servizi pubblici digitali

Innovazione della PA: col PNRR passi avanti dell’Italia verso il digitale ‘popolare’

il PNRR può dare alla Pubblica amministrazione una spinta per compiere quel salto qualitativo necessario per rendere il digitale popolare, diffuso, accessibile. L’analisi del rapporto I-Com consente di delineare lo scenario attuale e approfondire le principali criticità

Pubblicato il 03 Apr 2023

Francesco Nicodemo

Direttore Editoriale Fondazione Italia Digitale

italia governo digitale

Si percepisce la voglia che il digitale sia popolare, diffuso, accessibile. E proprio il PNRR può dare alla Pubblica amministrazione una spinta per compiere quel salto qualitativo necessario per l’erogazione di servizi di qualità ai cittadini e processi di efficientamento della cosa pubblica. Da dove si parte? Ovviamente dal vero patrimonio della Pubblica Amministrazione: le risorse umane, quelle più fresche e quelle che da tempo guidano la macchina delle amministrazioni.

Sono le premesse e le aspettative di chi, come la Fondazione Italia Digitale, crede in questa occasione storica per trasformare radicalmente il Paese e in particolare la PA in un sistema nel suo complesso molto più efficiente e funzionale.

Formazione PA, il digitale migliora la qualità dei servizi pubblici

Appena pochi giorni fa il ministro Zangrillo faceva il suo debutto nel Metaverso, testando tecnologie immersive che possono svolgere un ruolo importante e ancora tutto da definire nella semplificazione ed efficienza da parte degli uffici pubblici. Nuovi servizi e nuove modalità, ma sempre con la stessa necessaria prossimità al cittadino, nella sua funzione di contribuente, lavoratore, imprenditore, giovane, anziano, elettore. Questo ritorno al futuro, però, in tutta evidenza, ha sempre più bisogno di nuove professionalità per essere sostenuto e diventare davvero strutturale.

Il digitale nel PNRR, i risultati dello studio I-Com

Ma come si muove il Paese, quali traiettorie ha compiuto o sta per compiere in chiave Pnrr? Partiamo, innanzitutto, dalle risorse e della loro destinazione per le sfide specifiche, aiutandoci con i dati recentemente raccolti nel paper “Affrontare le sfide della transizione digitale nei piani nazionali di ripresa e resilienza”, realizzato da I-Com, Istituto per la competitività.

Si tratta di uno studio recentissimo e molto dettagliato, in grado di fare il punto sullo stato di attuazione dei Pnrr nazionali in rapporto all’ambito digitale che, mediamente, concentra il 26% delle risorse disponibili per ogni singolo stato dell’Unione.

Connettività, digitalizzazione della pubblica amministrazione, intelligenza artificiale e Industria 4.0, competenze digitali e cybersecurity: queste le cinque aree prese in considerazione per capire quali sono i target e lo stato di avanzamento del piano nazionale. Un’analisi che rimane difficile, quella sullo stato dell’arte, anche in funzione della complessità dello strumento messo in campo dall’Unione.

L’Italia, va detto, conta la spesa più elevata nel pilastro digitale in termini assoluti insieme alla Spagna, (rispettivamente 27 e 18 miliardi di euro), mentre la più alta percentuale si riscontra presso le realtà maggiormente arretrate. Tra i paesi che destinano le percentuali più alte del proprio Pil al pilastro digitale, troviamo infatti quelli che sono in ritardo nel DESI (Romania, Bulgaria, Grecia, Portogallo, Croazia).

Connettività

Il traguardo europeo al 2030 è quello di connettere ogni utenza domestica e l’Italia si sta mettendo alla prova sia con il piano 1Giga, sia con il 5G. Tutte le attività necessarie per avviare l’implementazione dei progetti di connettività a banda ultralarga, conferma I-Com, sono state portate a termine.

Digitalizzazione della PA

Come rilevano gli analisti di Openpolis, la digitalizzazione della Pa ammonta ad 1,7 miliardi l’investimento già assegnato all’Italia in questo ambito. L’obiettivo del Decennio Digitale è di rendere il 100% dei servizi chiave completamente accessibili da remoto per tutti i cittadini, con l’80% che dovranno essere in grado di utilizzare l’identità digitale.

Tutti i paesi dell’Unione prevedono misure per lo sviluppo e l’aggiornamento delle infrastrutture basate su cloud. Ad esempio, quello italiano propone lo sviluppo di un’infrastruttura nazionale ibrida basata su cloud e la migrazione dei sistemi informatici pubblici su cloud.

Entro il 2024, poi, l’Italia punta ad abilitare al cloud 4.000 PA locali e altre 8.000 entro il 2026. L’Italia, afferma sempre I-Com, ha raggiunto già un traguardo nei servizi sanitari digitali approvando un piano sull’aggiornamento digitale delle attrezzature tecnologiche ospedaliere e un provvedimento sulla “casa come primo luogo di cura e telemedicina”.

“A livello regionale – si legge nell’ultima analisi redatta dalla fondazione Openpolis – il territorio che per il momento riceve la maggior quantità di risorse è la Lombardia con circa 326,4 milioni di euro. Seguono Veneto (192,5 milioni), Piemonte (150,2), Campania (146,3) e Sicilia (115,7). Per quanto riguarda invece gli interventi finanziati, al primo posto troviamo gli investimenti per migliorare l’esperienza del cittadino nei confronti della pubblica amministrazione (787,5 milioni), al secondo posto gli investimenti sul cloud (558,8)”.

Industria 4.0 e intelligenza artificiale

Da segnalare, in questo ambito, il piano sul credito d’imposta ‘Transizione 4.0’ dove l’Italia sostiene le imprese nell’acquisto di macchinari e software.

Competenze digitali

L’Europa prevede, al 2030, che almeno l’80% di tutti gli adulti dovrebbe avere competenze digitali di base. Il Pnrr dell’Italia include anche misure per le competenze digitali avanzate, ampliando l’offerta accademica nelle tecnologie digitali e sostenendo i programmi di dottorato di ricerca, che andranno ad aggiungersi alla forte comunità di ricerca esistente nell’IA e nei computer quantistici. Ciò stimolerà anche la ricerca, l’innovazione e la competitività in questo ambito. Per migliorare le skill in campo lavorativo, l’Italia prevede un piano di formazione e ulteriore assistenza ai disoccupati e ai lavoratori in transizione nell’acquisizione di competenze digitali. L’Italia, con il suo budget di 11.252 milioni di euro, destina la spesa maggiore alle competenze digitali, rivolgendosi alla popolazione generale, alle PA, all’istruzione e al mercato del lavoro. Per le competenze digitali nell’istruzione, un indicatore sicuramente importante è quello relativo all’adozione del piano Scuola 4.0 per trasformare le aule in ambienti di apprendimento innovativi.

Cybersicurezza

La sicurezza informatica gioca un ruolo importante nella sua transizione digitale, e l’Italia è uno di quei Paesi che ha optato per la creazione di una nuova struttura operativa. Il Pnrr italiano ha l’obiettivo di rafforzare la cybersecurity con un budget stanziato di 623 milioni di euro e intende farlo investendo in strumenti tecnologici e strutture operative. Già operativa la nuova agenzia nazionale per la sicurezza informatica, un presidio che sarà sempre più importante anche alla luce delle tensioni internazionali, con la rete a rappresentare un delicatissimo ambito in cui misurare l’efficacia degli strumenti a garanzia della sicurezza nazionale.

Mentre scriviamo, il direttore dell’Agenzia ha rassegnato le dimissioni. La nomina del nuovo direttore darà indicazioni importanti di come e di quanto il governo Meloni abbia a cuore la cybersicurezza. Noi di Fondazione Italia Digitale, in tutte le sedi, comprese quelle istituzionali delle commissioni parlamentari, abbiamo segnalato l’importanza del tema in termini strumentali e di competenze. Restiamo convinti che in tutti gli appalti e i servizi pubblici una quota vada riservata al rafforzamento della sicurezza digitale delle strutture pubbliche e delle infrastrutture critiche. Allo stesso tempo, riteniamo importante immaginare un percorso virtuoso per le imprese, immaginando un percorso simile a quello di Industria 4.0 unicamente dedicato alla cybersicurezza delle società private.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati