CASI OPENDATA NEL MONDO

La Strategia OpenData in Svizzera

Il libero accesso dei dati pubblici è finalizzato a migliorare la trasparenza amministrativa e a promuovere nuovi servizi innovativi, per sfruttare i benefici offerti dalla Società dell’Informazione

22 Giu 2015
Angelo Alù

PhD, Consigliere Internet Society Italia, saggista e divulgatore digitale

2000px-wikiportal-logo-150621193215

Il Portale OpenData dell’amministrazione pubblica svizzera contiene attualmente 1854 dataset messi a disposizione della collettività degli utenti, allo scopo di favorire la trasparenza amministrativa e promuovere lo sviluppo di applicazioni innovative, nel rispetto dei termini di utilizzo stabiliti dal sito.

Il portale, attivo dal 16 settembre 2013, è stato realizzato nell’ambito del progetto Open Government Data Svizzera, finalizzato a realizzare una gestione centralizzata dei dati aperti dell’amministrazione pubblica, costituenti un patrimonio informativo generale liberamente consultabile e utilizzabile da parte dei cittadini.

In particolare, i cd. “Open Government Data” (OGD) indicano tutti i dati in possesso delle pubbliche amministrazioni, destinati ad essere rielaborati e utilizzati dai cittadini in formati aperti e gratuiti, secondo quanto previsto dalla Strategia OGD sul libero accesso ai dati pubblici in Svizzera 2014–2018 adottata dal Consiglio Federale il 16 aprile 2014, sotto la guida dell’Organo Direzione Informatica (ODIC) preposto alla definizione della strategia TIC, in collaborazione con l’Archivio federale svizzero (AFS) che ne coordina l’attuazione, al fine di realizzare un progetto OpenData condiviso tra Confederazione, Cantoni, Comuni e tutti gli alti enti pubblici esistenti.

In particolare, la Strategia OGD dedica un preambolo inziale alla straordinaria rilevanza dell’OpenData, affermando espressamente che “i dati sono la materia prima della società della conoscenza. La loro quantità aumenta in modo esponenziale mentre si afferma un’infrastruttura di informazione utilizzata 24 ore su 24 negli ambiti dell’economia, della politica, della scienza, della formazione e della cultura. Diversamente dalle materie prime fossili classiche, l’uso dei dati per la produzione dell’informazione e della conoscenza non ne diminuisce la disponibilità ma genera al contrario nuovi dati, informazioni, conoscenze e prestazioni di servizi”.

Pertanto, al fine di garantire il libero accesso ai dati pubblici delle autorità, la Confederazione mette a disposizione dei cittadini tutti i dati pubblici in formati aperti e leggibili, in modo da consentirne il libero ed effettivo riutilizzo.

In tale prospettiva, il Consiglio federale “intende estendere l’accesso ai dati pubblici e si adopera affinché il potenziale dei dati pubblici liberamente accessibili (Open Government Data, OGD) venga sfruttato in Svizzera”, in modo da consentire ai cittadini la possibilità di partecipare al processo decisionale delle istituzioni in condizioni di effettiva trasparenza e favorire lo sviluppo di nuovi servizi ed innovazioni grazie allo sfruttamento generalizzato dei dati pubblicamente disponibili.

Secondo la definizione predisposta dalla Strategia OGD sono pubblici “i dati che i poteri pubblici rilevano, elaborano, gestiscono, trattano e memorizzano nel quadro del loro mandato legale. I dati pubblici possono essere il risultato dell’attività generale dell’amministrazione oppure essere prodotti su richiesta specifica di una singola persona o di una singola impresa. Inoltre, i dati pubblici possono essere resi liberamente accessibili soltanto nella misura in cui non vi si oppone nessuna disposizione legislativa (in particolare in materia di protezione dei dati e del diritto d’autore)”, così innovando il quadro normativo previgente (legge 17 dicembre 2004 sulla trasparenza – LTras), allo scopo di aumentare la trasparenza degli organi statali e favorire lo sviluppo economico derivante dalla libera utilizzazione dei dati pubblici, migliorando la qualità della vita dei cittadini.

All’interno del Portale i dati sono disponibili in base a specifiche categorie di riferimento: Politica (1507), Territorio e ambiente (119), Salute (119), Popolazione (83), Finanze (8), Formazione e scienza (5), Amministrazione (3), Basi statistiche e presentazioni generali (2), Legislazione (1), che consentono agli utenti di individuare agevolmente i set di dati mediante la funzione di ricerca, con modalità libere e gratuite, con l’ulteriore possibilità di elaborare progetti di applicazioni innovative, mediante una partecipazione interattiva degli utenti al processo di sperimentazione di idee e di servizi messi a disposizione della collettività.

Particolarmente interessante l’applicazione Citymobile che consente di conoscere i luoghi più particolari delle città svizzere visualizzabili in una mappa interattiva disponibile in base alle coordinate geolocalizzate fornite dagli utenti nei loro dispositivi.

Merita di essere segnalata anche l’applicazione Dichtestressomat che fornisce dettagliati dati socio demografici, sulla base dei risultati forniti dall’Ufficio federale di statistica, in modo da monitorare i cambiamenti che si sono realizzati in Svizzera. Con simili finalità, l’applicazione Auswertung ‘Masseneinwanderung fornisce interessanti statistiche sulla popolazione, analizzando in particolare i flussi migratori che si sono verificati nel corso del tempo.

L’applicazione Die Schweizer Krankenkassenprämien visualizza una mappa interattiva che fornisce informazioni sul numero dei medici e dei posti letto disponibili in ogni Cantone, con la possibilità di confrontare e monitorare i dati disponibili.

Interessante anche l’applicazione Politischer Atlas der Schweiz con cui è stato predisposto un atlante politico della Svizzera, costantemente aggiornato, che riassume tutti i risultati delle votazioni popolari federali e delle elezioni al Consiglio nazionale a livello comunale, distrettuale e cantonale (contiene circa 2.700 dati comunali, distrettuali, con le relative mappe cantonali e 1.500 fogli di calcolo Excel, nonché i risultati delle elezioni parlamentari del 1919 e il referendum federale dal 1866), mediante la visualizzazione cartografica delle elezioni e dei relativi risultati.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4