Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Addio a Buttarelli, una grave perdita per l’Italia e la comunità della privacy

Ieri sera si è spento il Garante Privacy Ue dopo una lunga malattia. Uno degli artefici principali della legislazione europea e nazionale sulla protezione dei dati personali, dagli anni di Rodotà fino al GDPR

21 Ago 2019

Anna Cataleta

Senior legal advisor, P4i

Gabriele Faggioli

Ceo di P4I, Politecnico di Milano, presidente Clusit

Sergio Fumagalli

responsabile Data Protection di P4I


La scomparsa di Giovanni Buttarelli costituisce una perdita grave per il Paese che aveva in lui uno dei più importanti rappresentanti a livello europeo e per tutta la “comunità della privacy” che ha visto in lui per tanto tempo un punto di riferimento lucido, determinato e sempre aperto al confronto.

Giovanni Buttarelli è stato uno degli artefici principali della legislazione europea e nazionale sulla protezione dei dati personali, dagli anni di Rodotà fino al GDPR. Proprio il Regolamento europeo, sul quale l’impronta di Giovanni Buttarelli è così evidente, ha coronato un percorso culturale e legislativo che ha fatto scuola in tutto il mondo, riconosciuto, alla fine anche da chi, per lungo tempo, ha cercato di relegare la protezione dei dati personali fra i temi grigi della burocrazia invece che fra quelli della modernità a cui appartiene a pieno titolo.

Avendo avuto il privilegio di lavorare con lui in tempi lontani, quando la società digitale in cui viviamo era ancora al di là dell’orizzonte, riteniamo di potere e dovere affermare, in un momento così triste, che i nostri diritti di cittadini europei e la nostra democrazia devono molto al pensiero lungimirante, all’impegno costante e alla determinazione dell’uomo che si è spento oggi, così precocemente.

Tutta P4I, l’Osservatorio Privacy e Sicurezza del Politecnico di Milano, il Clusit con cui ha spesso collaborato e in particolare Gabriele Faggioli e Anna Cataleta che più hanno avuto modo di conoscere Giovanni Buttarelli partecipano con affetto al dolore dei familiari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4