Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

La scheda

Calcolo Reddito di cittadinanza, il tutorial del servizio Inps

Inps ha rilasciato un simulatore per effettuare il calcolo del Reddito di cittadinanza, disponibile in Intranet per gli uffici territoriali e i Caf, oppure sul portale web dell’ente per i cittadini. Lo strumento permette di conoscere se si ha diritto al sussidio e, nel caso, a quanto ammonterà

12 Giu 2019

Nicoletta Pisanu

Giornalista


Tra i servizi Inps online è ora a disposizione uno strumento di calcolo del Reddito di cittadinanza. Lo strumento fornisce simulazioni per comprendere a quanto ammonterà l’importo del sussidio statale richiesto. Il simulatore è disponibile via Intranet per le strutture territoriali Inps e i Caf che si occupano delle pratiche del Reddito di cittadinanza, l’Istituto di previdenza ha però anche rilasciato sul proprio sito una versione accessibile per gli utenti. Vediamo come usarlo.

Il simulatore Inps

Il simulatore disponibile sul sito Inps permette di svolgere due controlli. Infatti da una parte è utile per verificare che il richiedente abbia effettivamente i requisiti per ottenere il sussidio, secondo le disposizioni di legge relative ai parametri di reddito, patrimonio, nucleo familiare e cittadinanza. D’altra parte, consente di effettuare il calcolo vero e proprio del sussidio che spetta al richiedente.

Uno strumento dunque che serve per consentire di fornire risposte in tempi rapidi ai richiedenti, che potranno così sapere presto sia se sono idonei a ottenere il sussidio e, in caso di esito positivo, anche a quanto ammonterà, di modo da non avere dubbi o perplessità al momento dell’erogazione del contributo.

Calcolo Reddito di cittadinanza per Caf e uffici Inps

Per usufruire del simulatore calcolo Reddito di cittadinanza Inps, uffici territoriali e Caf devono per forza avere l’accesso al portale Intranet dell’Istituto di previdenza. La procedura per avviare la simulazione è semplice.

Come spiegato sul sito Inps, bisogna cliccare su “Processi”, poi su “Prestazioni a sostegno del reddito” e infine sulla voce “ISEE post riforma 2015 Intranet per le sedi”. Nel menù si troverà poi l’apposita voce dedicata al calcolo, cliccando si potrà effettuare la procedura.

Calcolo Reddito di cittadinanza per i cittadini

Dopo aver rilasciato la versione del simulatore per gli uffici e i Caf, è stata resa disponibile dall’Istituto nazionale di previdenza anche quella per i cittadini. Gli utenti per usufruirne dovranno collegarsi al portale Inps e selezionare nel menù in alto nella home page la voce “Prestazioni e servizi”, poi cliccare su Tutti i servizi nel menù in alto nella pagina che si aprirà e infine selezionare dal menù alfabetico la lettera I e quindi la voce “Isee post riforma 2015”.

Nel riquadro “Simulazione”, bisogna cliccare il bottone per accedere alla schermata in cui ci saranno i link per calcolare l’Isee e simulare il Reddito di cittadinanza.

Nel box dedicato al Reddito di cittadinanza, bisognerà cliccare su continua e quindi si aprirà la schermata del simulatore, in cui inserire tutti i propri dati.

Questa modalità è usufruibile da tutti, anche da chi non dispone di Pin, Spid o Carta nazionale dei servizi. Esiste anche una funzione che permette il calcolo del Reddito di cittadinanza con i dati di una DSU dalla validità attestata, ma per accedervi è necessario autenticarsi con uno dei tre sistemi appena citati.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4