LO SCENARIO

5G ai blocchi di partenza, ecco i trend del 2019

Le reti mobili di nuova generazione impatteranno non solo la vita quotidiana ma anche i sistemi economici. Abilitando servizi inediti, nuovi business model, creando provider verticali. Ma governare il cambiamento richiede risorse adeguate, non solo economiche

26 Mar 2019
Fabrizio Pascale

Telco, Media & Technology MED Leader di EY

5G in europa

Il 5G si prospetta come una rivoluzione in grado di trasformare non solo la vita di cittadini e utenti, ma anche il sistema economico dei Paesi che lo adotteranno. Dalle applicazioni per la telemedicina ai nuovi servizi per la smart city, dalla nascita di nuovi provider verticali al decollo della data economy, ecco un’analisi degli scenari che si apriranno e gli ostacoli ancora da superare.

In una società e in un’economia sempre più “mobile enabled”, le evoluzioni in corso e pianificate a breve-medio termine non possono che essere pervasive, impattando sia il mercato “mobile” in senso stretto, sia le tecnologie, le applicazioni e i segmenti di mercato ICT e dei principali settori economici.

Il grande protagonista del prossimo futuro sarà l’avvento del 5G. Il nuovo standard mobile di quinta generazione avrà, infatti, molteplici risvolti nel campo applicativo, nei device che lo supporteranno e nelle architetture che integreranno le principali caratteristiche del 5G.

Gli operatori italiani hanno già dichiarato che intendono accendere il 5G quando ci saranno i primi device, ossia estate 2019.

Quali sono i trend che si stanno affermando in questo contesto? Proviamo a sintetizzarli.

Evoluzione dei device

I device stanno evolvendo non solo verso modelli più performanti ed ergonomici (si pensi ai nuovi smartphone con il doppio schermo ripiegabile), ma anche verso una maggiore integrazione con alcune delle tecnologie e funzioni più innovative che si stanno affermando nell’ICT. E’ il caso, ad esempio, dell’Intelligenza Artificiale, il cui uso spinto pone però alcuni interrogativi etici che devono essere affrontati al più presto.

WHITEPAPER
Sanità: quali le applicazioni di AI in radiologia, oncologia e cardiologia?
Intelligenza Artificiale
Sanità

Si attende inoltre il passaggio alle “eSIM”, ovvero un microchip stampato sulla scheda logica del device per liberare spazio all’interno del dispositivo. Si tratta di una tecnologia in cui, secondo dati GSMA, la Cina si sta affermando come il paese leader.

In ritardo rispetto alle aspettative vengono invece considerati gli smartphone IoT. I grandi costruttori di device che utilizzano questa tecnologia hanno oggi un’ampia offerta di nuovi dispositivi – diversi per forma, monitor, caratteristiche – ma sono tutti concordi nell’aver individuato nello smartphone l’oggetto che potrà meglio valorizzare l’IoT rispetto ai device large screen.

5G, vantaggi e ostacoli

Il 2019 è l’anno in cui si concretizzerà lo sviluppo delle reti 5G. Stiamo assistendo ad innumerevoli trial di effetto tra i quali il primo intervento in telementoring su connessione 5G.

Si prevede che l’impatto del 5G sull’economia globale sarà elevatissimo e, secondo le stime di Greensill, il costo del deployment delle reti 5G raggiungerà nel 2020 un valore complessivo di 2,7 trilioni di dollari. Questi investimenti rappresentano una grande opportunità, ma richiedono anche di risolvere alcuni elementi collaterali, essenziali per l’affermarsi del servizio, a cominciare dalla sicurezza delle reti radiomobili.

Inoltre, è fondamentale affrontare al più presto i nodi, ancora irrisolti in molti paesi, che potrebbero rallentare il take off del 5G. Tra questi: i costi dello spettro, l’elevato livello di regolamentazione, la durata delle licenze, la prospettiva di “ritagliare” una parte delle frequenze per specifiche applicazioni settoriali.

La spinta per la smart city

Lo sviluppo delle nuove reti 5G va di pari passo con lo sviluppo delle smart city, caratterizzato da un numero sempre maggiore di iniziative che richiedono il nuovo standard, dall’”allargamento” dello spettro delle applicazioni sviluppate nella stessa città e da una maggiore attenzione al “ROI” per le amministrazioni che promuovono questi nuovi progetti smart.

Se le reti 4G hanno portato al vero e proprio boom degli smartphone, il 5G dovrebbe favorire l’espansione della smart city. La rete mobile 4G ha innescato l’enorme sviluppo delle app mobili e inaugurato la sharing e gig economy. Se il 4G ha segnato un fondamentale passo in avanti per le tecnologie di comunicazione, il 5G porterà a una vera e propria svolta in un pianeta sempre più urbanizzato.

Entro il 2050, il 70% circa della popolazione mondiale vivrà nelle città e il 5G fornirà un layer infrastrutturale e di connettività tale da trasformare le vite di milioni di abitanti delle nuove città metropolitane. Queste reti daranno alle città l’opportunità di diventare dei centri urbani più smart, in grado di fornire ai cittadini una qualità di vita molto più elevata.

L’economia dei dati

I dati saranno la moneta della nuova economia. I dati generati dai device e dalle applicazioni non solo saranno utili a migliorare le applicazioni stesse, ma diventeranno un elemento fondante di nuovi servizi e dei nuovi business model che porteranno alla nascita di provider verticali.

Nel settore automotive, ad esempio, alcuni tra i giganti del settore si stanno muovendo verso la mobilità intesa come servizio, nella quale i dati e le applicazioni sono tanto importanti quanto le nuove tecnologie, a cominciare dalla guida autonoma.

Due delle maggiori case automobilistiche mondiali, ad esempio, hanno annunciato recentemente che creeranno una joint-venture per unire i propri servizi di mobilità in 5 differenti offerte da presentare nel mercato della mobilità urbana. Questo sarà reso possibile unicamente attraverso l’unione dei dati provenienti dai propri clienti, dalle proprie operations e dall’acquisizione nel proprio portfolio di start-up in grado di elaborare e mettere a sistema le tonnellate di dati collezionati dalle diverse reti di sensori.

Così l’Ict diventa ecosistema

Siamo probabilmente arrivati a un punto di svolta: l’ICT non più “tecnologia verticale”, ma ecosistema in grado di integrarsi a tutti i livelli, fisici e logici, con le piattaforme, le tecnologie, le “macchine”, i servizi che regolano gli altri settori dell’economia e la vita sociale.

Se finora l’integrazione consisteva principalmente in applicazioni che rendevano più efficiente “il fare” (nel business, nelle relazioni tra individui, nelle interazioni tra individui e mondo produttivo o pubblica amministrazione), da oggi essa è “nell’essenza” di tali relazioni e nei sistemi che le regolano, non più solo abilitati dall’ICT ma costruiti a partire dall’ICT.

E l’ICT stesso non è più una somma di sylos più o meno connessi tra loro, ma un unico mega sistema nel quale, ad esempio, il 5G, l’Intelligenza Artificiale, la robotica, i big data, i social networks, i nuovi device, le applicazioni IT, il Cloud, gli OTT sono tra loro variamente combinati.

Governare questo cambiamento richiede di disporre di risorse adeguate, sia economiche (per investire nelle nuove reti e nelle nuove tecnologie) sia umane, a livello di competenze, formazione, conoscenze. Un grande sforzo che deve andare oltre le contingenze del mercato.

WHITEPAPER
Sensori intelligenti e Sanità: quali tipologie a supporto delle terapie farmacologiche?
Sanità
Smart health
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati