Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore responsabile Alessandro Longo

La guida

Come consultare i registri di cancelleria dal cellulare, con Spid

di Francesco Saverio Orlando, componente della Commissione Informatica presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli

17 Gen 2017

17 gennaio 2017

In questa guida spiegheremo come consultare i registri di cancelleria senza la chiavetta.
Non sarà il solito accesso anonimo ma un vero e proprio accesso qualificato che consentirà pertanto la consultazione e l’estrazione anche degli atti e dei provvedimenti giudiziari in formato elettronico

In questa guida spiegheremo come consultare i registri di cancelleria senza la chiavetta.

Non sarà il solito accesso anonimo ma un vero e proprio accesso qualificato che consentirà pertanto la consultazione e l’estrazione anche degli atti e dei provvedimenti giudiziari in formato elettronico.

Starete pensando “ma non essendo necessaria la chiavetta posso consultare i registri di cancelleria anche tramite smartphone e/o tablet ?” e soprattutto “Non essendo necessaria la chiavetta non dovrò più temere i driver e la loro compatibilità con i browser?”

La risposta è sì.

Utilizzando i suggerimenti indicati di seguito, saranno sorpassati problemi con driver e brower e soprattutto sarà possibile consultare i registri di cancelleria anche tramite smartphone e/o tablet, in piena mobilità.
Le attività che verranno di seguito indicate comporteranno un impiego di tempo pari a circa 15-20 minuti.

 

Abbiamo bisogno di due requisiti principali:

  1.  Una identità digitale ai servizi on line della Sistema Pubblico Identità Digitale SPID;
  2.  Iscrizione al Punto di Accesso al Processo civile Telematico della Regione Toscana.

SPID

SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale che vi consente di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale (username e password).

SPID è gratuito per i primi 2 anni del suo utilizzo per tutti coloro che ne faranno richiesta entro il 30 giugno 2017.

SPID attualmente consente di poter accedere ai seguenti servizi on line (http://www.spid.gov.it/servizi)

Per ottenere il rilascio di SPID è necessario rivolgersi ad un Identity Provider (attualmente ne sono 4) ciascuno dei quali offre diverse modalità di richiesta.


In questa guida si fa riferimento all’esperienza dell’autore che ha scelto Poste Italiane ed ha utilizzato la firma digitale come strumento di identificazione in rete, ma le indicazioni di massima sono valide per uno dei 4 fornitori di identità digitale. ( vedi https://www.spid.gov.it/richiedi-spid )

Dovrete avere a disposizione il cellulare, un indirizzo email, un documento (Carta d’identità e/o patente) e la firma digitale.

Andate al seguente link https://posteid.poste.it/ e selezionate come modalità di registrazione quella con firma digitale


 

 

Compilate tutti i campi con le informazioni richieste e seguite le istruzioni.

Dopo aver inserito l’indirizzo email vi verrà inviato a tale medesimo indirizzo email un codice che dovrete inserire nel successivo campo della scheda di registrazione.

Analoga procedura verrà effettuata tramite l’inserimento del proprio numero di telefono.

Dopo aver inserito gli ulteriori dati richiesti,  lasciate contrassegnati i due livelli di sicurezza (livello 1 e livello 2) come nella figura in basso e cliccate su salva

 

Seguendo le istruzioni e compilando gli ulteriori campi verrà generato un file denominato Modulo  che bisogna scaricare e firmare digitalmente.

Una volta firmato digitalmente questo file bisogna effettuare l’upload dello stesso.

 

Verrà inviata una email di conferma e verrà fatto un invito a scaricare l’applicazione Poste ID sul proprio cellulare.

Avete ottenuto il vostro SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

 

REGISTRI DI CANCELLERIA REGIONE TOSCANA

Andate al seguente link https://www.giustizia.toscana.it/cancelleriadistrettuale e cliccate

su “Voglio Accedere a PDA Cancelleria telematica.”

 

In caso di primo accesso potrebbe essere richiesta la iscrizione mediante la compilazione di un form con i Vostri dati.

In ogni caso, effettuata la registrazione cui farà seguito la ricezione di un messaggio email di conferma, dovrebbe apparire la seguente schermata, in cui andrete a selezionare come forma di accesso quella tramite SPID e sceglierete indi il vostro Identity Provider

 

A questo punto bisogna inserire la USERNAME e la PASSWORD scelte in fase di registrazione dello SPID e cliccare su Entra con SPID

 

Per consultare i registri di cancelleria è richiesto un livello di sicurezza 2, e pertanto sarà necessario selezionare come ricevere il successivo codice da inserire.

 

Personalmente preferisco ricevere il codice via SMS in quanto con la notifica push attivata sul telefono, riesco a memorizzare subito il codice inviato e quindi ad inserirlo.

Solitamente per i primi accessi vengono inviati un codice al numero di telefono ed un altro all’indirizzo email.

Una volta inserito il codice bisogna cliccare su ACCONSENTO.

 

A questo punto siete dentro i registri di cancelleria come soggetto abilitato esterno

 

 

Sarà sufficiente cliccare su ACCEDI ed entrare in questo modo nei registri di cancelleria.

Tra le tante cose che consente di effettuare il PDA della Regione Toscana (consultazione Reginde, deposito telematico ecc.), ipotiziamo di voler effettuare  una ricerca di tutti gli aggiornamenti che si sono verificati sui fascicoli di propria pertinenza nel mese di dicembre presso l’Ufficio del Giudice di Pace di Napoli.

Orbene, per prima cosa dovrete selezionare “Altri Uffici” (punto 1), quindi Giudice di Pace (punto 2) e quindi Ricerca aggiornamenti (punto 3).

 

A questo punto dovrete selezionare l’Ufficio interessato (nel nostro caso Giudice di Pace di Napoli) ed il periodo di consultazione.

 

Inseriti questi parametri potrete dunque consultare il vostro elenco e scaricare anche i provvedimenti pubblicati come evidenziato nella figura sottostante

 

Finito!!!

Come potete vedere nel video sottostante e come potrete verificare Voi stessi sui vostri smartphone questa procedura può essere fatta in piena mobilità e senza necessità del proprio token.

Innovare significa non solo fare cose nuove, ma fare anche quelle vecchie in modo nuovo” Javier Goyeneche….

  • paolo

    ma non vedete il paradosso che tutta l’italia deve usare lo snodo creato dalla ottima regione toscana? Ma il Ministero della Giustizia sta a guardare oppure ha delegato una delle 20 regioni italiane a dare questo importante servizio a tutte le altre 19 regioni?

Articoli correlati