SICUREZZA DIGITALE

Rischio tecnologico in Sanità, ecco come scongiurare danni

Dagli apparecchi diagnostici ai sistemi di robotica, le strutture ospedaliere si trovano a fare i conti con tecnologie eterogenee dalla cui corrretta governance dipende la tenuta della mission dell’ente. Uno panoramica delle metodologie in grado di garantire al paziente un’ottimale sicurezza delle cure

19 Dic 2019
Andrea Minarini

Esperto Federsanità Anci

big data wearable- motore di ricerca sanità - farmacia digitale

Sanità digitale e sicurezza, mai come ora il tema è alla ribalta. Garantire servizi evoluti e a prova di errore è una priorità per l’ospedale innovativo che deve assicurare la fluidità delle prestazioni al riparo di eventi critici e violazioni delle norme a tutela dei dati personali. L’approccio alla gestione del rischio tecnologico prevede l’applicazione della metodologia di analisi del rischio allo studio di sistemi, apparecchiature e dispositivi con l’obiettivo di implementare la sicurezza delle cure.

Sanità digitale, le tecnologie dell’ospedale

La quasi totalità delle prestazioni assistenziali erogate da una struttura ospedaliera si basa anche sull’impiego di apparecchiature e dispositivi medici, la cui efficienza influenza, in modo diretto e indiretto, la qualità e la sicurezza della prestazione fornita all’utente, in termini di accuratezza diagnostica e terapeutica, tempistiche di esecuzione e possibili pregiudizi per la salute del paziente e del professionista sanitario.

WHITEPAPER
8 benefici dell’hybrid work che faranno bene al tuo business
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

Elemento caratterizzante di una struttura ospedaliera inoltre è la presenza di tecnologie molto eterogenee: impianti tradizionali erogatori di energia (impianti elettrici, termici, idrosanitari, gruppo elettrogeno); impianti per il trasporto e le comunicazioni (telefonia, impianti elevatori); impianti sanitari (gas medicinali, vuoto, sterilizzazione); macchinari di laboratorio; tecnologie diagnostiche e terapeutiche; impianti per la sicurezza (antincendio, protezione dalle scariche atmosferiche, rilevatori di fumi di gas, sistemi di allarme, illuminazione di sicurezza) e le nuove tecnologie (Robotica ed Intelligenza Artificiale). L’innovazione tecnologica decisiva per il futuro della sanità dovrà garantire al paziente la migliore sicurezza delle cure anche in questo ambito.

In tale contesto, assai complesso e variegato, le metodologie specifiche del Risk Management trovano la loro massima espressione consentendo di identificare, analizzare, gestire e monitorare le diverse tipologie di rischio di una struttura ospedaliera, allo scopo di prevenire i possibili incidenti/errori per garantire la sicurezza delle cure, come sottolineato dalla recente normativa in tema di responsabilità sanitaria. In particolare, gli strumenti della gestione del rischio consentono di attuare analisi di tipo reattivo, ovvero dopo che si è verificato un evento avverso o un quasi evento (incident reporting, root causes analysis, audit clinico, revisione delle cartelle cliniche) e analisi di tipo proattivo, da mettere in atto prima dell’accadimento di un evento (FMEA – Failure Mode And Effects Analysis e FMECA – Failure Mode And Effects Criticality Analysis).

Gestione del rischio e scambio dei dati

Occorre sottolineare che l’approccio alla gestione del rischio, in tale contesto, non può non essere caratterizzato da sistematicità, organicità e multidisciplinarietà; è inoltre imprescindibile la formazione di tutti i professionisti coinvolti, al fine di coinvolgere attivamente ogni operatore, valorizzandone le specifiche esperienze e competenze, per diffondere una cultura della sicurezza a livello aziendale.

È fondamentale evidenziare che in ambito sanitario la maggior parte degli eventi avversi sono determinati da problemi di organizzazione e gestione, a loro volta derivati dall’interazione fra le diverse componenti del sistema (tecnologica, umana ed organizzativa), e non da errori del singolo professionista.

Ne deriva quindi che, dal punto di vista strettamente giuridico, possa configurarsi una responsabilità oggettiva dell’Azienda sanitaria, in cui si impone alla stessa, convenuta in giudizio, l’onere del risarcimento dei danni subiti dall’attore, a causa di una sua azione od omissione, indipendentemente dalla prova della sua colpa, proprio alla luce del cosiddetto “enterprise risk” o “rischio d’impresa”.

Tra i diversi rischi derivanti dall’utilizzo delle nuove tecnologie in ambito sanitario, particolare attenzione va posta su quelli derivanti dall’utilizzo dei dispositivi medici e dallo scambio di informazioni, aventi le caratteristiche di dati sensibili, tramite rete tra diverse strutture.

Per quanto attiene ai Dispositivi medici, anche in considerazione delle recenti normative nazionali e comunitarie, è prevista l’implementazione della conoscenza del profilo di rischio e beneficio di tali dispositivi, implementando la sorveglianza e la vigilanza, al fine di incrementare la protezione della salute e la sicurezza dei pazienti e dei professionisti.

Tutti i rischi dell’Internet of Things

Il termine “Internet of Thing” (Internet delle cose, IOT) è un neologismo che indica l’estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti, con una fitta rete di connessioni sempre più eterogenee, con conseguente estensione di vulnerabilità, di dispositivi allo scopo di controllo, monitoraggio, attivazione di funzioni da remoto e trasferimento di dati.

In ambito prettamente sanitario, pur rimarcando l’importanza dell’innovazione tecnologica in tale settore, non si può tralasciare di considerare i rilevanti aspetti legati alla sicurezza dei protocolli utilizzati per lo scambio dei dati, proprio in virtù della tipologia dei dati trasmessi, anche in considerazione del nuovo Regolamento in materia di protezione dei dati, che prevede una obbligatoria valutazione dell’esposizione al rischio relativo alla infrastruttura IT (information technology) per ogni azienda.

Altro rilevante aspetto di dibattito in tale contesto è la necessità di una visione strategica e di governance su sostenibilità e condivisione dei cosiddetti “Big data”, originati dalle eterogenee interconnessioni tra dispositivi, e sulla loro strutturazione attraverso strumenti di intelligenza artificiale che rendano i dati più qualitativi e i processi più automatici.

Bibliografia

Coggiola N. La responsabilità per rischio tecnologico. Il nuovo diritto delle società 2016; 16.

Cresswell et la. Safety risks associated with the lack of integration and interfacing of hospital health information technologies: a qualitative study of hospital electronic prescribing systems in England. BMJ Qual Saf 2017; 26:530-541.

Derrico et al. Il rischio tecnologico in sanità. Pratica Medica & Aspetti legali 2009; 3(1).

Derrico et al. Enterprise Risk Management in sanità: strumenti e modelli organizzativi per la

prevenzione degli errori. AIIC. 2016

Legge 8 marzo 2017, n. 24. Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie.

Ossebaard et al. Magnitude of eHealth Technology Risks Largely Unknown. International Journal on Advances in Systems and Measurements, 2013; 6(1&2), 57-71.

Ossebaard et al. eHealth and quality in health care: implementation time. Int J Qual Health Care. 2016;28(3):415-9.

Regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (General Data Protection Regulation, GDPR).

Sittig et al. Defining Health Information Technology-related Errors: New Developments Since To Err is Human. Arch Intern Med. 2011 July 25; 171(14): 1281–1284.

Sujan. Managing the patient safety risks of bottom-up health information technology innovations: recommendations for healthcare providers. J Innov Health Inform. 2018;25(1):007–013.

WHITEPAPER
La RPA in 9 step: da dove si comincia?
Intelligenza Artificiale
Realtà virtuale
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati