Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

piano triennale ict pa

Regione Abruzzo: “Così attueremo l’Agenda digitale dopo l’accordo Agid”

Tutte le iniziative che la Regione Abruzzo intende attuare per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda Digitale regionale nel periodo 2016-2020 come individuate anche nell’Accordo di Programma con sottoscritto con Agid, Agenzia per la Coesione Territoriale e Mise

27 Set 2018

Domenico Lilla

Responsabile "Ufficio per l’Agenda Digitale" della Regione Abruzzo


La Regione Abruzzo sta procedendo ad attuare l’Agenda Digitale regionale, dopo essere stata la prima a sottoscrivere l’accordo – nell’ambito del piano triennale ICT della PA – con l’Agenzia per l’Italia Digitale, l’Agenzia per la Coesione Territoriale ed il Ministero dello Sviluppo Economico (Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica): I Atto Integrativo all’Accordo di Programma Quadro “Crescita Digitale della Regione Abruzzo” (14 giugno 2018).

Tale accordo, il cui schema è stato approvato dalla Giunta Regionale con la DGR 383 2018 rappresenta del resto l’ultima iniziativa, in ordine di tempo, che la Regione Abruzzo ha portato a termine per realizzare gli interventi programmati nel documento strategico regionale di settore denominato Agenda Digitale Regione Abruzzo 2014 – 2020.

Le direttrici della crescita digitale regionale

La strategia della crescita digitale regionale si sviluppa su due direttrici principali: la realizzazione delle infrastrutture materiali e immateriali per il digitale di interesse pubblico e lo sviluppo di nuovi servizi telematici capaci di soddisfare i bisogni quotidiani delle comunità e dei territori.

Gli interventi prioritari per la crescita digitale della Regione sono:

L’Agenda Digitale regionale è stata suddivisa in due periodi di programmazione: il periodo 2014-2016, durante il quale la Regione si è posta l’obiettivo di portare a completamento le iniziative ICT avviate nei precedenti cicli di programmazione ed il periodo 2016-2020 dove sono stati individuati gli ambiti strategici di azione per progettare le iniziative regionali. L’Agenda Digitale regionale, seppure datata luglio 2014, non ha avuto bisogno nel corso degli anni di particolari modifiche dato che le iniziative in essa programmate sono risultate in linea con i documenti comunitari e nazionali di settore.

Le azioni per l’attuazione dell’agenda digitale

Le principali azioni poste in essere per l’attuazione dell’Agenda Digitale regionale possono essere così riassunte:

  • 7 settembre 2015 sottoscrizione dell’Accordo di Programma Quadro “Crescita Digitale della Regione Abruzzo”. L’Accordo prevede la realizzazione di quatto progetti ICT riconducibili a due tipologie di intervento infrastrutturale:
    • Realizzazione della federazione applicativa dei centri tecnici regionali in logica cloud;
    • Realizzazione di infrastrutture in banda ultralarga nelle aree a fallimento di mercato.
  • 5 aprile 2016 sottoscrizione dell’Accordo di Programma per lo “Sviluppo della banda ultra larga” attraverso il quale sono stati programmati tutti gli interventi necessari per il completamento delle infrastrutture BUL nelle aree bianche dell’intero territorio regionale.
  • 14 giugno 2018 sottoscrizione del I Atto Integrativo all’APQ “Crescita Digitale della Regione Abruzzo”. In tale Accordo sono state programmate tutte le iniziative che la Regione intende attuare per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale regionale nel periodo 2016-2020 e sono stati declinati gli indicatori di realizzazione e di risultato, in linea con il Piano Crescita Digitale 2014-2020 (versione 2016).

Le 12 iniziative dell’accordo di programma

Le 12 iniziative individuate nell’Accordo di Programma del 14 giugno, prevedono il potenziamento dei servizi cloud e della sicurezza del Centro Tecnico Regionale, l’adeguamento dei servizi regionali alle piattaforme nazionali quali SPID, PagoPA e Italia login, il potenziamento dei servizi per le imprese attraverso lo Sportello Unico per le Attività produttive ed edilizie, l’ottimizzazione e il miglioramento della fruibilità dei servizi in ambito sanitario, il potenziamento della rete geodetica regionale, l’aggiornamento del data base territoriale, il potenziamento dei sistemi di monitoraggio dei progetti comunitari, l’evoluzione del sistema informativo open data e la completa digitalizzazione dei processi amministrativi. La copertura finanziaria degli interventi programmati nell’accordo, il cui costo complessivo ammonta a 7 milioni di euro, è assicurata dalle risorse stanziate nel POR-FESR Abruzzo 2014- 2020, Asse II – Azione 2.2.2

Allo scopo di dare la massima trasparenza ed informazione sulle azioni ICT che la Regione ha inteso ed intende attivare sul territorio, nell’annualità 2016 è stato realizzato un sito internet ad hoc e nel 2017 è stata sviluppata l’applicazione Agenda Digitale Regione Abruzzo fruibile sia per i sistemi operativi IOS che Android.

In linea con il Piano Triennale e i documenti sulla crescita digitale, la Regione Abruzzo, attraverso le iniziative programmate nell’agenda digitale e definite negli accordi di programma sottoscritti, mira a raggiungere la completa digitalizzazione dei processi amministrativi attraverso l’adozione di procedure automatizzate che consentano l’adozione del digitale a 360 gradi rendendo fruibili a cittadini e imprese infrastrutture tecnologiche, applicative e di rete all’avanguardia tali da consentire un accesso sicuro e veloce a tutti gli strumenti messi a disposizione dalla pubblica amministrazione

L’uso delle ICT e la disponibilità di accesso ad infrastrutture telematiche ultra veloci (ultrabroadband) costituiscono elementi imprescindibili per una regione che vuole accrescere il proprio livello di competitività offrendo un ambiente attraente e sostenibile alle aziende e ai cittadini che vi vivono e lavorano. Le politiche e le iniziative progettuali intraprese in materia d’innovazione digitale e accesso alle reti, determineranno cambiamenti radicali nei diversi settori della vita pubblica e dell’economia della Regione Abruzzo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3