E-AGENDE COMUNALI

Digital citizens e social e-gov, a Rimini avanti tutta sull’innovazione

L’assessore Irina Imola: “Senza sogni e strategie non si va da nessuna parte”. 2014 anno chiave per la messa in opera di numerosi servizi di e-gov ed entro il 2015 alfabetizzazione di almeno il 60% della popolazione di fascia debole

12 Set 2014
irina-imola-140903155858

“Anche i sogni sono parte del destino di una città. Se non si sogna, se non ci si dà un minimo di strategia, una città declina stretta tra una difficile gestione dell’ordinario e la digitalizzazione dell’esistente”: con queste parole Irina Imola, assessore ai Servizi al cittadino e trasparenza e semplificazione amministrativa del Comune di Rimini, sintetizza la “vision” che la città emiliana si è data per far fronte alla sfida dell’innovazione. “L’Agenda digitale di Rimini – spiega l’assessore – pianifica gli interventi nell’ambito Ict promossi dall’amministrazione e volti a migliorare la soddisfazione ed il benessere dei cittadini nella vita quotidiana. Il piano partecipato elenca le azioni che si intraprenderanno. Le stesse sono co-progettate da gruppi tematici composti da cittadini e personale comunale con il principio della’ casa di vetro’”.

Sviluppare nuovi servizi e alfabetizzare almeno il 60% di popolazione in fascia debole entro il 2015 in linea con gli obiettivi Ue, avviare una nuova fase di alfabetizzazione massiva della popolazione, attraverso cui, acquisire competenze tali da impiegare fruttuosamente i servizi offerti dal mondo online fra i principali obiettivi del piano. “L’Amministrazione comunale desidera formare 5000 persone entro il 2016, privilegiando le categorie a rischio di esclusione sociale ad esempio anziani e persone in cerca di lavoro”, annuncia Imola al nostro sito. Il Comune di Rimini con Deliberazione di Giunta n. 358 del 31/12/2013 ha approvato il documento programmatico di indirizzo dell’Agenda digitale e ha dato avvio alle attività. L’approvazione della delibera è stato l’atto conclusivo di partecipazione al coordinamento regionale delle agende digitali locali in Emilia Romagna (Madler) e ha costituito il momento di avvio della progettazione del documento vero e proprio. Il Piano Partecipato è stato realizzato nei primi mesi dell’anno e al suo completamento hanno contribuito anche i cittadini nell’incontro pubblico di co-progettazione che si è tenuto lo scorso 8 giugno. E a seguito dell’incontro è stata rilasciata la prima versione del documento, disponibile sul sito in cui è precisato il contesto valoriale dell’agenda, le aree di interesse e la progettazione preliminare delle azioni operative.

Grande attenzione anche al tema dell’e-government o più propriamente del social-government. I servizi che sono in fase di sviluppo sono: SegnalaRimini – tu sai cosa non funziona che individua in Twitter il canale di customer satisfaction per mappare e gestire le segnalazioni georeferenziate dei cittadini; MYRimini – racconta la nostra città, che attraverso la rete sociale del Comune (Instagram, Facebook, Twitter, Flickr, Google+) punta a promuovere la narrazione della vita cittadina da parte di residenti e turisti; Dati aperti – quelli utili per determinare in maniera partecipata un set circoscritto di dati e stimolare la creazione di applicazioni-aggregazioni da parte di cittadini/aziende; CiVivo Digitale, la piattaforma unificata per la promozione e pubblicizzazione delle iniziative e dei volontari CiVivo (più di 500), la valorizzazione delle pratiche migliori, il coordinamento dei gruppi e la raccolta delle proposte (Ideario). Al progetto verrà abbinata una piattaforma di sussidiarietà collettiva che possa esprimersi attraverso donazioni economiche (crowdfunding cittadino) e di tempo; Biciamo, il progetto per incoraggiare la mobilità ciclabile su un portale tematico della rete civica prevedendo servizi di informazione e interattivi (possibilità di comprare e vendere on-line, prenotazione BiciBus) e convenzioni; Operiamo, la mappa georeferenziata dello stato delle opere pubbliche; FabLab per le scuole, che in collaborazione con i FabLab locali proporrà sperimentazioni di offerta formativa basate sulle nuove tecnologie; GiuntaRisponde, per promuovere un rapporto bidirezionale dell’amministrazione con la cittadinanza attraverso il web. “Tali servizi si appoggeranno su quelli infrastrutturali quali lo sviluppo della nuova rete civica (web e social network), la infomobilità (app, totem touchscreen) ed il wi-fi pubblico”, annuncia l’assessore.

Per l’anno in corso in particolare si prevede la conclusione della progettazione esecutiva e la messa in opera dei servizi attivati con limitate risorse finanziarie (come ad esempio CiVivo digitale, myRimini, operiAmo, GiuntaRisponde) nonché la prima sperimentazione del processo di alfabetizzazione e formazione dei primi tutor digitali in collaborazione con il Rotary Club di Rimini.

Determinante il ruolo delle infrastrutture “senza le quali i servizi digitali non sono fruibili”, sottolinea Imola. “Il Comune di Rimini – continua – si è fatto parte attiva anche su questo versante, lottando dapprima per l’abbattimento del digital divide (oggi prossimo al 3% netto), ed ora posando in occasione di nuove opere pubbliche cavidotti funzionali alla posa di fibre ottiche, nonché dispiegando ove necessario sensoristica digitale. A tal proposito l’Ente si è altresì dotato di una copertura wireless Wimax e wi-fi”. E Agenda digitale fa anche rima con spending review: “L’innovazione Ict fa risparmiare se applicata in un contesto di reingegnerizzazione delle procedure. Agenda digitale è anche questo, ovvero un metodo in cui il Comune e i cittadini insieme possono contribuire a ristrutturare i servizi. Noi immaginiamo che sul medio lungo periodo tale reingegnerizzazione possa senza dubbio aumentare il livello di efficienza ed efficacia e conseguentemente garantire un miglior utilizzo delle risorse”.

Per mandare avanti il processo di innovazione fondamentale la formazione dei dipendenti. “Accanto alla formazione istituzionale ben presente e costante nel Comune di Rimini, si è attivata quella specifica per l’impiego degli strumenti digitali e per il proficuo utilizzo delle tante opportunità offerte dalla Rete – sottolinea ancora l’assessore -. Vi è l’intendimento di creare all’interno dell’Ente una comunità intersettoriale attraverso la quale condividere saperi e pratiche legati all’innovazione digitale.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3