La guida

Cybersecurity, ecco le 10 regole d’oro per non farsi fregare dagli hacker

Il fattore umano è una componente essenziale nella prevenzione degli incidenti di sicurezza informatica in azienda, un aspetto particolarmente rilevante in caso di smart working, ma che nemmeno chi lavora in ufficio deve trascurare: dal non cliccare link sospetti al non condividere le password, i consigli pratici più utili

07 Ott 2022
Nicoletta Pisanu

Redazione AgendaDigitale.eu

analytics-g7831426b3_1920

La sicurezza informatica in azienda non può prescindere da una corretta formazione del personale: ottobre, mese europeo della cybersecurity, è il momento adatto per un ripasso delle buone pratiche da tenere a mente per non correre rischi. Infatti, programmi sofisticati a tutela dei propri sistemi possono risultare poco efficaci se i lavoratori non sono consapevoli dei pericoli che si insidiano anche nei gesti più semplici che si compiono in smart working così come in ufficio. Cliccare su un link senza pensarci troppo, connettersi al wifi gratuito in stazione, dare la password del proprio computer aziendale al collega, sono tutti comportamenti ingenui che possono condurre a incidenti informatici, anche di entità rilevante.

Se a livello corporate è cresciuta negli ultimi anni la consapevolezza sull’importanza di adottare adeguate misure di sicurezza, a tutela dei sistemi e dei dati, resta il nodo del singolo lavoratore. Ecco quindi un vademecum con dieci suggerimenti per lavorare in sicurezza.

Fake news ed elezioni, le norme Ue saranno un argine adeguato? Casi recenti e scenari

1 – Il backup non è un optional

È importante fare sempre un backup dei propri dati, non solo dal computer ma anche dal telefono. Una priorità assoluta. In caso non sia più possibile accedere ai propri dati infatti, per aver subito un attacco che li ha criptati per esempio o per problemi all’hardware, è importante avere la possibilità di entrarne in possesso nuovamente, garantendo così la business continuity.

WHITEPAPER
GUIDA PRATICA contro il Phishing: scopri come tutelare la tua azienda!
CIO
Cybersecurity

Del resto, “è nostra responsabilità fare il possibile per impedire che accadano incidenti, ma bisogna sempre partire dal presupposto che prima o poi un incidente accadrà; per questa ragione dobbiamo essere pronti a poter gestire eventuali ripercussioni. Avere una copia offline dei propri dati è il primo presidio in assoluto”, spiega Alessio Pennasilico, Information & Cyber Security Advisor di P4I. Il consiglio per effettuare il backup è quello di utilizzare un hard disk esterno, in alternativa è utile servirsi anche del cloud.

2 – Non cliccare incautamente sui link nelle mail che ricevi

Quando si riceve un link in una mail, per quanto questa sembri innocente, è importante controllare sempre l’indirizzo del mittente. Malintenzionati possono infatti servirsi di nomi account riconducibili a colleghi o amici, ma possono essere scoperti da indirizzi email con domini che sembrano strani, non attinenti al contesto paventato o incomprensibili. In tal caso ci sono alte probabilità che si tratti di una mail di phishing. Il link potrebbe rinviare a un sito ingannevole in cui viene richiesto l’inserimento dei dati, oppure portare al download di elementi malevoli. Allo stesso modo, è bene non indicare mai i propri dati personali se richiesti in una mail sospetta.

3 – Non fidarti se il capo (o altri) ti chiedono per mail trasferimenti di denaro

La cosiddetta truffa del CEO è un grande classico che però è sempre in auge. Consiste in una mail apparentemente inviata dal proprio capo, in cui viene chiesto di effettuare una transazione di denaro dalle casse dell’azienda a un altro conto. Viene chiesto un bonifico con estrema urgenza: una frode informatica in piena regola, che punta alla sottrazione dei beni. Il modus operandi spesso è preceduto da un’attività di studio, da parte dei criminali informatici, della realtà che si vuole colpire, in modo da capire quali siano gli attori giusti da coinvolgere.

4 – Non condividere le tue password con altri

Le proprie password non andrebbero condivise. Nessuno, nemmeno amici, parenti o colleghi, dovrebbero essere a conoscenza delle credenziali personali per il proprio account di posta, o del pin del bancomat per esempio. Non è una questione di mancanza di fiducia per l’uso che direttamente potrebbero farne i conoscenti, ma diffondere le proprie password aumenta le possibilità che vengano sottratte, perse o divulgate anche in modo non volontario. Se per ragioni tecniche bisogna per forza condividere una password, magari per usufruire dell’assistenza da remoto, meglio usare metodi sicuri, come per esempio un sistema one time.

5 – Scegli password complesse

Il nome del gatto o la propria data di nascita non sono considerate password sicure. Attraverso l’ingegneria sociale, per un malintenzionato è facile appropriarsene, così come è semplice . Bene invece scegliere lunghe password alfanumeriche, che contengano simboli come la punteggiatura e lettere sia maiuscole che minuscole.

6 – Non utilizzare la stessa password su diversi servizi

Utilizzando una password complessa, può venire in mente di imparare a memoria e riutilizzarla per l’accesso a diversi servizi. È un errore, perché aumenta il rischio in caso di sottrazione o perdita, in quanto con una sola chiave si può accedere a numerosi account e potenzialmente rubare più dati.

7 – Abilita l’autenticazione multifattore

Oggi l’autenticazione multifattore è disponibile in via gratuita per numerosi servizi online, a cominciare dai social network: abilitarla permette di prevenire il furto del proprio profilo e il configurarsi di reati come la sostituzione di persona o ancora il furto dei propri dati.

8 – Fai sempre logout se ci si allontana dal proprio computer

È importante effettuare il logout dai propri account in qualunque circostanza, ma soprattutto se si usano computer pubblici o condivisi in ufficio, perché chiunque potrebbe accedervi senza alcuno sforzo. Emblematici i casi di persone che si sono trovate a dover porre rimedio ad affermazioni scritte online, magari sui social, per scherzo o in malafede da altri, con ripercussioni anche sulla reputazione aziendale.

9 – Non connetterti a wifi pubblici senza usare la VPN

Il wifi gratuito della stazione o quello dei giardini pubblici sono attraenti, perché permettono di connettersi senza difficoltà e di lavorare anche quando si è in viaggio o per strada. Tuttavia, non si conosce il grado di protezione di queste reti, quindi è bene premunirsi connettendosi attraverso una VPN, cioè un network privato che tutela la propria navigazione.

Sul mercato ci sono diverse opzioni da parte di provider specializzati, alcune disponibili in abbonamento, mentre altre offrono il servizio in via gratuita. Basta scaricarla e installarla sul proprio computer, poi accedervi attraverso credenziali personali e infine connettersi a una delle reti proposte dal servizio. A quel punto si potrà navigare in sicurezza sfruttando il wifi pubblico, senza il rischio che le proprie attività online siano intercettati da malintenzionati.

10 – Attenzione a orecchie e occhi indiscreti

Lo smart working ha portato a una dimensione liquida del concetto di spazio di lavoro. Le aree di casa, o del coworking, vengono frequentate anche da familiari o lavoratori di altre realtà. È importante ricordarsene quando si parla al telefono o ci si posiziona con il proprio computer: orecchie e occhi indiscreti potrebbero captare non solo password, ma anche informazioni e dati sensibili. Da sottolineare che molte aziende richiedono la sottoscrizione di accordi di riservatezza ai propri dipendenti, per evitare la diffusione di notizie riguardanti l’attività d’impresa o lavori particolarmente delicati, ma anche i liberi professionisti devono prestare attenzione, anche solo nel fare il nome di altre persone.

Il consiglio “finale”

Per Pennasilico, “il rischio che preoccupa più le persone è la perdita economica derivante da accessi non autorizzati al conto corrente o dall’utilizzo fraudolento della carta di credito. Simili incidenti sono per certo fastidiosi ed è necessario attivarsi per prevenirli!. Tuttavia, “io sono molto più preoccupato riguardo ad altri possibili accadimenti: accesso abusivo al mio conto, non per svuotarlo, ma per usarlo come transito in una truffa o nel riciclo di denaro sporco. Accesso ai miei social e tentativi di frode o infezione ai miei contatti sono altri rischi a impatto non economico ma che possono avere gravi impatti sulla reputazione”.

Per diffondere maggiore consapevolezza su questi temi, il 27 ottobre Digital360 ha organizzato una nuova edizione dell’evento Cybersecurity360Summit.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4