STRUMENTI

Fattura elettronica, software e web, i servizi “istituzionali” per l’obbligo 2019

Il Fisco mette a disposizione procedure web, app e software ma ci sono anche gli ordini professionali, le associazioni imprenditoriali, e le associazioni dei professionisti che fanno sistema offrendo strumenti per la fatturazione elettronica: una panoramica

16 Lug 2018
software servizi fatturazione elettronica

Sono numerosi i software rivolti a chi si trova alle prese con i nuovi obblighi di fatturazione elettronica che scattano a gennaio 2019. Software house, associazioni professionali, imprese digitali fanno a gara per proporre alle imprese e ai professionisti prodotti web per fare le fatture elettroniche. Spesso, sono anche segmentati per le diverse tipologie di esigenze: piccola impresa, studio professionale, commercialista, e via dicendo.

Ci sono anche strumenti “istituzionali”, ovvero messi a disposizione da associazioni ed enti, oltre ai servizi dell’Agenzia delle Entrate, in continua evoluzione. Facciamo una breve panoramica di questi ultimi, cercando di capire a quali esigenze vanno incontro, come sono organizzati, come si possono utilizzare.

Il software dell’Agenzia delle Entrate per la fattura elettronica

Partiamo con l’Agenzia delle Entrate che dallo scorso primo luglio ha aggiornato il Sistema di Interscambio, Sdi, sul quale devono necessariamente passare tutte le e-fatture destinate alla pubblica amministrazione, e che ora è predisposto anche per la fatturazione B2b. L’Agenzia mette a disposizione di imprese e partite IVA diversi servizi e strumenti online per predisporre, trasmettere, e conservare le fatture elettroniche. Sul sito dedicato a Fatture e Corrispettivi, si possono trovare tutti i materiali informativi relativi ai vari passaggi della fattura elettronica, che consentono di utilizzare le relative procedure. E’ possibile: registrare l’indirizzo telematico su cui ricevere le fatture, generarle, trasmetterle, conservarle (bisogna aderire a specifico servizio), utilizzare una serie di funzionalità di supporto (personalizzare la fattura scegliendo l’aspetto grafico, controllare la correttezza del documento prima di inviarlo al sistema di interscambio, apporre sigillo elettronico per assicurare l’integrità del file, visualizzare il PDF, accreditare un proprio canale presso il sistema di interscambio). Strumenti e materiali per la fatturazione elettronica sono presenti anche sul portale Fattura PA – Sistema di Interscambio, che ha anche un simulatore che consente di provare l’invio e la ricezione di una fattura senza di fatto effettuare l’operazione. Infine, il Fisco ha predisposto un software che consente di predisporre la fattura in modalità offline, pensato per chi non ha sempre a disposizione una connessione stabile e di conseguenza preferisce non effettuare l’intera procedura via web.

WHITEPAPER
Sai come implementare una rivoluzione dell’IT?
Digital Transformation
Software

Fra le novità predisposte per i nuovi obblighi (dal primo luglio scorso per le cessioni di carburante, con l’esclusione dei distributori di benzina, e per i subappalti nell’ambito di contratti verso la pubblica amministrazione), la app “Fatturae”, che consente di inviare le fatture elettroniche al sistema di interscambio via smartphone. Funziona in ambiente Ios e Android, prevede una procedura semplificata che consente di predisporre e inviare la fattura sia ai privati sia alla pubblica amministrazione. Anche la app, come il servizio web, consente di scegliere un modello di fattura adatto alla tipologia di documento che si invia (ad esempio, per le cessioni di carburante).

Il QR Code

Infine, sono online due nuovi servizi, il primo per generare il QRcode, una sorta di biglietto da visita che indica al fornitore tutti i dati per predisporre e inviare la fattura, il secondo per registrare l’indirizzo telematico su cui ricevere le fatture. Il Qr Code, spiega Robert Braga, commercialista, nonchè presidente dell’Associazione Professionisti per l’Innovazione Digitale, é «uno strumento di grande comodità. Tutti siamo abituati ad usarlo in farmacia, in treno, al supermercato», e che ora consente di velocizzare anche le operazioni di fatturazione elettronica. Sono e saranno necessari adeguamenti anche tecnologici da parte degli operatori, che devono attrezzarsi per poter leggere il codice a barre. Ma si tratta di uno strumento che certamente «agevola la fase di emissione, e soprattutto velocizza i tempi». I meccanismo di base è molto semplice: il codice Qr consente al fornitore di avere tutti i dati del cliente per intestare, predisporre e anche inviare la fattura, «in modo veloce e senza il rischio di commettere errori», sottolinea l’Agenzia delle Entrate. C’è uno specifico tool per generare il QR Code sul sito Fatture e Corrispettivi, oppure è possibile eseguire l’operazione collegandosi al cassetto fiscale. Una volta generato il codice, è possibile stamparlo in Pdf e, ad esempio, salvarlo sul cellulare, in modo da averlo sempre a disposizione per comunicarlo.

Prodigitale e fattura elettronica

Ma, sottolinea sempre Braga, «il QR-Code dell’Agenzia delle Entrate non basta», nel senso che prevede operazioni preliminari (registrazione, o delega intermediario), e consente di mandare le fatture e un unico indirizzo, che deve corrispondere al dato presente in Anagrafe tributaria. In parole semplici, con il Qr Code dell’Agenzia delle Entrate un aziende può ricevere ad esempio fatture al proprio domicilio fiscale, e lo stesso discorso vale per il professionista. L’Associazione professionisti per il digitale ha messo a punto un proprio servizio di creazione del QR Code, accessibile dal proprio sito (prodigitale.org), che semplifica l’intera procedura. Non richiede nessuna autenticazione, e prevede l’inserimento di tutti i dati manualmente. Ad esempio, spiega Braga, una grande impresa può avere l’esigenza di ricevere fatture in diversi uffici distribuiti sul territorio, e «il nostro servizio consente la compilazione con altri indirizzi». Altro vantaggio, è immediatamente accessibile, senza bisogno di credenziali, «aggirando quindi un ostacolo previsto del sistema dell’Agenzia delle Entrate».

Assosoftware e fattura elettronica

Anche Assosoftware ha messo a punto un servizio che va incontro a una specifica esigenza, presidiata solo in parte dall’Agenzia delle Entrate: quella di consentire la lettura della fattura elettronica anche a chi non è interessato dall’obbligo, ad esempio i contribuenti in regime dei minimi. Sul sito dell’associazione imprenditoriale è disponibile Assoinvoice, un tool che consente di decodificare le fatture che arrivano in xml (il formato previsto dal SdI). Funziona in ambiente Windows, Mac e Linux, bisogna scaricare un software che effettua la “traduzione” dal formato xml, consentendo di visualizzare la fattura come se fosse cartacea. Come si vede, anche in questo caso, c’è un’associazione che ha messo a punto uno strumento informatico gratuito che fornisce materiali non previsti dal Fisco.

In realtà, anche l’Agenzia delle Entrate ha pensato alle partite IVA in regime dei minimi e in generale a coloro che non sono compresi nell’obbligo di e-fattura, ma dal lato di chi emette la fattura. Nel senso che nel predisporre la fattura online, è possibile inserire un codice convenzionale nel campo Codice destinatario, e il documento viene automaticamente inviato a un’apposita area del sito dell’Agenzia delle Entrate. In pratica, è stato messo a punto un recapito semplificato al quale arrivano le fatture elettroniche di coloro che non hanno la possibilità di ricevere il documento in formato xml che passa attraverso il SdI.

Infocamere e fattura elettronica

A disposizione delle imprese, il servizio di Infocamere, da anni attivo per le fatture verso la pubblica amministrazione, ora aggiornato anche per il B2b. Questo è un vero e proprio strumento per compilare, emettere, inviare e anche conservare la fattura elettronica. Per accedere ci vogliono le credenziali, Spid o Cns (fra i provider che la emettono, anche la Camera di commercio), il servizio è gratuito ma è desinato solo alle PMI (in base alla definizione europea, significa le aziende con meno di 250 dipendenti e un bilancio sotto i 50 milioni di euro). E’ possibile caricare e inviare al Sdi per la trasmissione fatture generate da altri software o sistemi (sempre che siano in xlm).

Servizio web dell’ordine dei commercialisti

Merita senz’altro di essere segnalato il servizio web messo a disposizione dall’Ordine dei commercialisti. Si tratta di un portale vero e proprio, Espando, che ha una due sezioni per la predisposizione dei documenti elettronici riservate agli enti territoriali e poi un tool per la fatturazione elettronica per i professionisti iscritti. Il servizio è gratuito, prevede procedure semplificate ad esempio per apporre la firma elettronica, la conservazione è norma per dieci anni, l’accesso avviene tramite le credenziali fornite dall’ordine. In generale, segnaliamo che sono diversi gli ordini professionali che mettono a disposizione online strumenti e materiali informativi per la fatturazione elettronica.

Si tratta, diciamolo, di un’operazione dai numeri imponenti, che dal 2019 riguarderà tutte le operazioni di oltre 5 milioni di partite IVA, e che è paragonabile, per dimensioni, forse solo alla dichiarazione dei redditi precompilata. Imponente lo sforzo da parte dell’Agenzia delle Entrate e non solo (materiali informativi e riferimenti normativi sono messi a disposizione, ad esempio, anche dall’AGID), coadiuvata da enti e associazioni professionali che aggiungono servizi e strumenti spesso in modo “intelligente”, ovvero non sovrapponendosi al Fisco ma anzi completando e integrando i tool in funzione delle esigenze di professionisti, imprese, mercato.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati