polimi

Fine crisi per la spesa IT delle aziende: ecco dove torna la (debole) crescita

Secondo l’Osservatorio Digital Transformation Academy, i budget ICT nel 2016 cresceranno dello 0,7 per cento, con punte superiori all’1 per cento per le imprese con meno di 1.000 dipendenti. Resta verde anche il semaforo per il budget ICT destinato all’outsourcing, la cui crescita si attesta su una media pari a +1,81%, con punte del 2,43 per cento per le medie imprese. Aumentano i contratti per soluzioni Cloud e as-a-Service

29 Feb 2016
ripresa-crescita-111212151931

Il fenomeno della digital disruption ha scosso il mondo negli ultimi anni e ha trovato particolarmente impreparate le imprese italiane, mettendo a dura prova le capacità di reazione del management e molte convinzioni su strategie e competizione. Ne è emersa principalmente l’inadeguatezza culturale che, unita alla scarsità di risorse ma anche al ritardo accumulato dalla Pubblica Amministrazione, ha reso gli ultimi anni tra i più depressi per l’innovazione digitale in Italia. Il livello di spesa in ICT delle nostre imprese è infatti sceso in questi ultimi due anni dal 2,5 al 2,1% del fatturato, contro un 3,3% medio a livello internazionale, accompagnato da un constante calo dei budget ICT. D’altra parte il dato Paese indica che il gap della spesa digitale italiana con la media europea continua a essere altissimo: 3,6% del PIL nazionale contro il 5,9% UE27.

Ma se guardiamo al 2015 possiamo cogliere alcuni segnali di un approccio più maturo e consapevole ai trend dell’innovazione digitale da parte delle nostre imprese. Dalle ricerche degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano emerge ad esempio che il mercato dei Big Data Analytics è cresciuto in Italia del 34%, a livello consumer sono presenti 45 milioni di device mobili e l’Internet delle Cose è in continua crescita con un mercato che nel 2015 ha raggiunto il valore di 1,55 miliardi. A livello istituzionale è stato finalmente approvato il programma di crescita digitale che vale un impegno per 1,51 miliardi l’anno. Anche guardando all’ecosistema italiano delle startup finanziate, indicatore di sviluppo e innovazione, emerge un deciso fermento, nonostante le dimensioni ancora limitate, con un fatturato totale generato di 184 milioni € nel 2014.

Il 2016 è stato annunciato con promettenti promesse di ripresa, rafforzate dalle previsioni Ocse sul PIL italiano ed europeo e sul ritmo degli investimenti in tecnologie superiori al 3% annuo, ma è iniziato con un ritmo altalenante a causa della situazione geopolitica e degli effetti della sindrome “cinese”, e dalla volatilità e il nervosismo generati sul contesto finanziario.

Stante queste premesse, quale scenario si aspetta l’innovazione digitale in Italia per il 2016? I segnali positivi ci sono: i CIO delle imprese italiane indicano una ripresa nei budget ICT, con il + 0,7%. È quanto emerge dalla Survey CIO degli Osservatori Digital Innovation, che ha raccolto le risposte di oltre 230 CIO di imprese dai 50 dipendenti in su. Una previsione quindi decisamente più ottimistica di quella rilevata negli ultimi due anni. Il dato è ancora più interessante perché questa crescita vede protagoniste soprattutto le imprese con meno di 1.000 dipendenti, con aumenti sostanziali: le medie imprese fino a 250 dipendenti con +1,16% e le medio-grandi imprese fino a 1.000 dipendenti con +1,88%. Il dato dimensionale è estremamente positivo perché segnala finalmente un interesse deciso all’innovazione digitale anche da parte di quel tessuto economico fino a oggi rimasto, per una serie di motivi, ai margini della digital transformation. Restano stabili le grandi imprese fino ai 10.000 dipendenti (+0,14%) mentre le grandissime imprese (oltre i 10.000 dipendenti) prevedono ancora contrazione dei budget ICT (-0,78%). Il dato non deve tuttavia indurre a pensare che queste grandissime imprese stiano riducendo gli investimenti in innovazione digitale. La percentuale di budget ICT destinata all’innovazione nel 2015 è stata infatti pari al 35,5% per le grandissime imprese contro una media del 31,4%. Questa contrazione è quindi ragionevolmente il risultato di due diversi fattori: da un lato queste imprese hanno praticato già da tempo scelte di maggiore efficienza adottando nuovi paradigmi tecnologici (Cloud, as a service) di cui stanno ora raccogliendo i frutti, dall’altra sempre più spesso stanno allocando budget di innovazione digitale anche al di fuori dalle Direzioni ICT.

Anche per l’outsourcing il semaforo resta verde per il 2016: quasi un’impresa su 3 prevede di aumentare il budget in outsourcing, contro meno di una su 10 che prevede di diminuirlo. L’aumento dei budget complessivi a disposizione delle imprese si traduce in una più che proporzionale crescita del budget dedicato all’outsourcing, che si attesta su una media pari a +1,81%. Si tratta anche in questo caso di un effetto smorzato dalle grandissime imprese, che segnano -2,51%, dato su cui incidono le economie legate a soluzioni tecnologiche di maggiore efficienza (virtualizzazione, Cloud ibrido, ecc.) più che semplici tagli di spesa. Per le aziende sotto i 10.000 dipendenti il dato indica invece un deciso incremento nel ricorso all’outsourcing per il 2016, superiore al 2%. In particolare le medie imprese sembrano scoprire finalmente il fenomeno con +2,43%, forse incentivate anche dalla diffusione di soluzioni Cloud mature, dedicate e finalmente alla loro portata economica. Dalla Ricerca emerge infatti come il ricorso a contratti di tipo as-a-Service cresca inesorabilmente a scapito di quelli di tipo time&material.

Quali saranno le principali aree di investimento nel 2016 per le imprese italiane? Le risposte non rivelano grandi sorprese. Al primo posto, anche quest’anno, i CIO mettono “Business Intelligence, Big Data e Analytics”, prioritari per il 44% delle imprese con punte dell’83% per il settore Utility&Energy e il 67% per grandissime imprese. Al secondo posto, con il 40% di risposte, è la “Digitalizzazione e dematerializzazione” particolarmente sentita dalle imprese di Medie dimensioni (50%) e, come è facile aspettarsi, nel settore PA-Sanità con un picco che sfiora il 90%. Al terzo posto ritroviamo, con il 34% delle risposte, i “Sistemi gestionali ERP”, che grazie alle funzionalità social e mobile vivono una seconda giovinezza, in particolare nel settore Industria (46%) e nelle medio-grandi imprese (43%), che costituiscono larga parte del nostro tessuto economico.

La ripresa della domanda ICT delle imprese italiane appare iniziata con segnali concreti anche se ancora deboli. È però confortante constatare come questa indicazione provenga soprattutto dalle imprese sotto i 1.000 dipendenti, fino a oggi rimaste prevalentemente silenziose spettatrici di fronte alla sfida del digitale.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4