sanità

Easy Hospital, l’app per l’accesso facile ai servizi sanitari del Sant’Orsola di Bologna

Soluzioni tecnologiche che non si limitano alla sola guida del cittadino all’interno di ampie strutture ospedaliere ma che possono apportare elementi innovativi, come l’accesso alle prestazioni ambulatoriali. Un paradigma per una sanità digitale più a misura d’uomo

Pubblicato il 12 Gen 2023

Mauro Barani

Servizio ICT IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico di Sant'Orsola

Luca Capitani

Servizio ICT IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico di Sant'Orsola

Giovanni Grazia

Settore Innovazione Digitale Regione Emilia-Romagna

Stefania Papili

Settore Innovazione Digitale Regione Emilia-Romagna

app sanità

“Scusi dove si trova il padiglione 2?”, “Dove devo andare per pagare il ticket?”, “Non riesco più a ritrovare il parcheggio sotterraneo dove ho lasciato la macchina”. Queste sono alcune delle domande dei cittadini che sentiamo più spesso lungo i viali tra i padiglioni del Policlinico di S. Orsola di Bologna.

Sono presenti indicazioni e segnaletica ma, complice anche lo stato d’animo di chi deve recarsi a fare una visita o a trovare un proprio famigliare ricoverato, non è certo facile districarsi tra i tanti edifici che costituiscono il campus ospedaliero, così come all’interno degli stessi. In effetti stiamo parlando di un ospedale che si estende per oltre 1 Km (distanza tra i due padiglioni agli estremi del campus) con una superficie lorda complessiva pari a 386.982 m2. L’attività si sviluppa su 32 padiglioni di cui 23 dedicati ad attività di assistenza e ricerca con una presenza giornaliera media di circa 20.000 persone tra utenti e operatori.

Sanità digitale: in Italia si farà solo con un nuovo approccio ai dati

Abbiamo quindi provato a chiederci come poter dare risposta al bisogno di orientamento degli utenti che usufruiscono dei nostri servizi, fornendogli le informazioni giuste al momento giusto e guidarli all’interno dell’area del nostro ospedale.

Ci siamo quindi posti l’obiettivo di realizzare un’applicazione che non si limitasse alla sola guida per il cittadino, ma che fosse apportatrice anche di elementi innovativi, come l’accesso alle prestazioni ambulatoriali a partire dall’invio di un SMS di conferma appuntamento e a tutti i servizi dell’ospedale, portando così proattività e un valore aggiunto nel contesto del wayfinding.

La sperimentazione ha richiesto la costituzione di un Tavolo Tecnico composto da un team multidisciplinare che lavorasse a stretto contatto con il fornitore, con esperti dell’Azienda Ospedaliera (Servizio di Supporto alla gestione dei processi assistenziali, Servizio Gestione del Patrimonio, Servizio ICT, Relazioni con il Pubblico, Comunicazione, Direzione Sanitaria) e dell’Amministrazione regionale (Settore Innovazione digitale e Direzione generale Sanità).

Easy Hospital, il progetto

Consapevoli della complessità del progetto, abbiamo deciso di suddividerlo in due fasi per poter concludere la sperimentazione e andare in produzione in un tempo ragionevole con i servizi di base, per poi incrementarne le funzionalità per step successivi. La descrizione delle fasi può essere così riassunta:

WHITEPAPER
Il futuro è delle aziende componibili. Così si diventa flessibili e veloci nel cambiamento
Big Data
CIO

Fase 1

Dal mese di dicembre 2022 l’app, denominata Easy Hospital, sarà disponibile negli store (Apple per smartphone iOS e Google Play per smartphone Android) con le seguenti funzionalità: guida alla navigazione e ricerca libera.

a) Guida alla navigazione pedonale all’esterno dei padiglioni (outdoor) e all’interno (indoor) dei due padiglioni principali per il paziente con prestazione prenotata tramite servizio CUP regionale. Il servizio si articola nei seguenti passaggi:

  • Invio al paziente del messaggio SMS di pro-memoria della prenotazione CUP con i dettagli dell’appuntamento e link per scaricare l’App nello smartphone del paziente oppure attivarla se già scaricata precedentemente
  • Guida alla navigazione pedonale verso il luogo di erogazione della prestazione. Durante la navigazione outdoor, l’App sfrutta la funzionalità GPS dello smartphone e all’ingresso del padiglione commuta alla funzionalità Bluetooth, consentendo in questo modo la navigazione indoor realizzata con la distribuzione di Tag in tecnologia BLE (Bluetooth Low Energy) rilevati dall’App
  • All’interno dell’edificio dove si deve svolgere la visita, il sistema è in grado di riconosce se per una certa prestazione il paziente è esente dal pagamento del ticket oppure ha già pagato o deve ancora pagare. Nel caso la prestazione non fosse ancora stata pagata, Easy Hospital propone il percorso verso la cassa automatica più vicina
  • Il sistema è in grado di eseguire l’accettazione automatica, che permette di ricevere direttamente sull’App il numero di accesso progressivo alla Sala d’Attesa in seguito alla conferma di avvenuto pagamento (se dovuto). In questo modo si evita la coda allo sportello di accettazione o il passaggio dal totem per la self-accettazione
  • Superata la fase di accettazione virtuale, l’App guida il paziente all’interno del padiglione fino alla Sala d’Attesa corrispondente all’ambulatorio di destinazione della visita, mentre lo stesso numero di accettazione viene riportato anche nel monitor della lista pazienti in attesa
  • Il sistema è integrato con la cartella ambulatoriale del medico, il quale riceve l’informazione di conferma dell’accettazione del paziente, presente in sala di attesa
  • Tramite l’apposito pulsante in cartella, il medico può attivare la chiamata del paziente alla visita. Un messaggio di conferma del proprio turno viene ricevuto anche in Easy Hospital, oltre la chiamata a monitor.

b) Ricerca libera e sezioni specifiche. Con la ricerca libera il cittadino può inserire parole chiave per individuare punti di interesse specifici sulla mappa del campus ospedaliero, oppure può esplorare l’ospedale selezionando direttamente settori di interesse (reparti, distribuzione farmaci, punti di ristoro, taxi, e altro). La selezione del punto di interesse sulla mappa offre la possibilità di farsi guidare fino alla destinazione sia tramite la visualizzazione del percorso più breve e sia in modalità vocale.

Nel corso della Fase 1, a vari livelli del progetto, verrà analizzata e approfondita la soddisfazione degli utenti del servizio, che possono esprimere il proprio  gradimento tramite la compilazione di un questionario disponibile direttamente all’interno dell’app oppure tramite le recensioni negli app store. Il fine è quello di migliorare la fruibilità dell’app, comprenderne i punti di debolezza e di forza e quali informazioni implementare ulteriormente.

Fase 2

Questa fase consiste in una estensione della navigazione indoor ed implementazione di nuove funzionalità. In particolare:

  • estensione della copertura indoor mediante inserimento tag BLE in tutti i padiglioni
  • Realizzazione della navigazione 3D
  • Implementazione di una Chatbot
  • Integrazione con il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE)
  • Content Proximity Push/Pull, ovvero accesso a contenuti informativi multimediali in realtà aumentata collocati nei percorsi di navigazione outdoor e indoor).

La realizzazione di Easy Hospital è stata possibile solo dopo un’attenta ed accurata fase di analisi e di studio. Abbiamo utilizzato metodologie e tecniche di Service Design per progettare e sviluppare una soluzione dedicata alla digitalizzazione dell’esperienza di erogazione dei servizi al cittadino che si compone di:

  • Analisi dei servizi di accoglienza già attivi in modalità fisico/digitale nell’Azienda Ospedaliera
  • Co-progettazione del nuovo modello di gestione dei servizi di accoglienza/relazione con gli utenti, trasformati dall’introduzione della soluzione
  • ‘Ricerca utente’ con l’obiettivo di raccogliere informazioni sul comportamento ed esigenze delle diverse tipologie di utenti all’interno del campus del Policlinico di Sant’Orsola, in termini di navigazione e orientamento, loro esperienza pre e post accesso ai servizi, bisogni e necessità nonché le opportunità di miglioramento e l’adozione di possibili soluzioni.

Sono state utilizzate diverse tecniche di intervista e osservazione (Guerrilla Interview, Osservazione/Shadowing, Survey) ed è stato prodotto un report finale particolarmente utile per l’Azienda Ospedaliera, non solo ai fini della realizzazione dell’app, ma in generale per la gestione del wayfinding in ospedale:

  • Collocazione tag BLE, sviluppo dell’app, individuazione e configurazione dei Points Of Interest (POI)
  • Test di usabilità e fruibilità con valutazione dell’esperienza d’uso
  • Definizione dei Key Performance Indicator (KPI) e indagini di Customer Satisfaction a vari livelli del progetto, con i quali verrà analizzata e approfondita la soddisfazione degli utenti del servizio col fine di definire un modello di servizio al cittadino scalabile a livello regionale in strutture diverse dal Policlinico di Sant’Orsola;

Il futuro del progetto

Il percorso progettuale si compone di nove step fondamentali rappresentati nell’immagine riportata:

easy hospital progetto

 

I prossimi mesi si caratterizzeranno come periodo di raccolta e analisi dei dati, che dovranno confermare se tutto il lavoro svolto avrà dato i frutti sperati. Possiamo comunque affermare che i progetti, a partire da quello di Easy Hospital, si sono rivelati particolarmente utili per l’Azienda Ospedaliera, e a questo proposito possiamo portate come esempi lo studio e l’evoluzione dei percorsi di wayfinding nel contesto ospedaliero, un’analisi della gestione dell’anagrafe dei locali con spunti di miglioramento, la distribuzione di sistemi di tracciabilità mediante l’uso dei tag BLE con possibilità di riutilizzo per altri progetti.

È importante evidenziare che, dal giorno in cui sarà stata pubblicata Easy Hospital, inizierà anche un’altra sfida per l’Azienda Ospedaliera, vale a dire quella di riuscire a mantenere continuamente aggiornata la banca dati dell’anagrafica dei locali ospedalieri, dei percorsi dei pazienti all’interno del campus e degli edifici stessi, base fondamentale della piattaforma dell’app che permette di avere una puntuale e sempre aggiornata situazione dei POI e dei percorsi per raggiungerli.

Sanità, ecco le tecnologie per ridurre le code in ospedali e cliniche

L’attività di backoffice è, infatti, estremamente strategica per il corretto funzionamento del sistema ed include scelte organizzative importanti e impegnative al contempo: sono necessarie figure da dedicare all’aggiornamento dell’Anagrafe Locali e all’utilizzo della consolle di backoffice di gestione dei POI e dei percorsi. Devono essere definiti i processi organizzativi affinché, le informazioni primarie da erogare ai pazienti, arrivino in tempo reale o comunque nel minor tempo possibile, ai gestori della piattaforma dell’app, come ad esempio: apertura e chiusura di alcuni ambulatori, interruzioni di percorsi per lavori di manutenzione o ristrutturazione, malfunzionamento di alcuni ascensori e molto altro. Situazioni che devono essere correttamente segnalate e recepite nel sistema in modo che il paziente venga guidato correttamente nella navigazione tramite l’utilizzo dell’applicazione.

Come sempre, dietro a quelle che sembrano essere semplici soluzioni tecnologiche ma che, in realtà, nascondono molto lavoro per per renderle tali, c’è un complesso di professionalità diverse, di tematiche e sfide organizzative che occorre affrontare e pensare, prima dell’inizio del progetto stesso per renderne, poi, migliore la gestione.

WHITEPAPER
Progettare la mobilità sostenibile? Ecco come farlo sfruttando la Data Analytics avanzata
Automotive
Big Data
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4