La relazione annuale

Garante privacy, Panetta: “Rinnovo dell’Autorità priorità dopo l’emergenza”

Il presidente Soro e i membri del Collegio hanno dato prova di grande generosità, rimanendo al loro posto col mandato scaduto tecnicamente da oltre un anno. Sarebbe il tempo di cambiare le regole e rinnovare l’Autorità, di questi tempi, più importante tra tutte

24 Giu 2020
Rocco Panetta

avvocato, managing partner di Panetta & Associati, esperto di Internet e Privacy, Country Leader per l’Italia di IAPP International Association of Privacy Professionals


Il distanziamento sociale ha offerto a tutti di poter assistere alla Relazione Annuale del Garante per la protezione dei dati personali, presentata al Parlamento dal Presidente Soro.

Grandi temi toccati e molta attenzione alle nuove tecnologie, al loro impatto sui diritti e le libertà delle persone. Non solo Immuni, ma molta biometria, riconoscimento facciale, fascicolo sanitario elettronico, lotta all’evasione fiscale, profilazione e marketing, rapporti con la Cina e con gli OTT, tra i tanti temi passati in rassegna.

Se solo la politica, i media, il legislatore e la gente comune prestassero un po’ di ascolto, in queste occasioni, e ove possibile leggessero e studiassero i tanti provvedimenti del Garante, il nostro mondo sarebbe migliore.

Una grande prova di generosità del Presidente Soro e dei membri del Collegio del Garante, Iannini, Bianchi Clerici e Califano e del Segretario generale Busia, tecnicamente scaduti più di un anno fa e che sono rimasti al loro posto in questo clima di continue emergenze che non hanno permesso alle istituzioni democratiche di pensare a un adeguato rinnovo dell’Autorità.

Sarebbe il tempo di cambiare le regole e di dare al Presidente della Repubblica Mattarella, su proposta del Presidente del Consiglio e sentiti i Presidenti di Camera e Senato, la scelta del nuovo Collegio, provando cosi a porre nella giusta dimensione il rinnovo di un’Autorità che per materia oggetto di tutela e competenza delle sue donne e dei suoi uomini che vi lavorano è la più importante tra tutte.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3