Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore responsabile Alessandro Longo

Tim

Dall’Expo alla Champions League, tutto ciò che può fare la tecnologia per un grande evento

di Andrea Costa, responsabile di “Commercial Development Special Events” di TIM

10 Giu 2016

10 giugno 2016

L’adozione di touch point, video-wall, robot e droni crea un effetto di coinvolgimento molto forte; l’utilizzo di piattaforme di edutainment, di web collaboration, di webinar e la digitalizzazione dei contenuti favorisce l’apprendimento e la conoscenza dei temi trattati; l’introduzione di sistemi di ticketing, di monitoraggio delle code e dei flussi, di controllo degli accessi, di business matching, di gestione della sicurezza facilita la fruizione dell’evento e se ne amplifica la notorietà con la creazione di tool social e di App

L’esperienza TIM per Expo Milano 2015, prima grande Esposizione Universale “di nuova generazione”, ha dimostrato come le tecnologie ICT hanno consentito di arricchire e trasformare un evento per essere più facilmente fruito e vissuto dai visitatori, che ne “propagano“ i contenuti anche attraverso la condivisione di immagini e video, oltre quindi lo spazio fisico della manifestazione.

Più in generale, nell’ambito di un’importante iniziativa rivolta ad un grande pubblico, l’adozione di touch point, video-wall, robot e droni crea un effetto di coinvolgimento molto forte; l’utilizzo di piattaforme di edutainment, di web collaboration, di webinar e la digitalizzazione dei contenuti favorisce l’apprendimento e la conoscenza dei temi trattati; l’introduzione di sistemi di ticketing, di monitoraggio delle code e dei flussi, di controllo degli accessi, di business matching, di gestione della sicurezza facilita la fruizione dell’evento e se ne amplifica la notorietà con la creazione di tool social e di App.

Per assicurare il successo di una manifestazione, nella sua componente digitale, le soluzioni ICT predisposte devono essere integrate, utilizzabili in maniera temporanea e scalabili. Queste caratteristiche, come ha dimostrato l’esperienza di TIM, come Official Global Partner per Expo Milano 2015, sono soddisfatte da un approccio basato sul Cloud Computing.

Inoltre l’utilizzo della tecnologia mobile LTE di TIM e i router dedicati garantiscono un alto livello di qualità e, assicurando una capillare connettività al pubblico, contribuiscono in modo significativo alla riuscita dell’evento.

Un esempio recente è quello della finale della Champions League dello scorso maggio che si è tenuta a Milano. TIM ha abilitato i servizi di connettività per lo stadio, gli sponsor, l’hospitality e il Village realizzando anche il portale captive del WI-FI al quale hanno avuto accesso oltre 250mila utenti in contemporanea. Per l’occasione è stato lanciato un programma di co-branding, su oltre 700 negozi TIM, con uno degli sponsor della manifestazione ed è stata realizzata una campagna di Digital Advertising e Social con importanti riscontri.

L’analisi della “presenza digitale” registrata nel corso della giornata in alcune zone della città come Piazza del Duomo, lo Stadio e le aree a maggiore viabilità, se confrontata con quella della settimana precedente ha evidenziato che a fronte di un aumento di pubblico di circa il 4,5%, il traffico dati mobile è cresciuto del 35%.

E’ senz’altro possibile affermare che per un evento, l’approccio integrato nella gestione dell’ICT applicato ad alcuni specifici target quali gli organizzatori, i conduttori di venues (stadi, palazzetti e parchi tematici) le fiere e centri commerciali, le località turistiche, contribuisce ad aumentarne la profittabilità attraverso l’ampliamento del pubblico e la conseguente migliore raccolta pubblicitaria per un’ottimizzazione operativa e, in generale, un miglioramento del brand della manifestazione.

 

Articoli correlati