SPONSORED

Fornitori Sanità, perché digitalizzare i processi di procurement

La digitalizzazione della catena di approvvigionamento in Sanità è un elemento fondamentale per una maggiore efficienza nel fornire l’attrezzatura alle strutture in modo rapido, sicuro e trasparente, con benefiche conseguenze anche sull’erogazione dei servizi ai clienti finali

23 Giu 2021
Daniele Greco

Business Development Manager, Comarch Italia

Fornitori Sanità

La trasformazione digitale dei processi di approvvigionamento nel settore Sanità comporta vantaggi sia per i fornitori che per le stesse aziende ospedaliere e la comunità. In questo senso, la pandemia di coronavirus ha rappresentato un contesto chiave per confermare ciò, in quanto l’informatizzazione delle procedure si è resa fondamentale per garantire da un lato la continuità operative degli ospedali in un ambito che prevedeva l’impossibilità di contatti ravvicinati, dall’altra per cercare di mantenere il passo con le impellenti richieste di strumenti e materiali per fronteggiare l’emergenza. Tuttavia, il processo di digitalizzazione del procurement sanitario era già in atto. In ambito pubblico per esempio è recente l’adozione del sistema NSO – Nodo Smistamento Ordini, il servizio della Ragioneria di Stato introdotto per la trasmissione degli ordini elettronici dei fornitori del Servizio Sanitario Nazionale. Il cambiamento è dunque in atto e, una volta passato il pericolo Covid-19, non si potrà tornare indietro a metodologie gestionali ormai superate: è bene quindi approfondire da subito la tematica, comprendendo i benefici che la digitalizzazione della supply chain sanitaria comporta.

Supply chain sanitaria in Italia: lo stato dell’arte

Il ruolo della catena di fornitura in ambito sanitario è diventato particolarmente rilevante con l’avvento della pandemia di coronavirus. Soprattutto nelle prime fasi dell’emergenza epidemiologica, tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera 2020 si è assistito a difficoltà importanti nel reperire materiali indispensabili per fornire protezione al personale e assistenza ai pazienti: si pensi per esempio alla scarsa reperibilità di presidi medici come le mascherine nelle prime fasi della diffusione su larga scala del virus, situazione difficile in cui sono intervenute nazioni straniere, enti associativi e privati per sopperire alle carenze, anche attraverso donazioni. La condizione poi è man mano migliorata e la digitalizzazione, considerando anche l’impossibilità di gestire di presenza le attività, ha giocato un ruolo chiave, soprattutto nel corso della campagna vaccinale tra la primavera e l’estate del 2021.

Tuttavia, al di là del periodo in cui ha iniziato a imperversare il Covid-19 e quindi c’è stata una maggiore presa di coscienza del potenziale della digitalizzazione delle attività di procurement, la digitalizzazione dei processi di approvvigionamento del settore sanitario era già in corso. Un esempio concreto dell’implementazione dei servizi digitali è l’introduzione dell’obbligo di fare l’ordine elettronico e il conseguente avvio del NSO – Nodo Smistamento Ordini, il sistema la cui governance è affidata alla Ragioneria dello Stato in cui far transitare gli ordini elettronici delle aziende del Sistema Sanitario Nazionale con i propri fornitori.

 

Servizi di fornitura sanitari, quali sono i vantaggi della digitalizzazione

Del resto, i vantaggi della digitalizzazione dei processi di procurement sanitario hanno impatti positivi non solo direttamente sulla catena di fornitura, ma anche sull’erogazione degli stessi servizi:

  • Semplificazione delle procedure: in pochi passaggi, grazie a un alto livello di automatizzazione, si potranno espletare pratiche che altrimenti richiederebbero un effort maggiore;
  • Rapidità nella gestione dell’iter di approvvigionamento: le attività gestionali e gli scambi documentali avvengono in maniera più veloce, di conseguenza anche l’approvvigionamento del materiale non subirà ritardi a causa di lungaggini burocratiche;
  • Trasparenza nei costi: tramite i sistemi digitali, ogni transazione è tracciata ed è dunque possibile individuare voci di spesa eccessive e capire su quali aspetti è possibile risparmiare;
  • Monitoraggio dell’intero ciclo dell’ordine, per avere sempre sotto controllo l’avanzamento e intervenire prontamente in caso di problemi o errori.
  • Sicurezza: l’utilizzo di soluzioni digitali per implementare nuovi processi di procurement garantisce una maggiore tutela dei documenti e dei dati inerenti gli ordini, rispettando la riservatezza e in compliance con il regolamento europeo sulla data protection GDPR.

 

La soluzione Comarch

Per comprendere l’impatto positivo della digitalizzazione dei processi di supply chain in ambito sanitario, è utile prendere d’esempio un caso concreto: quello della realtà sanitaria Medicair, che si è appoggiata al partner tecnologico Comarch per affrontare un percorso di trasformazione digitale della catena di fornitura con l’obiettivo di mantenere elevata la qualità. L’implementazione del software cloud di field service management di Comarch, personalizzabile e flessibile, ha aiutato Medicair a digitalizzare l’iter di consegna dei materiali sanitari, limitando gli errori e ridurre i tempi del servizio evitando la gestione manuale dei vari passaggi, grazie anche all’automatizzazione garantita dall’integrazione con l’ERP aziendale. In particolare, Medicair ha scelto di implementare i moduli del software di Comarch dedicati a order and task management, che consente di organizzare le attività assegnandole a un responsabile, Resources, per conservare i dati degli operatori, Time management, utile per avere in real time il planner dell’operatore, FSM Mobile per il monitoraggio quotidiano delle attività via web app e il modulo Warehouse che funge come da magazzino virtuale, con tutti i prodotti ordinati con date di scadenza, storico consegne, dove si trovano e a quali ordini sono legati.

Questa scelta ha consentito di migliorare l’efficacia delle attività di Medicair sotto diversi punti di vista. Per esempio, è stato reso possibile alle singole aziende sanitarie di fare gli ordini senza che un rappresentante di Medicair dovesse presenziare fisicamente. È stato anche possibile tracciare i dispositivi medici oggetto degli ordini, tenendo sotto controllo anche le scadenze dei prodotti. È stato apportato anche più ordine nelle fasi finali del ciclo di fornitura, grazie alla possibilità di reporting che consente in automatico di ricevere nella propria area personale il documento di consegna e la fattura: un valore aggiunto con l’aumento di richieste che avrebbero potuto portare intoppi e difficoltà amministrative. Questi benefici hanno inoltre avuto impatto positivo anche sui clienti, soddisfatti di una gestione più snella e un workflow efficiente.

L’articolo è parte di un progetto di comunicazione editoriale che Agendadigitale.eu sta sviluppando con il partner Comarch

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati