AGENDE REGIONALI

Dai Villaggi digitali al Tix: così la Toscana cambia pelle

La Regione è fra le più attive sul fronte dei progetti che mirano a traghettare la PA nell’era della digitalizzazione. Fra le proposte anche un diritto di cittadinanza minimo garantito. Ma la vicepresidente Targetti avverte: “Ancora sottovalutato il ruolo delle Regioni, eppure rappresentano lo snodo fondamentale per fare l’Agenda nazionale”

30 Ott 2013
stella-targetti-toscana-131014220303

Condivisione degli obiettivi e cooperazione per gestire il processo di innovazione della Pubblica amministrazione, dematerializzazione dei documenti, creazione di “villaggi digitali” e last but not least il Tix (Tuscany Internet eXchange), il primo data center regionale mai realizzato in Italia. Questi, in sintesi, i pilastri della strategia portata avanti dalla Regione Toscana per traghettare il territorio nell’era della digitalizzazione e contribuire alla realizzazione del “cantiere” digitale nazionale.

È la razionalizzazione della governance ad aver consentito all’amministrazione regionale di spingere l’acceleratore. “In Toscana la governance del processo di innovazione della Pubblica Amministrazione è sempre stata basata sull’idea di condivisione degli obiettivi, della cooperazione e della compartecipazione attraverso la Rete Telematica Regionale Toscana, che è allo stesso tempo una rete di soggetti pubblici (Enti e Regione Toscana) e un’infrastruttura tecnologica (nodo regionale del sistema pubblico di connettività)”, spiega la vicepresidente Stella Targetti, la quale ha la responsabilità di sistemi informativi, infrastrutture tecnologiche, e-government, sviluppo della società dell’informazione. “Nell’ambito della RTRT, la Regione Toscana – puntualizza – ha sempre agito nel rispetto dell’autonomia degli Enti e del libero mercato, richiedendo il rispetto degli standard tecnologici condivisi per garantire l’interoperabilità fra Enti e promuovere il riuso di soluzioni fra gli stessi, incoraggiando così una forte partecipazione al processo di innovazione della PA”. Secondo Targetti è dalle infrastrutture di connettività che passa “anche l’opportunità di sviluppo delle imprese che innovano attraverso la rete e di quelle internet based”. Di qui l’appello al governo centrale di dotare il Paese di una strategia sulle reti nonché di un’offerta di servizi “per dare vita a un circolo virtuoso che vedrà crescere nei prossimi anni la domanda di connettività a banda larga”.

La Regione si è data una propria Agenda digitale che fra le proprie misure strategiche promuove la creazione di “Villaggi Digitali” ossia di territori – coincidente con un Comune o Unione di Comuni – ad alta intensità ed integrazione di servizi digitali per cittadini e imprese. “Abbiamo aperto un avviso pubblico – annuncia Targetti -: gli Enti locali che aderiranno si impegnano ad implementare alcuni servizi base attraverso la digitalizzazione di intere filiere di procedimenti amministrativi, mediante le infrastrutture tecnologiche abilitanti messe a disposizione dalla Regione Toscana attraverso i sistemi di accesso e sicurezza condivisi e garantiti a livello regionale”.

La Regione punta inoltre a promuovere “un diritto di cittadinanza digitale minimo garantito attraverso un LEP (livello essenziale della prestazione), costituito dai servizi base che i villaggi digitali si impegnano a garantire”. Sul territorio toscano – ricorda la vicepresidente – ci sono 287 Comuni di cui 135 con meno di 5000 abitanti e 87 con meno di 3000: “Evidentemente non tutti hanno la stessa capacità di investimento e dotazione di competenze, ma sono chiamati a dare le stesse risposte ai propri cittadini. Vanno bene i campioni dell’innovazione, ma noi abbiamo il dovere di supportare la coesione di un territorio. Non dimentichiamo poi che ben il 47% dei Comuni in Toscana deve iniziare a gestire in forma associata le funzioni fondamentali: una vera rivoluzione e un’opportunità per fare un salto di qualità nella reingegnerizzazione dei processi con le tecnologie. I Villaggi Digitali servono anche a questo”.

Secondo Targetti però il ruolo delle Regioni deve essere “potenziato”: “Fino ad oggi le Regioni hanno avuto un ruolo marginale, anche se a onor del vero è soltanto di recente, e più precisamente con il governo Monti, che si è iniziato a parlare di Agenda digitale in Italia. L’impostazione che il governo Letta – almeno attraverso le parole e le strategie annunciate dal supercommissario Francesco Caio e dal direttore dell’Agenzia per l’Italia Digitale Agostino Ragosa – è confortante. Si è capito che le Regioni sono uno snodo fondamentale nell’articolazione di un sistema nazionale e che spesso in questi anni hanno portato avanti iniziative importanti, oggi best practice, in assenza di una politica nazionale”.

Da sanare – secondo Targetti – la questione della frammentarietà delle competenze fra livelli istituzionali e soggetti diversi e fra ambiti diversi, considerata la natura trasversale e abilitante delle tecnologie Ict. “La frammentazione delle competenze rappresenta una criticità e la digitalizzazione è un’opportunità per superarla”, dice Targetti. “Occorre mettere al centro il cittadino utente come destinatario di servizi pensati come processi completi attraverso la digitalizzazione di intere filiere di procedimenti amministrativi, nei quali i vari soggetti coinvolti nella produzione interagiscono e concorrono secondo modalità predefinite, standardizzate e automatizzate, accessibili con una procedura semplice e omogenea”. In Toscana, ad esempio, ricorda la vicepresidente la sola dematerializzazione del ciclo ordine-bolla-fattura nell’acquisto dei farmaci, in base a dati elaborati dal Politecnico di Milano, ha comportato un risparmio – nei soli primi nove mesi del 2012 – di oltre 700mila euro per la sanità toscana e di circa 382mila euro per le industrie farmaceutiche.

Alle azioni già portate a compimento se ne aggiungeranno presto di nuove: per rafforzare il ruolo del TIX, “i fornitori di gestionali sul territorio potranno utilizzarlo come luogo di erogazione dei propri servizi, rendendoli “compliant” attraverso un processo di accreditamento che renderà possibile l’integrazione con le infrastrutture presenti e quindi l’arricchimento del prodotto stesso (a esempio il gestionale delle multe integrato con la piattaforma regionale dei pagamenti). Per questo stiamo lavorando ad un catalogo dei prodotti TIX Compliant”, annuncia Targetti.

La vicepresidente ci tiene a puntualizzare che anche nell’ambito del progetto che mira a riorganizzare i data center pubblici la Toscana è all’avanguardia: “Il primo data center regionale mai realizzato in Italia è proprio il TIX della Regione Toscana, mentre altre regioni si stanno muovendo ora, come Emilia Romagna e Lombardia. Il TIX è un Data Center moderno che offre servizi con il paradigma del cloud. È stato inaugurato nel 2011 e oggi è l’infrastruttura strategica più importante a disposizione della PA Toscana e non solo”. E la Regione punta a esportare il proprio “gioiello”: “Auspichiamo che Il TIX – conclude Targetti – possa davvero diventare nodo territoriale di un sistema nazionale di data center in cloud sicuro perché in mano pubblica”.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3