specializzazione tecnica post-diploma

ITS Academy: lavorare preparati, da subito. Ecco il valore della formazione concertata col territorio

Il valore delle ITS Academy è dato dalla possibilità di progettare il catalogo dei corsi assieme alle più importanti aziende del territorio, allo scopo di formare quelle figure professionali che si fanno fatica a reperire. Ecco cosa vuol dire intraprendere questo percorso, quanto costa e i dati occupazionali in FVG

13 Ott 2022
Rossella Rizzatto

Dirigente Scolastico del Liceo Artistico G. Sello di Udine, coordinatore ITS MITS tecnico navale e nautico e ITS tecnico di video strategist Udine

Its__FB225017

Il sistema delle ITS Academy oltre a specializzare i giovani consente loro di lavorare fin da subito perché l’offerta formativa regionale è sistematicamente curvata e costruita a quattro mani: da un lato, la progettazione formativa delle figure professionali di Tecnici Superiori, dall’altro, le richieste di specifiche competenze richieste dal mondo del lavoro e delle professioni.

Come funzionano gli ITS | StudenTALK 🎤

Inserimento lavorativo post-ITS: numeri record

Un esempio per chiarire meglio: nella giornata storica per la filiera del legno in Italia in cui al Parlamento europeo è andata in votazione la Direttiva Red II per le energie rinnovabili che rappresenta, in particolare per il settore del pannello arredo un punto di svolta dello sviluppo industriale, gli allievi ITS Academy del corso arredo navale e nautico confermano il trend dell’alto tasso di occupazione. Per citare alcuni dati rappresentativi della globalità del sistema nazionale, nel solo territorio udinese al corso di Tecnico Superiore per il settore arredo navale e nautico gli inserimenti lavorativi evidenziano percentuali da record: infatti, già nel mese di luglio in sede di esame finale, ben diciannove ragazzi su ventuno hanno ricevuto da parte delle aziende in cui avevano svolto lo stage proposte di opportunità di continuazione occupazionale.

WHITEPAPER
Supply Chain: ecco come ottenere un tracciamento trasparente grazie all'IoT
IoT
Industria 4.0

Il valore delle ITS Academy

È importante sottolineare che il valore delle ITS Academy è dato dalla possibilità di progettare il catalogo dei corsi assieme alle più importanti aziende del territorio, allo scopo di formare quelle figure professionali che si fanno fatica a reperire e che l’eccellenza dei risultati è data soprattutto dall’alto grado di specializzazione tecnologica offerta ai giovani, capaci di rispondere in concreto alla domanda aziendale cercano personale specializzato con nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche, necessarie per promuovere processi di innovazione aziendale.

Un percorso formativo biennale (o triennale) basato sulla metodologia learning by doing, nella quale si privilegiano simulazioni, esercitazioni, project work e lavoro in team.

ITS: perché sono strategici nella formazione delle competenze digitali

Seppur a diretto contatto con gli atenei, i corsi ITS Academy non sono corsi universitari, bensì percorsi di istruzione superiore con diverse finalità, principalmente, quella di formare tecnici super specializzati nelle aree tecnologiche di stretta competenza del corso. Pensare che frequentare un biennio ITS possa essere una comoda scorciatoia per acquisire un diploma ministeriale di specializzazione non ha alcuna attinenza con la realtà perché, anzi tutto, l’accesso ai percorsi è a numero chiuso e prevede una prova di selezione con un colloquio motivazionale, una volta ammessi ai corsi, senza una buona conoscenza della lingua inglese e dell’informatica le possibilità di portare a termine il biennio si riducono fortemente considerando che non è inusuale trovare di moduli didattici interamente svolti in lingua straniera.

Un approccio laboratoriale avanzato connesso con Industry 4.0

Studiare in questo contesto significa impegnare le conoscenze teoriche nelle numerose ore di attività laboratoriali costantemente sostenute da cospicue ore di tirocinio aziendale allo scopo di dimostrare al mondo del lavoro di saper svolgere con competenza la professione che si andrà a svolgere.

È importante sottolineare anche che l’approccio laboratoriale è avanzato, in quanto sviluppato con tecnologie connesse a Industry 4.0 e che i laboratori sono centrali per la formazione dei corsisti e per l’elaborazione dei prototipi che vengono, nel caso delle specializzazioni in Robotica industriale, Automazione Avanzata, Additive Manufacturing, Realtà virtuale e aumentata e reti, progettati ed elaborati individualmente.

Un percorso a basso impatto economico

Inoltre, un altro argomento di estremo rilievo e a favore dei giovani, considerando il contesto socio-economico attuale e a differenza dei cospicui costi che richiede il percorso universitario, gli allievi degli ITS Academy sostengono spese a basso impatto economico perché le attività ed il funzionamento dei corsi di specializzazione tecnica vengono finanziati, oltre che dall’iscrizione del corsista al quale viene richiesta una quota di iscrizione compresa tra i 300 e 500 euro all’anno, da risorse nazionali, da risorse comunitarie e da finanziamenti dei soci e di altri soggetti pubblici e privati. A oggi, le risorse nazionali sono stanziate dal Ministero dell’Istruzione, in forza al Dipartimento per il Sistema Educativo d’Istruzione e Formazione (Legge 30 dicembre 2018, n. 145 articolo 1, commi 465-469 e successive modifiche ed integrazioni), le risorse comunitarie vengono gestite direttamente dalla Direzione Centrale lavoro, formazione, istruzione, mentre i fondi legati al Fondo Sociale Europeo fanno capo al Programma Operativo Regionale FSE 2014-2020, approvato dalla Commissione europea con decisione C (2014) 9883 del 17 dicembre 2014.

Le capacità di finanziamento dei territori

Interessanti e ulteriori elementi utili alla completezza del ragionamento per i giovani candidati verso la scelta del corso da intraprendere, sono tutte quelle informazioni relative alla capacità di finanziamento dei territori che vede, nella classifica nazionale, la Regione Friuli-Venezia Giulia godere di maggiori risorse a favore di chi si iscrive ai percorsi tecnici superiori, nonché, per favorire la partecipazione femminile ai percorsi formativi, sono previsti specifici rimborsi delle quote di iscrizione per le studentesse, oltre che, tutti gli iscritti ai corsi ITS Academy possono attingere alle stesse agevolazioni previste per il diritto agli studi superiori a cui beneficiano gli studenti universitari come le borse di studio, la riduzione dei costi per le spese di trasporto e alloggio. Da ultimo, gli allievi possono contare su un’ampia offerta di ulteriori agevolazioni e servizi che ogni Fondazione mette loro a disposizione. Nel caso specifico friulano, la Fondazione ITS Nuove Tecnologie per il Made in Italy nei 12 anni di operatività si è rivelata fondamentale nel rafforzare il mondo della competitività del sistema produttivo tramite la formazione tecnica specialistica perché ha messo a disposizione del mercato del lavoro notevoli risorse professionali capaci di incrementare il grado di digitalizzazione, di innovazione tecnologica e di internalizzazione delle aziende senza mai trascurare la sostenibilità ambientale dei processi e dei prodotti.

I dati occupazionali

I dati parlano da soli: i 699 diplomati Tecnici Superiori che la Fondazione ITS Nuove Tecnologie (MITS) di Udine ha diplomato entro il mese di luglio sono stati quasi totalmente inseriti nel tessuto produttivo della Regione Friuli-Venezia Giulia, Anche i tassi di occupazione degli allievi a distanza di un anno dalla conclusione del corso parlano chiaro, l’89% dei diplomati è inserito nel mondo lavorativo, mentre il 2% decide di proseguire la formazione nell’ambito universitario beneficiando di un riconoscimento del credito di 51 CFU. La qualità dei corsi delle ITS Academy è monitorata e valutata annualmente dal Ministero dell’Istruzione unitamente da INDIRE (Istituto nazionale di Documentazione e Ricerca Educativa) che, nel caso della Fondazione udinese, a cui partecipano 50 aziende in qualità di soci e altre 150 che collaborano nella come partner nella realizzazione di stage, ha posizionato con continuità ben 17 corsi nella fascia di eccellenza della graduatoria italiana. Ed è stata proprio la Ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti, assieme dell’Assessore regionale del FVG al Lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università Alessia Rosolen, al Presidente della Fondazione MITS, Gianpietro Benedetti e alla vicepresidente di Confindustria Udine, Anna Mareschi Danieli, che, nell’ambito dell’evento tenutosi sabato 17 settembre in sede di Confindustria Udine, i neo diplomati ITS Academy e le imprese hanno presentato le attività di formazione e gli stage svolti nel biennio e i risultati dell’ingresso nel mondo lavorativo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4