Esperto risponde

Fattura elettronica inviata in ritardo, ecco quando pagare la sanzione

Approfondiamo la normativa relativa al pagamento della sanzione comminata per il tardivo invio della fattura elettronica

14 Apr 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Vorrei sapere se il pagamento della sanzione per il tardivo invio della fattura elettronica deve avvenire lo stesso giorno in cui viene trasmessa la fattura stessa oppure può avvenire anche in un secondo momento.

Jessica Morgnoni

RISPOSTA

Il ravvedimento può avvenire in qualsiasi momento, “sempre che la violazione non sia stata già constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento delle quali l’autore o i soggetti solidalmente obbligati, abbiano avuto formale conoscenza”, come previsto dall’articolo 13 del decreto Legislativo 472/1997.

WEBINAR
Gestione documentale digitale di ultima generazione: opportunità e benefici
Dematerializzazione

L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare 42/E del 2016, si è espressa sulla non necessaria contestualità tra l’adempimento e il pagamento della sanzione, ma ha anche affermato che “… ai fini della determinazione della riduzione disposta dall’articolo 13 del D.lgs. n. 472 del 1997, rileva il momento in cui la sanzione è effettivamente regolarizzata”.

Le faccio presente che l’Agenzia delle Entrate sembra avere assunto un atteggiamento  di “tolleranza” per ritardi lievi e che non hanno causato ostacoli per l’accertamento o ritardi nel pagamento di imposte.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati