Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Esperto risponde

A quali condizioni è possibile retrodatare la fattura differita

07 Giu 2019

Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Con riferimento alla Vs risposta pubblicata nel seguente articolo: “Fatture differite: la data da indicare dal primo luglio 2019”, può gentilmente chiarirmi se è lecito datare la fattura elettronica differita in questione 31/7/2019 pur emettendola qualche giorno dopo ed inviandola entro i termini di liquidazione Iva. Sul documento vengono indicati tutti i numeri dei DDT  e relative date del mese di luglio in cui si sono svolte le operazioni.

Nell’articolo lei risponde scrivendo: “Lei potrà quindi emettere ed inviare la fattura indicando la data della materiale emissione…  “ , il termine potrà invece di dovrà  mi lascia ben sperare di poter utilizzare la ben più utile data del 31/7/2019 che identifica sia il periodo di competenza Iva, sia quello contabile  del ricavo e non ultimo la decorrenza per il calcolo delle scadenze di pagamento.

Piero Bosco

RISPOSTA

L’attuale norma prevede che la fattura differita (per intenderci, quella prevista dall’articolo 21, quarto comma, lettera a) debba essere emessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni, che risultino  da DDT o “da altro documento idoneo a identificare i soggetti tra i quali e’ effettuata l’operazione ed avente le caratteristiche determinate con decreto del Presidente della Repubblica 14 agosto 1996, n. 472”.

Quindi lei avrebbe anche più di 10 giorni per emettere/trasmettere  la fattura (15 per la precisione) rispetto alla fine del mese, consentendo al suo cliente la detrazione dell’IVA “per competenza” nel mese di effettuazione della operazione, ma mi rendo conto che spesso la retrodatazione delle fatture a fine mese è dettata da esigenze commerciali, perché i pagamenti sono ancorati alla data fattura.

Ciò detto, le confermo che lei potrà emettere/trasmettere la fattura entro il 10 agosto con data 31 luglio.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4