tecnologia e geopolitica

Perché Biden segue la linea “dura” contro Huawei: la strategia USA

Con l’insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca, sembra non essere cambiato molto rispetto all’amministrazione Trump nell’approccio verso la Cina e le sue aziende tech, Huawei in primis. Sicurezza nazionale e spinta alla produzione nazionale i perni di una tattica che si ripete

25 Mar 2021
Marco Santarelli

Chairman of the Research Committee IC2 Lab - Intelligence and Complexity Adjunct Professor Security by Design Expert in Network Analysis and Intelligence Chair Critical Infrastructures Conference

Photo by Jon Tyson on Unsplash

Quanti pensavano che con l’arrivo del nuovo presidente Usa Joe Biden potesse aprirsi una nuova era dopo l’amministrazione Trump, a distanza di appena tre mesi dalla sua elezione potrebbero già doversi ricredere.

Le differenze, almeno in alcuni campi, potrebbero essere meno grandi del previsto. Certo così pare sul fronte del 5G e della Cina, infatti, in base a quanto sostengono i media Usa, le licenze delle aziende americane partner di Huawei sono state modificate secondo il modello Trump, con nuove restrizioni sulle forniture 5G.

Dall’azienda cinese trapela il timore che possa uscirne compromessa la tecnologia a livello mondiale.

Le modifiche alle licenze 5G

Secondo quanto riportato da Reuters[1], l’amministrazione Biden ha apportato modifiche alle licenze delle aziende partner di Huawei, limitando ulteriormente la fornitura di articoli che possono essere utilizzati con i dispositivi 5G. Queste modifiche potrebbero portare all’interruzione dei contratti esistenti con la società tecnologica cinese tra le più grandi al mondo, concordati attraverso licenze precedenti, rafforzando così la linea dura sulle esportazioni con Huawei, che era già stata avviata dagli USA, per le preoccupazioni sulla sicurezza nazionale, con l’inserimento della stessa nella lista nera commerciale.

17 novembre, milano
Scopri Insight e Tips & Tricks dai migliori professionisti di settore: un evento unico ti aspetta!

Non ci sono state dichiarazioni, al momento, né dal Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, né da Huawei. Parliamo delle licenze di esportazione concesse dal Dipartimento del Commercio USA dopo che Huawei è stata inserita in lista nera nel 2019.

Cyber-geopolitica: l’Ue cambia approccio? Tutti i tasselli della nuova strategia

Qualche mese fa, precisamente a gennaio scorso, con Trump ancora agli ultimi scampoli del potere, era stato deliberato di negare 116 licenze con valori nominali per un totale di 119 miliardi di dollari e di approvarne 4 del valore di 20 milioni. Tra quelle negate, la maggior parte riguardava tre categorie, ossia memoria, ricevitore e altri dispositivi e applicazioni in rete. Se da una parte alcuni fornitori usciranno danneggiati a causa di queste modifiche applicate alle licenze, dall’altra altri fornitori hanno ricevuto licenze grazie a politiche meno restrittive.

Sempre secondo Reuters, una licenza modificata, entrata in vigore il 9 marzo, prevederebbe che gli articoli non possano essere utilizzati “con o in qualsiasi dispositivo 5G”, quindi si fa riferimento anche ad articoli che non hanno nulla a che vedere con il 5G. Un’altra licenza modificata, sempre di inizio marzo, non è stata autorizzata per l’uso in applicazioni militari, 5G, infrastrutture critiche, data center aziendali, cloud o spaziali. La nota dice anche che alcuni elementi devono avere 6 gigabyte o meno e altri requisiti tecnici. Entrambe le licenze riviste prevedono che Huawei o i clienti effettuino un piano di controllo delle parti e si rendano noti al governo americano, in caso di richiesta, i record di inventario, prima dell’esportazione. Le aziende sono inserite nella lista nera commerciale, nota come “lista delle entità”, per questioni di sicurezza nazionale e di politica estera.

L’atteggiamento di Trump è stato incoerente nei confronti di Huawei: se, nel momento dell’accordo commerciale, infatti, si promuovevano maggiori vendite, con la comparsa della pandemia le tensioni sono andate ad aumentare.

Biden e la Cina: ecco le sfide e cosa significa per l’Europa

La reazione della Cina

Oltreoceano, la Cina ovviamente non poteva che reagire male, ribadendo proprio l’incoerenza dimostrata nei confronti di Huawei con queste nuove restrizioni imposte da Biden. Il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian ha, infatti, affermato che “la misura danneggerebbe sia Stati Uniti che Cina, e interromperà gravemente gli scambi tecnologici e commerciali dei due Paesi e del mondo in generale e minerà le catene industriali globali e le catene di approvvigionamento”[2].

Conclusioni

Con l’insediamento di Biden a capo del governo americano, sembra non essere cambiato molto rispetto all’amministrazione precedente per quanto riguarda l’approccio verso Oriente.

Le nuove restrizioni rivolte, infatti, al colosso tecnologico cinese Huawei riconfermano quanto già seminato da Donald Trump, che, oltre ad avere come obiettivo la già citata sicurezza nazionale, serve anche a livello strategico per spingere la produzione nazionale delle materie critiche per le industrie strategiche che crei un forte asse con i rivali industriali asiatici di Huawei, ossia Giappone, Corea del Sud e Taiwan, come segnalato dal Financial Times.

Tuttavia, non è solo sul fronte tecnologia e 5G e contro Huawei che Biden sta ripercorrendo gli stessi passi del suo predecessore.

Biden non si sta allontanando da Trump e, anzi,  e inasprisce le tendenze almeno in due direzioni: la prima, centrando una rete autonoma lontana da Huawei, con il Pentagono o O-Ran[3]; la seconda, sanzionando in maniera decisa tutte le aziende americane che vanno a produrre in Cina e nello stesso tempo incentivandole nel momento in cui la loro espansione e la loro tecnologia può essere sia “fatta in casa” che rivolta anche ai paesi del Medio Oriente o addirittura essere esportati in maniera diretta in Occidente.

Insomma, un modo per ribadire che la produzione dovrà essere sempre più basata in maniera territoriale non solo in uno spazio digitale, ma anche all’interno di tematiche geopolitiche.

_____________________________________________________________________________________

  1. https://www.reuters.com/article/us-usa-huawei-tech-idUSKBN2B3336
  2. https://www.corrierecomunicazioni.it/digital-economy/biden-come-trump-nuove-restrizioni-sulle-forniture-5g-a-huawei/
  3. https://it.insideover.com/economia/biden-rafforza-la-linea-di-trump-nella-sfida-usa-a-huawei.html
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati