competenze

Imprese a caccia di talenti digitali: come e dove trovarli



Indirizzo copiato

Entro il 2026 l’Italia ha bisogno di oltre 2 milioni di profili specializzati. Come e dove individuare i luoghi in cui crescono i professionisti di domani esperti in AI, IoT e BigData per soddisfare le richieste del mercato

Pubblicato il 4 set 2023

Francesco Unali

Università Campus Bio-Medico di Roma



competenze (immagine: https://pixabay.com)

Come le imprese possono, riconoscere e valorizzare i talenti nei settori AI, IoT e BigData e quali sono i “vivai” nei quali trovarli? Una domanda spesso ancora senza risposta per un’esigenza sempre più sentita. La sfida l’ha lanciata la recente accelerazione impressa dalla trasformazione digitale alla diffusione di tecnologie, disponibili da anni, che stanno facendo enormi passi in avanti in ambito industriale con applicazioni che richiedono competenze aggiornate e menti adatte a gestire problematiche sempre più sfaccettate e multidisciplinari.

Il tema è al centro di un confronto che riguarda i settori Ricerca e sviluppo delle imprese, i centri di ricerca più all’avanguardia, ovviamente le università e tocca la vita stessa delle imprese che si confrontano, spesso drammaticamente, con la carenza di personale specializzato in materie come l’intelligenza artificiale o i big data.

Quanto pesa la mancanza di competenze digitali

Basta rileggere documenti come il “Next Generation DigItaly” pubblicato dal Forum Ambrosetti nel 2022 secondo il quale i maggiori ostacoli all’adozione di tecnologie digitali in Italia sono la mancanza di cultura digitale all’interno delle aziende (nel 52% dei casi) e la carenza di competenze (nel 48% dei casi). Quest’ultima difficoltà del sistema mina la competitività futura del Paese: a mancare all’appello sarebbero circa 2,1 milioni di lavoratori che necessitano di nuove skill digitali di base entro il 2026 per essere al passo con le richieste del mercato.

“Il tema è sentito in tutta Europa ma è particolarmente problematico nel nostro Paese – afferma il prof. Leandro Pecchia, ordinario di Ingegneria Biomedica e direttore scientifico del Bootcamp all’Università Campus Bio-Medico di Roma – Riconoscere, celebrare e valorizzare i talenti è un’operazione essenziale che viene ancora troppo trascurata, mentre ci sono interi settori come ad esempio la sanità che stanno soffrendo per la mancanza di profili adeguati”.

“D’altra parte – osserva ancora Pecchia – nei prossimi 5 anni AI, IoT e BigData rivoluzioneranno il mondo del lavoro. Lo fa sapere anche il recente World Economic Forum 2023 report, ma non credo che alle persone servano conferme su quanto vedono e fanno quotidianamente. Ogni giorno infatti usiamo ‘cose’ collegate ad internet: per contare i passi, per misurare il nostro ritmo cardiaco mentre corriamo, per accendere o spegnere automaticamente i riscaldamenti, per orientarci per strada, per evitare il traffico o la pioggia, o semplicemente per cambiare la musica, abbassare le luci o dettare una ricetta in cucina, interrogando un assistente vocale commerciale. Queste ‘cose’ usano grosse quantità di dati per funzionare e metodi e strumenti specifici per analizzarli. L’uso sistematico di dati e oggetti connessi ha naturalmente incrementato l’impiego dell’intelligenza artificiale, che è esplosa anche mediaticamente con il recente lancio di prodotti di consumo, che fanno ampio uso di intelligenza artificiale generativa per testi o immagini”.

Valorizzare i talenti esistenti e crearne di nuovi

Un dato inequivocabile, che pone la valorizzazione dei talenti esistenti e la creazione dei nuovi profili come una priorità che non può rimanere solo tema da convegni: è essenziale che sorgano luoghi deputati all’incontro tra giovani laureati e imprese in contesti educativi e relazionali di valore. Un esempio sono i premi che AIIC, la Associazione italiana degli ingegneri clinici, ha recentemente assegnato a un nutrito gruppo di giovani ingegneri che hanno saputo fare innovazione in ambito clinico con progetti in categorie legate a settori strategici come la “Sanità Digitale”, il “Supporto e Processo”, la “Diagnostica Terapeutica Riabilitativa”.

Competenze digitali, il ruolo della formazione e dell’Università

C’è poi il mondo della formazione e dell’Università che ha una grande responsabilità in questo settore e la possibilità di permettere ai neolaureati di mettere alla prova le proprie capacità e di scoprire le proprie vocazioni all’interno di un contesto in cui imparare e proiettarsi verso l’età lavorativa.

È il caso del Bootcamp UCBM, un progetto di formazione internazionale dedicato ai temi dell’Internet Of Things e dell’Intelligenza artificiale, realizzato in sinergia tra università ed imprese incentrato quest’anno su sviluppo sostenibile e benessere globale. Il programma si svolgerà tra il 21 agosto e l’8 settembre presso il Jesus College dell’Università di Cambridge (UK)

“Come azienda specializzata – spiega Antonella Rubicco, CEO di A3Cube che offre soluzioni per l’adozione e l’integrazione dell’Intelligenza Artificiale in ambito industriale ed aziendale – ci scontriamo con la mancanza di talenti e la scarsa offerta formativa. Molte realtà del mondo della formazione ancora non riescono ad offrire una proposta didattica adeguata ai tempi con docenti di informatica che, ad esempio, si convertono all’Intelligenza Artificiale non avendo le basi matematiche o il mindset adeguato. Tutto ciò crea difficoltà nell’apprendimento e grande confusione negli studenti”.

“Per quella che è la nostra esperienza – prosegue Rubicco – ad oggi il Bootcamp è l’unica offerta formativa completa con un approccio che fa crescere realmente le competenze del ragazzo, non è solo un attestato di frequenza. Coinvolgere direttamente le aziende su temi attuali e far crescere i ragazzi anche da un punto di vista personale permette di avere in azienda una persona che ha un’apertura mentale ed una predisposizione che stanno diventando sempre più rare e sempre più utili”.

E il contributo delle imprese alla valorizzazione dei talenti può essere finalizzato anche al supporto delle donne che hanno deciso di investire professionalmente nelle discipline STEM, come conferma Cristina Alberti Italy Account Delivery Manager di Dxc:Crediamo fermamente nel potere delle persone e nella diversità come motore per l’innovazione. Riconosciamo il loro ruolo fondamentale nella trasformazione digitale e nel plasmare il futuro dell’Italia. Siamo un’azienda leader nel settore dei servizi IT mission-critical e ci impegniamo a guidare il business delle aziende attraverso la potenza della tecnologia. Siamo particolarmente focalizzati nel promuovere e sostenere le donne specializzate in STEM. Per questo, all’interno della nostra partecipazione al Bootcamp quest’anno offriremo anche una borsa di studio. Sappiamo che il talento femminile nel settore STEM è spesso sottorappresentato, e ci impegniamo attivamente a creare opportunità e un ambiente inclusivo per le donne che desiderano far parte di una squadra all’avanguardia. In DXC, le donne specializzate in STEM trovano un ambiente di lavoro stimolante, dove la creatività e l’innovazione sono incoraggiate. Offriamo programmi di formazione per aiutare le donne a sviluppare le loro competenze e progredire nella loro carriera. Siamo quindi lieti di collaborare a questa pregevole iniziativa dell’Università Campus Bio-Medico di Roma per promuovere l’interesse delle ragazze nelle materie STEM e guidare l’innovazione e la trasformazione digitale in Italia. Siamo orgogliosi di offrire opportunità di crescita professionale, una cultura inclusiva e la possibilità di lavorare su progetti all’avanguardia”.

Conclusioni

E tra le buone pratiche legate al riconoscimento del talento l’Università Campus Bio-Medico di Roma insieme a Fondazione Mondo Digitale ETS ha istituito proprio nel 2023 in occasione della RomeCup, principale manifestazione di Robotica dedicata alle scuole superiori, il premio di 5.000 euro “Advancing Technology for Humanity Most promising researcher in Robotics and AI”, aperto a giovani ricercatrici e ricercatori e dottorandi di tutti gli ambiti disciplinari, impegnati in progetti di ricerca su robotica e intelligenza artificiale. Dedicato a persone di età non superiore ai 40 anni che svolgono attività di ricerca in centri, enti, istituti, atenei o altre strutture pubbliche e private i premi sono stati consegnati lo scorso 5 maggio e ha visto vincitrice , tra i 130 progetti in gara, la ricercatrice dell’IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) Marta Lagomarsino, del gruppo di ricerca Human-Robot Interfaces and Interaction per il suo progetto sull’interazione tra uomo e robot per aumentare l’efficienza di produzione e il benessere dei lavoratori e delle lavoratrici.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 2