Casi e storie

Startup e industria: la via italiana all’innovazione

Non è un Paese per exit miliardarie: meglio per le startup italiane cercare partnership e collaborazioni con aziende già avviate. Ma serve un cambio culturale di tutto l’ecosistema. Ecco gli esempi pionieri

01 Apr 2014
Federico Guerrini

giornalista

avioaero-140327132642

Se n’è parlato di recente anche agli Stati Generali dell’ecosistema startup italiano, l’evento milanese che ha riunito una parte consistente dei protagonisti dell’ambiente tricolore delle startup: la via italiana all’innovazione non può ridursi a un semplice scimmiottare esperienze estere, siano esse quelle della California o di Berlino, ma deve tener conto delle peculiarità del tessuto imprenditoriale nostrano. “Il nostro sistema industriale – spiega ad Agenda Digitale Stefano Firpo, capo della Segreteria Tecnica del Ministro dello Sviluppo Economico – non credo si giochi tutto sull’ultima frontiera o sull’ultimo social network, come in Silicon Valley. Noi siamo un sistema basato sull’industria e sulla manifattura, e sia le startup che le aziende “tradizionali” possono trarre profitto da un reciproco interscambio”. “Non parlo necessariamente – precisa Firpo – di acquisti di startup da parte di grandi imprese, ma di sinergie e collaborazioni fra di loro”. Le startup in questo modo possono avere facilitazione per quanto riguarda competenze, accesso al credito, pianificazione. Per le aziende, da queste collaborazioni può arrivare invece una ventata di aria fresca che le aiuti a rinnovare il loro business.

Forse non faranno notizia come le acquisizioni o le quotazioni in Borsa miliardarie di Oltreoceano, ma di esempi di partnership di questo tipo ne esistono già diversi, soprattutto in settori dove il Made in Italy è tendenzialmente molto forte, come la moda. Firpo cita ad esempio la vicenda di H-umus, startup nata nel 2007 all’interno di H-Farm, e che ha avuto l’idea di sviluppare un’applicazione per iOS che consentisse alle aziende di fashion di sostituire la tradizionale presentazione cartacea delle proprie collezioni con una “vetrina” più dinamica e accattivante da fruire su tablet. Trovando le prime opportunità di collaborazione con grandi marchi come Armani, Diesel, Benetton, Safilo. Un altro caso interessante è quello di Natural Gentleman, startup di Biella nata nel 2011, che ha creato una piattaforma per ordinare capi su misura online. La giovane società si è aggiudicata nel 2012 il premio StarCup Piemonte. Subito dopo è arrivato l’interessamento di Reda, storico marchio del tessile, sempre di Biella, che ha acquistato una partecipazione nella startup e stretto una partnership con essa. Dal produttore di tessuti sono arrivati supporto, esperienza e capitali; in cambio, Reda, che fornisce le lane con cui vengono confezionati gli abiti su misura di Natural Gentleman, ha trovato nuovi sbocchi di mercato. I due citati sono senz’altro esempi virtuosi di collaborazione fra realtà vecchie e nuove.

Il posizionarsi delle startup come bacino di innovazione, quasi reparti ricerca e sviluppo esterni, delle aziende, potrebbe contribuire a risolvere o quantomeno ad attenuare alcuni dei limiti intrinseci del modello di innovazione esistente al momento a livello nazionale. “In Italia – racconta Carmelo Cennamo, docente di Stategia & Imprenditorialità alla Bocconi di Milano – c’è un problema di comunicazione fra aziende e startup. Questo perché da noi il mondo delle startup si è sviluppato in parallelo al modello imprenditoriale esistente. E, mancano i capitali che supportino la crescita delle imprese innovative oltre la fase di seed. Non esiste, come negli Usa, un mercato di venture capital intorno che riconosce valore alle imprese innovative Anche per questo le startup si sono concentrate sopratutto sulla produzione di soluzioni per il mondo digitale, che richiedono minori investimenti, più che sulla realizzazione di prodotti fisici”. Qualcosa sta cambiando anche in questo senso: sono entrate ufficialmente in vigore da pochi giorni le agevolazioni fiscali di corporate venture capital: le società di capitali potranno dedurre dalla base imponibile il 20% dell’importo investito in una o più startup innovative. E già qualche investitore dl settore, come per esempio United Ventures, si sta attrezzando per sostenere le startup anche nei round A e B, quelli dove girano milioni o decine di milioni di euro.

“Serve però anche un cambiamento culturale – dice Firpo – il nostro ambiente industriale è spesso troppo chiuso e sospettoso. È vero però che la crisi ha portato un’accelerazione, anche le piccole e medie imprese si stanno aprendo a chi fa innovazione”. Un campo dove si stanno attuando sinergie interessanti, è quello dell’editoria. È di questo mese la notizia che il colosso Mondadori ha rilevato Anobii, un social network per amanti della lettura, nato a Hong Kong, con un milione di utenti nel mondo e 300.000 in Italia. Più in piccolo, ma tutta italiana l’operazione realizzata fra il Gruppo Pozzoni, uno dei leader a livello europeo nel settore delle arti grafiche e della stampa, e “Memeoirs”, una startup di Trento specializzata nella stampa in cartaceo delle conversazioni digitali – crea cioè dei libri rilegati a partire dai messaggi di Gmail. Pozzoni ha investito un quarto di milione di euro in Memeoirs, che è andato ad aggiungersi ai 175.000 euro stanziati dalla Provincia di Trento.

Bella anche la storia di Design42day, un sito e magazine, nato a Milano dalla creatività e dall’iniziativa di un paio di amici nemmeno trentenni e che in poco tempo è diventato un punto di riferimento per il design indipendente a livello internazionale. “All’interno del sito – spiega Cennamo – è nato anche un laboratorio di creazione e di e-commerce chiamato Loft42, per i progetti dei designer che sono diventati realtà attraverso il rapporto con gli artigiani”. Un bell’esempio di come reimmaginando e reinventando il patrimonio di artiginalità e creatività di cui il nostro Paese abbonda, e combinando manifattura tradizionale e nuove tecnologie, possano venire forse le idee giuste per il futuro. Già oggi nel Bel Paese esistono in campo manifatturiero realtà uniche al mondo, come la Avio Aero di Novara, che stampa in 3D componenti per l’industria aeronautica. “In Italia – dice Firpo – siamo stati fra i primi a introdurre le macchine a controllo numerico. Oggi siamo alla vigilia di un’altra rivoluzione, quella della stampa in tre dimensioni, e con la sua tradizione di artigianato e di piccole e medie imprese, il nostro paese anche questa volta potrebbe essere all’avanguardia”.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4