elezioni 2022

M5S: “Avanti col PNRR, ma rilanciare sulla trasformazione digitale”

Il MoVimento Cinque Stelle intende proseguire, col nuovo Governo, nelle direttrici del PNRR ma intende rilanciare rispetto ad alcune aree di intervento: l’accesso alla rete veloce,
l’inclusione digitale, lo sviluppo economico, la formazione, la digitalizzazione della pubblica amministrazione, la governance dell’innovazione

14 Set 2022
Luca Carabetta

Coordinatore Transizione Digitale M5S

m5s-movimento-5-stelle

Il MoVimento 5 Stelle si ripresenta alle elezioni con un programma elettorale molto ampio, focalizzato su tre grandi pilastri: la solidarietà, la tutela dei beni comuni, lo sviluppo economico basato sulla transizione ecologica e digitale.

Per ognuna di queste aree il M5S al Governo ha conseguito importanti risultati, nel rispetto del precedente impegno elettorale preso con i cittadini. Oltre alle parole che leggerete nel programma, ci sono quindi i fatti concreti degli anni passati.

Transizione digitale

Da sempre grandi sostenitori dell’innovazione tecnologica, ci troviamo oggi in un momento storico di transizione, in cui convergono interessi e capitali pubblici e privati nel digitale.

WHITEPAPER
Aumenta la competitività della tua azienda con IoT e RTLS
IoT
Industria 4.0

Un esempio rilevante è dato dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che rappresenta una conquista italiana sulla scena Europea ed è stato molto importante l’averlo strutturato secondo un filo conduttore, proprio quello della transizione digitale. Il MoVimento Cinque Stelle intende proseguire nelle direttrici del piano e rilancia rispetto ad alcune aree di intervento:

  • l’accesso alla rete veloce,
  • l’inclusione digitale,
  • lo sviluppo economico,
  • la formazione,
  • la digitalizzazione della pubblica amministrazione,
  • la governance dell’innovazione.

PD: “Ecco le nostre idee per migliorare l’Italia col digitale”

Accesso alla rete veloce e inclusione digitale

La pandemia ha messo in evidenza la nostra fragilità, specie sul fronte delle infrastrutture digitali. Senza una connessione veloce, molte famiglie si sono trovate discriminate. Sosteniamo l’importanza dell’inserimento dell’accesso alla rete veloce tra i diritti costituzionali che lo Stato dovrà garantire.

Al fine di perseguire questi obiettivi bisognerà raggiungere la copertura totale del territorio italiano con la Banda Ultralarga, accelerare con il 5G e abbattere le barriere superflue che oggi ostacolano lo sviluppo delle telecomunicazioni in Italia.

In una società sempre più connessa è fondamentale intercettare le opportunità e difendersi dai rischi che possono colpire tutte le fasce della popolazione, specie quelle meno consapevoli.

Lega: “Un ministero dell’innovazione più efficace per rilanciare l’Italia”

Sviluppo Economico

Punto principale del programma è quello di investire in azioni di sistema per tutto l’ecosistema dell’innovazione italiana, coinvolgendo i diversi attori pubblici e privati, anche in collaborazione tra loro.

Si prevede di prorogare e potenziare ulteriormente il Piano Transizione 4.0, con la possibilità di cedere i crediti fiscali sul modello Superbonus.

Per quanto riguarda le startup procederemo nella direzione già tracciata: semplificando le prime fasi di attività delle società e abbattendo le barriere regolatorie anche per gli operatori del mercato dei capitali di rischio.

Realizzeremo un piano industriale che consideri l’impiego delle tecnologie avanzate strategiche per il Paese come la manifattura digitale, l’intelligenza artificiale, i semiconduttori, le nanotecnologie.

Prevediamo di ultimare il progetto di un framework normativo favorevole per l’ambito blockchain e valute digitali e relative applicazioni.

L’obiettivo di queste azioni è quello di rendere il Paese più attrattivo, anche grazie a strumenti dedicati come il visto sui nomadi digitali approvato qualche mese fa o un fondo di investimento pubblico che operi in coinvestimento esclusivamente con partner esteri.

Pubblica Amministrazione

Valutiamo positivamente tutto il lavoro svolto sino ad oggi in questa legislatura. I diversi governi hanno investito convintamente in questo ambito, mettendo il piede sull’acceleratore anche grazie al PNRR.

Ricordo in particolare la realizzazione del Polo Strategico Nazionale, la migrazione in cloud della PA, il progressivo rafforzamento degli organismi e dei processi per la cybersecurity del Paese, lo sviluppo dell’app IO e delle interfacce della Pubblica Amministrazione con cittadini e imprese.

Prevediamo un’azione “Dati bene comune” per applicare i principi dell’Open Data ai dati della Pubblica Amministrazione.

Accogliamo inoltre con favore le proposte avanzate negli ultimi giorni da diversi attori dell’innovazione italiana sull’introduzione su larga scala di software libero nella PA e sull’impiego dell’identità digitale nei processi democratici.

FDI: “Crisi delle telco, un problema per il Paese: ecco le nostre priorità”

Formazione

Se è vero che l’ultimo dato dell’indice DESI registra dei miglioramenti per il nostro Paese, è altrettanto vero che purtroppo l’Italia si trovi al fondo delle classifiche europee se parliamo di competenze.

Non è possibile affrontare la transizione digitale senza maggiori investimenti nella formazione relativa a quelle competenze oggi fondamentali: STEM, manageriali, imprenditoriali. Il M5S ha già approvato un atto parlamentare sul potenziamento dell’insegnamento di matematica e informatica sin dai primi livelli scolastici.

Governance dell’innovazione

Pur accogliendo con favore la “rinascita” del Ministero dell’Innovazione con il Governo “Conte-II”, riconosciamo l’attuale limitatezza delle sue deleghe e prerogative. Riteniamo opportuno un potenziamento del dicastero, anche attraverso il trasferimento del dipartimento per le telecomunicazioni oggi al MiSE, anche dotandolo di portafoglio.

Il Ministero della Transizione Digitale dovrà poi assumere deleghe ancor più forti sul coordinamento delle politiche dell’innovazione tra ministeri, di modo da strutturare un’azione politica convergente.

Sosteniamo inoltre l’idea di una commissione parlamentare permanente sull’innovazione, che possa divenire un interlocutore unico per cittadini, operatori e istituzioni.

Occorre infine l’istituzione di un soggetto ad alto contenuto di competenza, sulla falsariga dell’iniziativa French Tech, per il coordinamento dei molteplici attori pubblici nella filiera dell’innovazione.

WHITEPAPER
Intelligent enterprise: dall’azienda estesa alla filiera integrata e collaborativa
IoT
Manifatturiero/Produzione
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4