vademecum

Obbligo fattura elettronica forfettari, come si fa e novità per partite IVA

Obbligo fattura elettronica forfettari al via dal primo luglio 2022: ecco un utile vademecum per capire tutti i dettagli, dalla normativa, ai soggetti esclusi dall’obbligo, ad aspetti pratici come la gestione dell’imposta di bollo e il codice Iva da inserire

04 Lug 2022
Nicoletta Pisanu

Redazione AgendaDigitale.eu

Daniele Tumietto

Dottore commercialista

fattura elettronica forfettari

Obbligo fattura elettronica forfettari, si parte il primo luglio 2022. I contribuenti in regime forfettario, inizialmente esonerati, ora dovranno adempiere all’obbligo di fare e-fattura in ambito B2B: per adesso sono coinvolti i contribuenti che nel 2021 hanno ottenuto ricavi superiori ai 25.000 euro.

La data dell’avvio è stata confermata sin da aprile con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto PNRR 2. L’intento del Governo di estendere la fatturazione elettronica in ambito B2B ad una platea più ampia era già evidente da tempo, così come il desiderio di prorogare l’obbligo già vigente: nel 2021 era stata chiesta la proroga di e-fattura al 2024 per tutti i contribuenti in regime di tassazione piatta, in deroga alle vigenti disposizioni contenute nella Direttiva comunitaria in materia di IVA agli articoli 218 e 232.

Fattura elettronica con regime forfettario, quali sono i vantaggi

Obbligo fattura elettronica forfettari dal primo luglio 2022, cosa cambia

Il cosiddetto Decreto PNRR 2, pubblicato in Gazzetta Ufficiale a fine aprile 2022, ha previsto l’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica per forfettari a partire dal primo luglio 2022. Ciò significa che i contribuenti in regime forfettario dovranno provvedere a emettere fattura elettronica per le operazioni in ambito B2B.

WHITEPAPER
Efficienza energetica nei processi produttivi: scopri come, grazie a Digitalizzazione e AI
Intelligenza Artificiale
IoT

Da quando obbligo fattura elettronica forfettari

L’obbligo parte il primo luglio 2022, ma questi contribuenti potevano già scegliere, volontariamente, di fare e-fattura invece della fattura cartacea.

Chi è in regime forfettario deve fare la fattura elettronica?

Al momento, i contribuenti in regime forfettario dovranno fare fattura elettronica obbligatoriamente solo se nel 2021 hanno ottenuto ricavi superiori ai 25.000 euro. La norma infatti prevede l’esenzione dall’obbligo, fino al 31 dicembre 2023 dei contribuenti con ricavi inferiori alla soglia dei 25.000 euro. Dal primo gennaio 2024 invece anche questi contribuenti saranno soggetti all’obbligo.

Esentati

Oltre ai contribuenti con ricavi inferiori ai 25.000 euro, sono esentate dalla fatturazione elettronica tutte le prestazioni sanitarie e i contribuenti non residenti in Italia.

Fattura elettronica regime minimi

Anche i contribuenti in regime dei minimi devono fare fattura elettronica dal primo luglio 2022, se hanno guadagnato più di 25.000 euro. Ricordiamo che dal novembre 2015 non è più possibile accedere al regime dei minimi ma chi vi ha aderito prima di quel momento può mantenerlo fino al compimento dei 35 anni di età. Si tratta di un regime che prevede il limite annuo di fatturato di trentamila euro e imposta sostitutiva del 5% senza limiti temporali.

Obbligo fattura elettronica forfettari, gli obiettivi

La riduzione dell’evasione in materia di IVA è la principale motivazione che ha portato il legislatore nazionale a proporre, nel corso del 2021, l’estensione della fattura elettronica alle partite IVA minori che attraverso l’utilizzo della fatturazione elettronica consentirà all’Agenzia delle entrate di acquisire in tempo reale le informazioni relative alla fatturazione per il monitoraggio dei flussi di fatturazione e il mantenimento dei requisiti per rimanere nel regime di favore dei forfettari, cioè:

  • soglia unica di ricavi e compensi pari a 65.000 euro, indipendentemente dall’attività esercitata, precisando che in caso di svolgimento di più attività, ai fini dell’applicazione del regime forfetario, il limite di 65.000 euro è riferito alla somma dei ricavi e dei compensi derivanti dalle diverse attività esercitate;
  • una causa di esclusione si configura quando il contribuente forfettario è socio di una società e ricorrono, congiuntamente, le seguenti due condizioni:
    1. abbia il possesso, diretto o indiretto di una partecipazione di controllo nella società,
    2. la società svolga una attività economica direttamente o indirettamente riconducibile a quelle svolte dal socio forfettario. Questo per evitare sofisticati frazionamenti delle attività d’impresa o di lavoro autonomo svolte o artificiose trasformazioni di attività di lavoro dipendente in attività di lavoro autonomo.

Inoltre, l’Agenzia delle entrate, con questo obbligo di fatturazione elettronica, punta a completare i passaggi necessari ad avere la dichiarazione precompilata IVA, permettendo allo stesso tempo di predisporre registri, liquidazioni e dichiarazioni IVA contenenti anche i dati ai contribuenti forfettari che oggi non sono disponibili.

Come si fa la fattura elettronica in regime forfettario – passo per passo

Per predisporre e inviare la fattura elettronica, i contribuenti in regime forfettario dovranno dotarsi di un software apposito che consenta di svolgere l’operazione. Il processo è semplice e veloce, i programmi sono spesso studiati per guidare passo per passo l’utente nella compilazione. I passaggi fondamentali sono:

  • Indicare i dati del documento: se il cliente è privato, il tipo documento, la data del documento e il numero progressivo.
  • Indicare i dati del cliente: il nome, l’identificativo o il codice fiscale, il numero di partita Iva e l’indirizzo.
  • Inserire i prodotti e servizi: bisogna indicare l’attività svolta, il prezzo e il codice Iva.
  • Indicare i dati relativi alla propria cassa previdenziale, precisando il contributo previdenziale
  • Indicare il metodo di pagamento.
  • Inserire i dati di bollo .

Codice Iva per forfettari

Il codice Iva da indicare per i forfettari è 0% N 2.2 – Non soggette altri casi.

Imposta di bollo fattura elettronica forfettari

Si ricorda che per le fatture con importo superiore ai 77,47 euro è necessario indicare 2 euro di bollo: verrà poi pagato tramite F24 ogni tre mesi. Il passaggio sostituisce l’apposizione della marca da bollo che veniva acquistata in tabaccheria e incollata alla fattura cartacea. Tutte le indicazioni nella nostra guida sul bollo fattura elettronica forfettari.

Fattura elettronica forfettari numerazione progressiva

Un dubbio comune è quello relativo alla gestione del numero progressivo. Infatti, il sistema di fatturazione elettronica utilizzato per la prima volta indica come progressivo “1”, ma se prima di luglio sono state emesse altre fatture, cartacee, sarebbe un errore indicare “1”. Dunque è importante ricordarsi di modificare questo dato.

Obbligo fattura elettronica per i forfettari, come proseguire con la numerazione dal primo luglio

Come scegliere il software di fatturazione elettronica per forfettari

Aspetti da considerare qualora ci si trovi per la prima volta ad affrontare l’acquisto di un software per la fatturazione elettronica sono:

  • Semplicità di utilizzo: diversi software offrono modalità guidate per svolgere passo per passo ogni fase dalla creazione all’invio della fattura elettronica, per poi dare la possibilità di gestire più rapidamente e con un buon grado di automazione tutto il processo. Importante anche che la piattaforma abbia un’interfaccia intuitiva e user friendly,
  • Flessibilità: è importante poter disporre del programma da qualsiasi dispositivo e in qualsiasi luogo ci si trovi. Le soluzioni in cloud, accessibili tramite servizio online, offrono questa possibilità,
  • Delega al commercialista: un’interessante opzione è quella della possibilità di integrare l’account del commercialista, in modo che il professionista cui ci si affida possa avere chiara la situazione del contribuente e risolvere prontamente ogni dubbio.
  • Costi contenuti: molte soluzioni di fatturazione elettronica hanno costi contenuti, nell’ordine dei 20-40 euro all’anno. Inoltre, spesso per i nuovi acquirenti ci sono promozioni con prezzi simbolici di pochi euro per i primi mesi di utilizzo.

Quanto costa la fatturazione elettronica per i forfettari

La spesa da affrontare è quella per il software di fatturazione elettronica e, se non si era già seguiti da un professionista, per le consulenze di un commercialista. Per il resto, la fattura elettronica fa risparmiare tempo e denaro: la digitalizzazione dell’intero processo è una soluzione che permette di eliminare del tutto la carta, riducendo le spese e permettendo di gestire il tutto in chiave più sostenibile.

Per capire come si sia giunti all’avvio dell’obbligo, è utile capire la roadmap normativa. Con la “Proposta di decisione di esecuzione del Consiglio, COM(2021) 681 final 2021/0357 (NLE) del 5 novembre 2021, recante modifica della decisione di esecuzione (UE) 2018/593 per quanto riguarda la durata e l’ambito di applicazione della deroga agli articoli 218 e 232 della Direttiva 2006/112/CE”, richiamando la decisione di esecuzione (UE) 2018/593, l’Italia ha introdotto un sistema generalizzato di fatturazione elettronica obbligatoria, anche a norma della raccomandazione del Consiglio, dell’11 luglio 2017, sulla base del programma nazionale di riforma 2017 dell’Italia.

Questo è stato possibile grazie alle relazioni semestrali che il Governo ha presentato per rendere conto dell’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica tra privati e permettere alla Commissione europea il monitoraggio continuo della deroga concessa all’Italia di non applicazione degli articoli 218 e 232 della Direttiva 2006/112/CE.

Strumento vincente al punto da consentire il raggiungimento degli obiettivi di recupero, con un miglioramento sensibile dei livelli di fedeltà fiscale. Secondo l’esecutivo, inoltre, tale strumento si è rivelato cruciale nell’ambito dei controlli preventivi, contribuendo in maniera decisiva all’identificazione e al recupero di falsi crediti Iva, per una somma pari a 495 milioni di euro, e all’individuazione dei soggetti coinvolti in meccanismi di frode comunitaria.

e-book
Smart Manufacturing e Industry 4.0: come “iniettare” intelligenza nei processi
ERP
Manifatturiero/Produzione
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4