità nazionale anticorruzione come previsto dalla normativa, precisamente dal decreto legislativo numero 33 del 14 marzo 2013 che riguarda gli obblighi di trasparenza e pubblicità della pubblica amministrazione. Per esempio, una sezione dell’area è dedicata ai pagamenti dell’amministrazione e ai bandi di concorso.

Per facilitare la consultazione del sito da parte dell’utente, nella parte in alto a destra dell’home page è disponibile un motore di ricerca interno che consente di inserire parole chiave e trovare i link diretti all’argomento che si sta cercando.

Servizi Anac online

Come spiegato, la sezione dedicata ai servizi del portale Anac online è particolarmente importante, perché offre una serie di collegamenti diretti dedicati a professionist e aziende che si occupano di appalti, per adempiere agli obblighi di legge e ottenere la documentazione corretta. Come spiegato proprio sul sito, per fare ordine i servizi sono stati divisi a seconda che si trattino di servizi per i contratti pubblici o di servizi relativi ad anticorruzione e trasparenza. Tra i primi sono inclusi:

  • Trasmissione delle informazioni necessarie all’elaborazione dei prezzi di riferimento e attività di vigilanza
  • AUSA – l’anagrafe unica delle stazioni appaltanti
  • L’albo dei componenti delle commissioni giudicatrici
  • PAN GPP – servizio di monitoraggio degli affidamenti in ambito degli appalti green
  • Una sezione per gestire i contributi di gara
  • L’accesso al Simog – Sistema informativo monitoraggio gare
  • Smart CIG – il sistema per richiedere il codice CIG in modo semplificato
  • Link alla SOA – Società organismo accettazione
  • L’area dedicata ai certificati di esecuzione dei lavori
  • Una sezione in cui comunicare eventuali variazioni nei requisiti di partecipazione alle gare o nella direzione tecnica
  • L’elenco completo delle amministrazioni che contemplano il sistema degli affidamenti diretti
  • Una sezione per rilevare i canoni di locazione
  • AVC pass

E altri ancora. Sono invece in numero inferiore i servizi contemplati sul sito dedicati all’anticorruzione e trasparenza: vi si trova la sezione “Campagna trasparenza” in cui vengono raccolte domande e idee sulla trasparenza come prevista dal decreto legislativo numero 33 del 2013, un’area molto utile in cui è possibile segnalare all’autorità nazionale anticorruzione eventuali condotte illecite, una sezione in cui si trova la piattaforma per acquisire i piani triennali in materia di anticorruzione oltre al “Portale della performance”.

Servizi Anac online, come registrarsi: il tutorial

Data la specificità dei servizi, questi non sono tutti ad accesso pubblico. Alcuni sono liberi per essere consultati da tutti, ma per consultarne altri e usufruirne è necessario procedere alla registrazione sul portale Anac online. È una procedura semplice che non richiede un grande impiego di tempo. Innanzitutto, nella sezione servizi bisogna procedere alla creazione di un proprio profilo.

EVENTO - 4 NOVEMBRE 14:00
Recovery Fund: credibilità e trasparenza grazie al sistema digitale integrato della PA
Acquisti/Procurement
Amministrazione/Finanza/Controllo

Sotto al bottone “Login” bisogna cliccare sul link “registrati” nel caso non lo si sia già fatto. Qui è anche possibile recuperare la password in caso di smarrimento. Dalla stessa schermata è possibile accedere alla propria area riservata e alla sezione “gestione profili” dove è possibile gestire e creare i profili che vengono richiesti dai vari servizi. Ovviamente, precisa il sito, nella propria “scheda utente” è anche possibile cambiare o correggere i recapiti che si è indicati e modificare la propria password (cosa che, per ragioni di sicurezza, è sempre bene prevedere di fare con frequenza sui siti internet). Nella stessa schermata, l’Autorità nazionale anticorruzione segnala che dall’11 novembre 2019 l’ente ha aderito a PagoPA, per rendere più comodo il pagamento per “la partecipazione alle procedure di scelta del contraente”, si legge.

Dunque, se non si è registrati bisogna cliccare su “registrati”. Si aprirà in automatico una schermata in cui verrà richiesto dall’autorità nazionale anticorruzione di inserire i propri dati personali. In primis, è necessario ricordare e inserire il proprio codice fiscale (nel caso in cui non lo si sapesse a memoria e non lo si avesse sottomano, è possibile procedere al calcolo codice fiscale attraverso il nostro software gratuito online).

Poi andranno inseriti nome, cognome, email (un indirizzo attivo su cui poi il sistema provvederà a inviare il codice di attivazione dell’utente) e la posta elettronica certificata PEC.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4