La guida

Sanità, ecco le tecnologie per ridurre le code in ospedali e cliniche

Ci sono diverse tecnologie disponibili sul mercato che aiutano le aziende sanitarie, private e pubbliche, a ridurre il numero di pazienti in attesa: le code sono foriere di caos, rumore e – pandemia insegna – sono veicolo di contagio, l’uso strategico dei dati supporta ospedali e cliniche nel far fronte al problema

Pubblicato il 15 Dic 2022

Giuditta Mosca

Giornalista

code ospedali

Le code non rappresentano soltanto tempo perso per le persone in attesa, sono un collo di bottiglia tanto per chi deve gestirle quanto per chi le forma. Il personale sanitario disperde energie nell’assecondare le richieste di chi è in sala di attesa, distogliendo l’attenzione dai propri compiti e creando così ulteriore scompiglio nell’operatività interna della struttura. A rendere più claudicante la posizione di ospedali e strutture sanitarie in generale, c’è il rischio e la responsabilità che tra le file di persone, un virus trovi un ambiente ideale alla sua propagazione, soprattutto in un momento nel quale le limitazioni imposte dalla pandemia sono ancora fresche nella nostra mente.

Tutti i problemi creati o alimentati dalla presenza di un elevato numero di pazienti possono essere ridotti ricorrendo ad apposite soluzioni software orientate al patient journey: l’utente prenota una visita o un accesso a una struttura sanitaria, gestisce da sé i tempi necessari per rispettare l’impegno preso, nel frattempo può dialogare in modo diretto con la struttura e può, alla fine del percorso, esprimere il gradimento dell’esperienza vissuta, a beneficio sia della struttura medesima sia di tutte le utenze.

Predire le crisi sanitarie con il machine learning: lo studio NYU

Come ridurre le code, le soluzioni per le aziende sanitarie

Il nodo è l’uso strategico dei dati. Seppure con formule diverse, le soluzioni orientate al patient journey offrono alle strutture sanitarie la possibilità di analizzare i dati relativi agli accessi. Un’accorta politica di data analysis permette alle strutture di migliorare la propria efficienza, foss’anche soltanto conoscendo quali orari, quali periodi dell’anno o quali giorni in particolare coincidono con il maggiore, o il minore, afflusso di persone, in modo di convocare al lavoro il personale adatto sia alle richieste dei pazienti, sia al loro numero.

WHITEPAPER
Una guida per acquisire nuovi clienti con il digital onboarding

Zerocoda

artexe

Una soluzione sviluppata da Artexe attorno alle esigenze del mondo della sanità, immediata da usare e facilmente usufruibile da parte delle utenze.

Si tratta di un portale che può essere raggiunto da qualsiasi dispositivo mobile e fisso e consegna al richiedente un ticket virtuale che indica la struttura sanitaria scelta, il giorno e l’ora dell’appuntamento. Il cittadino può così recarcisi in tempo utile senza sprecare ore di attesa e limitando lo stress.

Inoltre, la medesima piattaforma permette alle strutture sanitarie di creare un canale di comunicazione diretto con le utenze e con i cittadini in genere.

Non richiede registrazione, l’utente deve soltanto comunicare il proprio indirizzo email quando prenota un accesso a una struttura, dato che può essere usato per fargli pervenire eventuali comunicazioni in merito. Allo stesso modo, qualora la visita prenotata non fosse più necessaria, l’assistito può cancellarla dal medesimo portale con pochi click. Artexe ha sedi a Milano, Parma e Modena e supporta in modo continuo la propria applicazione.

Ufirst

ufirst

Una soluzione analoga per evitare code eccessive è quella offerta da Ufirst che consente la prenotazione online di visite e accessi, mediante portale web, app per dispositivi mobili ma anche fisicamente presso le strutture, grazie a totem predisposti all’interazione con i pazienti. Allo stesso modo, mediante una virtual room, gli operatori possono essere di supporto alle utenze, anche a quelle meno avvezze all’uso delle tecnologie.

A vantaggio degli operatori, Ufirst mette a disposizione una guida alla gestione digitale degli accessi che, giova ricordarlo, è prima di ogni altra cosa una questione organizzativa, un processo aziendale che va considerato come tale.

Ufirst, con base a Roma, sta seguendo un processo di internazionalizzazione che l’ha portata sul mercato britannico, dell’America meridionale e in India.

WelcomeYou

welcomeyou

Analogamente ai due prodotti precedenti, WelcomeYou dispone di un sistema di prenotazione degli accessi online. A questo si affianca un servizio di prenotazione in loco – ossia presso le strutture che ne fanno uso – garantendo però priorità a chi ha usato lo formula online per riservare una visita.

Gli utenti possono eseguire un processo di prenotazione senza istallare app sullo smartphone e le notifiche vengono inviate mediante Sms, il punto di riferimento per le comunicazioni tra paziente e struttura diventa quindi il numero di telefonia mobile. WelcomeYou è una soluzione fornita da Next Software Solutions, azienda con sede a Bologna.

WebSI

WebSI

Il funzionamento richiama quello delle soluzioni già esposte, con una differenza architetturale. Oltre a potere contare su un servizio di prenotazione di cui gli utenti possono usufruire via web o via app per dispositivi mobile, la struttura che ne fa ricorso può installare il software su un server proprio condividendo la base dati con altre sedi della medesima organizzazione.

È una soluzione che permette alla struttura di avere un controllo proprietario della gestione degli afflussi ed è in grado di restituire diverse opzioni applicative, tra le quali spiccano:

  • Il riconoscimento delle utenze mediante tessera sanitaria
  • Il supporto multilingue dell’interfaccia grafica
  • La personalizzazione dei contenuti delle pagine web
  • Il rilevamento della soddisfazione delle utenze
  • L’elaborazione grafica dei dati statistici

Teom è un’azienda con sede ad Avigliana (Torino) e offre diverse soluzioni basate anche su totem e su distribuzioni web.

SolariQ

Completamente web based, SolariQ pensato per gli ambienti multisala e multiservizio, copre quindi le necessità delle strutture che hanno più sedi e consente l’integrazione con totem fisici da posizionare in loco. Sfrutta un’infrastruttura hardware e software interamente Microsoft: Windows Server, SQL Server e Internet Information Services (Iss), quindi affidabile e di facile manutenzione. Gli utenti possono prenotare visite e accessi direttamente da app per dispositivi mobile.

L’analisi dei dati conta su un motore di statistica che permette di generare diversi report e favorisce l’integrazione delle informazioni con altri sistemi di elaborazione. SolariQ è fornito da Eltime, azienda con sede a Roma.

ITV-Bloom

ITV-Bloom

Due i prodotti interessanti, ossia Appointments e Virtual Ticket che permettono, rispettivamente, la gestione degli appuntamenti self-service alle quali le utenze possono accedere da un sito web o, parallelamente, anche mediante un’app per smartphone, la quale consente anche di conoscere lo stato delle code in tempo reale.

Soluzioni che possono essere installate presso la struttura oppure hostate presso datacenter esterni e quindi in grado di soddisfare le strutture maggiormente autonome dal punto di vista dell’Information Technology, così come quelle più snelle. L’azienda che fornisce e implementa queste soluzioni è la Sinprof di Cesano Boscone (Milano).

Big data, lo storytelling per dare un senso “umano” alla marea di dati

Gli effetti delle code

Inoltre, a esacerbare la quotidianità di chi lavora nelle strutture sanitarie, c’è quella che in inglese viene chiamata Queue psychology, la psicologia delle code, tema di studio che ha assorbito le attenzioni di diversi esperti, sfociate in studi anche se sperimentali. Il primo assunto con cui ci si trova confrontati è il più banale e può essere ridotto a mero enunciato così: “il tempo che la gente è disposta ad aspettare prima di spazientirsi è strettamente collegato al servizio che sta aspettando”. In sintesi, le persone sono disposte ad attendere 3 minuti per prelevare del denaro a un bancomat prima di rinunciare e cercare un altro sportello automatico (studio di Rong Zhou e Dilip Soman, 2008) e sono disposte a rimanere in coda anche 59 minuti per assistere a una mostra di Paul Gauguin (Thierry Meyer, 1994).

Le strutture mediche e ospedaliere sono confrontate con persone in attesa che possono essere spaventate o preoccupate, potenzialmente alla mercé di notizie poco piacevoli o stressate da un’imminente visita specialistica. Questo determina una maggiore insofferenza con la quale il personale delle strutture è confrontato ogni giorno.

Il problema visto con gli occhi della sanità

La gestione delle code è un tema che riguarda tanto la sanità quanto i cittadini. Avere sale di attesa colme non pone soltanto limiti organizzativi, di pianificazione e operativi, aumenta i rischi dell’incolumità fisica del personale sanitario. È un tema di spessore, tant’è che lo sta studiando anche l’Istituto superiore di sanità ed è oggetto di statistiche, approfondimenti e raccolte casistiche.

L’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (Inail) ha disposto un’indagine a cui hanno partecipato 1.144 operatori della sanità e dalla quale è emerso che il 40% di questi, sono stati oggetto di aggressione. Sono state censite 459 aggressioni perpetrate, nel 91% dei casi, proprio sul luogo di lavoro. Il 61% di queste sono state fatte dai pazienti, il 21% dai loro famigliari.

Va da sé che, non tutti gli episodi di violenza sono riconducibili alle lunghe code a cui sono assoggettati gli assistiti ma, ridurle e parallelamente svuotare le sale d’attesa, è strumento che seda gli animi e riduce la diffusione di emozioni di malcontento e nervosismi.

WHITEPAPER
Decisioni più rapide con l’intelligenza artificiale
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3