2018-2019

Ecco i pilastri della “rivoluzione digitale” del Governo (parola di M5S)

Investimenti in infrastrutture, incentivi a formazione e alle imprese, impegno sulle tecnologie di frontiera, un cambio di passo sulla pubblica amministrazione digitale. Sono queste le direttrici che hanno caratterizzato l’azione del Governo, sul digitale, nel 2018. E che avranno un’accelerazione nel 2019

07 Gen 2019
Luca Carabetta

Coordinatore Transizione Digitale M5S

parlamento-italiano1

A seguito dell’approvazione della prima manovra di questo Governo occorre tirare le somme, guardare ai passati sei mesi di intenso lavoro, fermarsi un attimo e pianificare la strategia futura.

E’ un dato di fatto che sin dall’inizio della legislatura l’agenda politica si sia arricchita notevolmente dei temi legati all’innovazione tecnologica, soprattutto grazie al forte impulso che Luigi Di Maio ha voluto dare, in virtù di Ministro per lo Sviluppo Economico, con inoltre la delega alle Telecomunicazioni.

L’attività del Governo si è anzitutto concentrata sull’individuare le diverse aree di intervento: infrastrutture, formazione, imprese, investimenti, tecnologia, pubblica amministrazione.

Troppi e molto evidenti i gap registrati rispetto ai simili paesi europei. Per ogni area si è dunque attivato un progetto di riforma e già oggi possiamo vedere alcuni risultati.

Investimenti in capitale di rischio

Per quanto riguarda il mercato degli investimenti in capitale di rischio questo Paese, nonostante una crescita sensibile nel 2018, ancora non riesce a stare al passo con Paesi come Francia, Germania e perfino la Spagna. La conseguenza diretta di questo abisso è la costante fuga dei nostri cervelli verso l’estero. Abbiamo dunque deciso di attivare una piattaforma pubblica per gli investimenti con la dotazione iniziale di circa un miliardo di euro, che sarà gestita da Cassa Depositi e Prestiti, con importante ruolo di Governance da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.

WHITEPAPER
Le fasi del mining: stabilire un obiettivo e la criptovaluta. Scopri di più
Blockchain
Criptovalute

Il nuovo soggetto, che sarà costruito anche grazie alla riforma di Invitalia, avrà come obiettivo quello di stimolare Venture Capital e Private Equity fornendo nuovi strumenti finanziari direttamente ai fondi di investimento e garantendo la possibilità di sottoscrivere quote anche a società partecipate e investitori istituzionali, soggetti già coinvolti con la Legge di Bilancio. Lo strumento guarda a esperienze di successo già sviluppate all’estero e garantirà uno sviluppo sano del mercato del capitale di rischio. Al fine di definire ancor più a fondo le nuove politiche per il Venture Business partirà nelle prossime settimane, in Commissione Attività Produttive alla Camera, un’indagine conoscitiva sul tema che aprirà le porte ai diversi stakeholder per elaborare un progetto condiviso.

Ulteriori disposizioni in questo settore sono state il vincolo di quota dei PIR al Venture Capital, il riconoscimento delo Venture Capital stesso come asset class e la formalizzazione del Business Angel.

Ulteriori importanti misure sono invece rappresentate dal riconoscimento giuridico della figura di Business Angel e dall’aumento delle detrazioni al 40% per gli investimenti in capitale sociale delle startup innovative. Per le exit è invece previsto un 50% di credito d’imposta.

Startup, tutte le misure in Legge di Bilancio 2019 (e quelle che mancano)

Tecnologie innovative

Tra i maggiori gap c’è sicuramente quello tecnologico. L’Italia che produce tecnologie troppo spesso lo fa all’estero, trovando ecosistemi più ospitali. Ne segue l’attuale impoverimento di intelligenze. A pochi mesi dall’insediamento, il Governo ha lanciato due call for experts relativamente a due tematiche fondamentali: intelligenza artificiale e blockchain. In questi giorni stiamo definendo i 30 componenti di ciascuna task force che avranno l’obiettivo di elaborare strategie da consegnare al Governo. A sostegno di queste attività e per promuovere progetti pilota sono stati inoltre stanziati 45 milioni di euro.

Chiaramente Blockchain e Intelligenza Artificiale sono importanti ma esistono ulteriori aree che riteniamo strategiche per il paese come le Life Sciences. Replicare queste esperienze anche su questi e altri fronti sarebbe un buon modo per garantire al Paese strategie al passo con i tempi, in grado non solo di trattenere i nostri cervelli ma anche di attrarre risorse e investimenti dall’estero.

Sul piano fiscale invece rimane l’Iperammortamento che viene rimodulato su diverse aliquote ed esteso anche ai servizi cloud-based e, in generale, ai beni immateriali digitali. Si introduce inoltre la riduzione IRES dal 24% al 15% per chi investe in strumenti e piattaforme innovative.

Infrastrutture

Sapete che Milano è la città con maggiore copertura 5G in Europa? Nel 2019 in quasi tutto il suo territorio sarà attivo il segnale. Così come Milano anche altre città si stanno attivando come Torino (prima città in Italia), Prato, Bari, Matera, L’Aquila. E’ chiaro che laddove si vada a infrastrutturare, si generino servizi per i cittadini, opportunità per le imprese e investimenti.

Sul 5G in particolare il Governo ha posto grandissima attenzione, sia attraverso la gara per le frequenze, che per l’avvio di nuovi progetti pilota.

Formazione

Quando si parla di formazione si pensa immediatamente alle scuole superiori o alle università. E’ chiaro che il sistema scolastico e universitario debba adeguarsi agli ultimi trend tecnologici e che questo sia possibile solo attraverso una più stretta collaborazione con i privati e progetti per esaltare le nostre eccellenze, coloro i quali costruiranno il Paese di domani.

Ma la formazione non è solo qui, è anche nelle piccole aziende che non riescono a dotarsi di strumenti digitali, è nelle medie imprese manifatturiere che non trovano il modo per integrare nuove tecnologie nei loro prodotti tradizionali e che diventano quindi meno competitive con imprese estere. Su questo fronte c’è ampio margine di intervento e già in Legge di Bilancio il Governo ha inserito il voucher di quarantamila euro per il coinvolgimento di temporary digital transformation manager nelle PMI Italiane.

Più di 200 milioni di euro sono stati poi destinati alla proroga del credito di imposta per la formazione su “industria 4.0”.

Pubblica Amministrazione

La Legge di Bilancio non interviene direttamente sul piano della Pubblica Amministrazione, lo farà invece il decreto-legge “Semplificazione” ora in discussione al Senato che sarà approvato entro febbraio.

Il tema, in generale, è all’attenzione del Governo sin dal primo giorno, in particolare relativamente alle competenze di AgID e Team per la Trasformazione Digitale.

Rivoluzione PagoPA e in Agid-Team Digitale, ecco che cambia col decreto Semplificazioni

Il futuro

Che, in generale, si possa fare sempre di più è indubbio. Come parlamentari che sostengono questa maggioranza di Governo e che hanno lavorato attivamente sul fronte del digitale però non possiamo che ritenerci più che soddisfatti di quanto ottenuto in poco meno di sei mesi e non nascondiamo l’entusiasmo di pensare a quanto riusciremo ad arrivare nel corso dei prossimi anni.

La chiave del successo di questi mesi è sicuramente da ricondurre al fatto che Governo e maggioranza abbiano sempre trattato il settore come vera politica industriale, come motore del Paese. Ci abbiamo creduto, abbiamo investito le nostre energie e i risultati sono arrivati.

Guardando al prossimo periodo prevediamo di continuare a sviluppare la nostra azione nelle diverse aree di intervento, sempre affiancati dagli stakeholder che vivono sulla propria pelle le diverse problematiche ogni giorno. Abbattiamo assieme tutte le barriere per tornare a vedere questo Paese competere a testa alta nel mondo.

WHITEPAPER
AZIENDA RETAIL: ecco i 15 motivi per cui hai bisogno dell'Intelligenza Artificiale!
Intelligenza Artificiale
Retail
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati