Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

contenuto sponsorizzato

Leonardo: “La nostra tecnologia per la trasformazione digitale della PA”

Leonardo contribuisce alla trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione attraverso lo sviluppo di sistemi e applicazioni sicuri e funzionali all’erogazione dei servizi essenziali ai cittadini

16 Lug 2019
Eleonora Cordaro

Head of Marketing Cyber Security Division, Leonardo

Mauro Pucciarini

Program Manager Vertical Solutions & Secure Applications, Cyber Security Division, Leonardo


Leonardo partecipa attivamente alla digitalizzazione della PA Centrale e all’implementazione delle linee guida dell’Agenda Digitale Italiana attraverso l’erogazione di servizi tecnologici ad esempio nell’ambito dei sistemi informativi gestionali e dei procedimenti amministrativi.

I progetti per la trasformazione digitale

Facendo leva sulle proprie competenze di processo e su capacità in ambito tecnologico Leonardo realizza piattaforme abilitanti alla trasformazione digitale dei Ministeri e della Pubblica Amministrazione italiana e affianca i propri clienti nell’attuazione delle azioni necessarie per favorire l’adozione delle nuove piattaforme.

Attraverso un percorso virtuoso che passa dalla redazione di un Piano dei fabbisogni, contenente le indicazioni relative a servizi ed esigenze che i clienti intendono soddisfare, viene elaborato un progetto esecutivo che, una volta condiviso ed approvato, permette l’erogazione dei servizi e l’implementazione delle soluzioni per i clienti.

I contesti di riferimento

La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione passa attraverso l’implementazione di soluzioni a supporto dei processi core, dei processi trasversali e dei processi di supporto all’organizzazione, adottati da ciascuna PA. I sistemi gestionali adottati dalle Pubbliche Amministrazioni comprendono piattaforme e applicazioni per diversi settori. Ad esempio, per quanto riguarda la finanza e il controllo, i sistemi gestionali intervengono a supporto della contabilità generale, finanziaria e tributaria e la gestione del bilancio, del piano di budget e di programmazione. Utilità si riscontrano anche nel campo della gestione delle risorse umane: infatti, tramite servizi e applicazioni, viene sostenuto il governo delle attività legate ad aspetti organizzativi, amministrativi, retributivi, normativi e fiscali. Anche gli acquisti (procurement) sono contemplati tra i settori che possono ottenere supporto dai sistemi gestionali. In questo caso, l’aiuto arriva attraverso servizi per la gestione dell’intero ciclo di vita degli acquisti e degli approvvigionamenti. I sistemi adottati sono utili per la gestione del patrimonio, per il supporto della gestione dei cespiti, delle sedi e degli spazi nel rispetto delle normative sulla sicurezza e salute sul luogo di lavoro. In ambito progetti e commesse invece, il supporto è dato tramite servizi e applicazioni per la gestione, il coordinamento, la rendicontazione delle commesse grazie anche alla definizione e implementazione di indicatori di qualità e alla rilevazione delle criticità (risk management). La Pubblica Amministrazione si avvale, infine, di soluzioni di supporto alla logistica per la gestione delle attività organizzative e gestionali dell’intera supply chain.

La gestione dei procedimenti amministrativi comprende, ad esempio, sistemi per il protocollo informatico, che indirizzano la registrazione e archiviazione dei flussi documentali, la gestione dell’accesso alla documentazione e la condivisione dei documenti sia all’interno che all’esterno degli enti. Ma non solo: la gestione dei procedimenti amministrativi include anche il workflow automation , che permette la gestione dei flussi documentali e dei processi a supporto, la gestione documentale che supporta la redazione e la modifica dei documenti, la loro archiviazione, indicizzazione e la disponibilità di strumenti per la ricerca di informazioni all’interno della documentazione. I sistemi di gestione dei procedimenti amministrativi abilitano, infine, la gestione dei flussi documentali per i processi amministrativi per permettere l’assegnazione delle responsabilità nelle diverse fasi di processo e la creazione di report che consentano il monitoraggio dell’avanzamento della attività.

Le piattaforme

I servizi di sviluppo, gestione, manutenzione, assistenza e supporto erogabili per i clienti consentono il completamento delle piattaforme abilitanti per i sistemi di gestione delle PA e lo svolgimento delle attività atte a favorirne l’adozione. Grazie a un approccio comune nello sviluppo dei servizi e dei diversi ecosistemi della PA, è anche possibile l’omogeneizzazione dei servizi offerti al cittadino tramite:

  • evoluzione delle piattaforme abilitanti esistenti grazie anche all’adeguamento tecnologico
  • realizzazione delle piattaforme abilitanti già progettate
  • realizzazione di nuove piattaforme abilitanti che fungano da acceleratori per il processo di digitalizzazione della PA.

L’adozione delle nuove piattaforme e l’adeguamento tecnologico abilitano le PA a offrire servizi, a enti e cittadini, che permettano un’interazione online e in mobilità semplificando, ottimizzando e migliorando i processi e le procedure operative, lo scambio e la governance di contenuti e comunicazioni e l’integrazione di dati provenienti da fonti diverse adeguandosi anche ai requisiti di sicurezza e di privacy imposti dalle normative vigenti.

I servizi

L’erogazione dei servizi nell’ambito dei progetti si avvale di contributi integrati di risorse specializzate con competenze:

  • verticali sui diversi processi della Pubblica Amministrazione, sul disegno/ridisegno/digitalizzazione di processi, sulle tecnologie e sulla parametrizzazione e personalizzazione di pacchetti di mercato e open source
  • trasversali sulle metodologie e tecnologie di gestione, testing, rilascio, ecc.

I servizi realizzabili possono essere di sviluppo software, comprendere di conseguenza parametrizzazione e personalizzazione di soluzioni software, analisi, progettazione e realizzazione di software specifico (“ad hoc”), manutenzione evolutiva per arricchire le applicazioni esistenti con nuove funzionalità, migrazione di sistemi informativi e/o applicazioni esistenti verso nuove soluzioni.

Oltre ai servizi di sviluppo software, sono possibili servizi di gestione, manutenzione e assistenza che partendo dalla presa in carico dei sistemi esistenti e da trasferimenti di know how indirizzano la gestione applicativa, la manutenzione adeguativa, migliorativa e correttiva, il supporto e l’assistenza da remoto agli utenti; in quest’ambito sono possibili, inoltre, servizi di supporto specialistico e di conduzione tecnica dell’infrastruttura (on premises).

I servizi di supporto organizzativo includono le attività a sostegno della revisione dei processi tramite l’analisi della situazione esistente, il Business Process Reengineering e la realizzazione di programmi di cambiamento organizzativo e procedurale. Il supporto architetturale e il supporto tematico e funzionale vanno a completare i servizi di supporto organizzativo attraverso la definizione di soluzioni IT per l’efficienza dei processi, la progettazione end-to-end delle soluzioni, attività di “demand management” e “program management”, studi di fattibilità e redazione di documenti.

Il ruolo di Leonardo per le PA

Leonardo punta all’evoluzione delle applicazioni della PA secondo un’architettura a micro‑servizi che assicura, oltre alla scalabilità delle soluzioni, anche la loro manutenibilità, la facilità di aggiornamento e l’eliminazione dei single point of failure tipici delle applicazioni tradizionali. Il processo di innovazione del cliente è indirizzato attraverso un approccio “Agile” che permette di accelerare i tempi di progettazione, testing e rilascio delle soluzioni applicative. Nell’ambito dei progetti, Leonardo affronta anche il processo di trasformazione infrastrutturale dei clienti indirizzando architetture per l’erogazione dei servizi sia in cloud sia on premises, adeguandosi così ai bisogni del cliente.

Le iniziative portate avanti da Leonardo nei diversi progetti per la Pubblica Amministrazione permettono:

  • l’analisi e la revisione dei processi del cliente e la descrizione di ipotesi di disegno o ridisegno anche allo scopo di un’evoluzione organizzativa e di un miglioramento in termini di efficienza, la revisione dei processi e l’individuazione del modello a tendere;
  • la definizione degli interventi e degli aggiornamenti tecnologici per l’adozione di architetture standardizzate e scalabili a supporto della completa digitalizzazione dei processi cliente e del miglioramento in termini di efficacia dei risultati ed economicità nella gestione, la definizione di nuove infrastrutture per l’erogazione dei servizi sia in modalità on‑premise sia in modalità Cloud al fine di garantire i massimi livelli di integrazione, flessibilità e scalabilità;
  • la manutenzione dei sistemi del cliente al fine di garantirne la continuità operativa e indirizzare le esigenze di adeguamento in funzione dei mutamenti di processo e dell’ambiente di riferimento; la realizzazione di sistemi integrati di governance al fine di semplificare i processi decisionali o la gestione della supply chain; la realizzazione di sistemi documentali ottimizzati nella user experience; l’implementazione di soluzioni IT atte a far evolvere i sistemi informativi dei clienti per un’integrazione completa tra gli utenti interni ed esterni all’organizzazione.

Leonardo affronta il processo di innovazione del cliente anche con tecniche di data analytics e intelligenza artificiale che consentono lo sviluppo di sistemi che offrono funzionalità per supportare il processo decisionale e operativo grazie anche alla disponibilità di una knowledge base. L’integrazione di tecniche di machine learning nello sviluppo dei sistemi documentali dei clienti permette di fornire funzionalità di classificazione automatica e di interpretazione semantica dei documenti. Attraverso i Big Data è possibile classificare, elaborare ed analizzare le enormi quantità di dati, anche storici, prodotti dai sistemi e generare, quindi, insights e informazioni utili per il controllo, la gestione e il miglioramento dei processi del cliente.

L’articolo è parte di un progetto di comunicazione editoriale che Agendadigitale.eu sta sviluppando con il partner Leonardo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4