Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore responsabile Alessandro Longo

Le tempistiche dell’Agenda

04 Feb 2013

4 febbraio 2013

Alcune misure scatteranno subito, altre nel 2013-2014, magari richiedendo decreti attuativi e regolamenti. Una tabella riassuntiva (aggiornata il 12 luglio 2013)

Che cosa scatterà subito, che cosa nel 2013-2014? Che cosa richiederà decreti attuativi o regolamenti? Sul tema c’è molta confusione. Facciamo chiarezza con questa tabella, compilata con l’aiuto del ministero allo Sviluppo Economico.

 

 

keyboard_arrow_right
keyboard_arrow_left

Novità

Misure normative necessarie

Tempi e stato dell’arte

Documento unico: funzionamento, gestione e ulteriori applicazioni

Decreto Presidenza del consiglio e Interno

Tempi non definiti. Stimato 2014 dal Miur

Anagrafe unica

Decreto  della presidenza consiglio su proposta Interno

Anagrafe operativa con il decreto, ma per il funzionamento tempistiche non definite (2014, stima l’Agenzia per l’Italia Digitale)

Digitalizzazione certificati di nascita e morte

Tempi non definiti. Schema di decreto in fase di preparazione.

Comunicazione digitale dei documenti da parte della Pa

 

 

Non necessarie

Già in vigore da gennaio 2013

 

Domicilio digitale

A seguito dell’Anagrafe unica, richiesto decreto attuativo della Presidenza del consiglio

Tempi non definiti, stimato dopo avvio Anagrafe unica

Open Data

Già in vigore, ma l’Agenzia dell’Italia digitale deve fornire modalità per la pubblicazione dei dati

Tempi da definire per le modalità

Obbligo della Pa e dei gestori dei servizi pubblici ad accettare pagamenti elettronici

Decreto attuativo del Mise, con l’Agenzia per l’Italia digitale

Tempi non definiti, stimato fine 2013-2014 per avviato gateway di pagamenti unico della Pa

Anagrafe studenti, fascicolo digitale studenti universitari

Non necessarie

Settembre 2013

Libri scolastici esclusivamente digitali o misti (scuole materne)

Anno scolastico 2014-2015

Libri scolastici esclusivamente digitali o misti (scuole medie e superiori)

Anno scolastico 2014-2015

Fascicolo sanitario nazionale

Decreto del ministero Salute

Secondo la norma, entro 90 giorni dalla conversione del decreto in legge; ma in realtà avvio previsto dopo l’Anagrafe unica

Ricette digitali

Non necessarie

Attuazione progressiva nel 2014-2015

Cartella clinica digitale

Già in vigore da gennaio 2013 (non obbligatoria ma facoltativa)

Giustizia digitale

Già in vigore, obblighi scattano a 30-60 giorni dalla conversione del decreto (a seconda degli atti di riferimento)

Facilitazioni per nuovi scavi fibra e cablature verticali di palazzo in fibra

Decreto attuativo di Sviluppo economico

Decreto in arrivo (previsto luglio)

Misure startup: agevolazioni burocratiche

Non necessarie

Già in vigore

Incentivi fiscali alle startup

Decreto attuativo Mef, con passaggio alla Commissione europea

Tempistiche non definite

Crowdfunding per le startup

Regolamento Consob

varato a luglio

Certificazione incubatori startup

Decreto attuativo del Mise

Fatto, a fine febbraio

 

 

  • antopigo

    Come mai tanti spazi vuoti in questa tabella? Pensate che arriveranno con i prossimi decreti dalla politica oppure sono lasciati alla buona volontà degli amministratori?
    Grazie
    Antonio Pigozzi

  • Alex

    Buongiorno a tutti,
    innanzitutto grazie per la vostra attività di informazione su un tema tanto importante come l’Agenda Digitale.

    Mi chiedevo se poteste fare luce su un quesito che mi pongo da tempo.
    Quali sono le responsabilità dell’Agenzia per l’Italia Digitale? In altre parole, chi è responsabile nel caso questi interventi non vengano portati a termine? Quali sono i meccanismi di “punishment” nel caso gli obiettivi dell’Agenda non vengano portati a termine?

    In altre parole, si fa fatica ad evincere la struttura della governance dell’Agenda. Si sa, attraverso lo statuto e il decreto che la costituita nel giugno 2012, che l’Agenzia per l’Italia Digitale ha il ruolo di coordinamento e monitoraggio dell’attuazione delle iniziative delineate dalla Cabina di Regia Nazionale, ma è difficile comprendere:
    1) chi sia responsabile per il mancato conseguimento degli obiettivi, e quanto sia responsabile
    2) anche considerando la declinazione dell’Agenda Nazionale a livello regionale, provinciale, comunale, etc. non si capisce a chi spetti la responsabilità in quel caso.

    Dico tutto questo perchè altrimenti c’è il rischio, come al solito, che tutte queste idee non vengano portate a termine per colpa di un sistema di governance poco efficace.

    Grazie mille

  • Robo1001

    L incubatore certificato comincia a essere utile
    Quando il credito d posta del 35 x cento sulle
    Assunzioni dei lavoratori altamente qualificati
    Diventa operativo. Altrimenti serve niente
    Il decreto attuativo e’ firmato
    Cosa manca adesso ?
    Chi lo blocca ?

Articoli correlati